fbpx

COMUNICATO IMPORTANTE SUL PROCESSO DI ADOZIONE DEI GREYHOUND DI MACAO-DA LEGGERE

Carissimi amici e sostenitori

desideriamo innanzitutto rinnovarvi il nostro grazie per aver creduto in Albano Martins e in Anima e nel team internazionale di SaveTheMacauGreyhounds durante questa lunga e difficile battaglia, la cui vittoria non era per nulla scontata. Il vostro sostegno è stato inestimabile. 


Ora siamo entrati ufficialmente nella terza fase della nostra campagna, che è quella di trovare buone case per ognuno dei 533 cani che  sono ora al sicuro. A questi 533, vanno aggiunti i 18 greyhound già salvi, che sono stati adottati o sono presso il rifugio di Anima,   e a questi potrebbero aggiungersene altri ancora, tra quelli precedentemente ceduti dal Canidrome ai loro cosiddetti “giorni di adozione” e che potrebbero essere abbandonati o ceduti dai loro nuovi proprietari al governo e affidati alle cure di Anima, come sta già accadendo. 

Il vostro aiuto sarà ancora una volta importantissimo. 



Nell’ipotesi meno favorevole avremo esattamente un anno di tempo per prepararli, trasportarli e accoglierli in Europa e USA e nel resto del mondo, ma dovremmo riuscire ad ottenere un tempo più ampio, che ci aiuterà a gestire al meglio questa fase.




Infatti grazie ancora una volta allo straordinario e abile lavoro svolto da Albano Martins, in collaborazione con il governo, per ottenere le migliori soluzioni possibili per il benessere di tutti i levrieri ancora vivi, domani dovremmo avere alcune ottime notizie per i cani, che verranno annunciate nella conferenza stampa prevista per le 15 ora di Macao. 



Tutti i cani verranno affidati esclusivamente ad associazioni e rifugi con comprovata esperienza nel rehoming e in paesi dove vige una adeguata legislazione di tutela dei animali. 


Una quota di cani sarà adottato localmente, a Hong Kong, Australia e Oceania, sotto la strettissima supervisione di Anima. 

In Europa arriveranno circa 230/250 cani, tra cui 100 in Francia tramite LED, 55 in UK e 60 in Italia e il rimanente numero in pochi altri paesi europei, tra cui Belgio, Germania, Slovenia e Croazia, Irlanda. Tutte le adozioni in Europa saranno coordinate e sotto la supervisione di Pet levrieri. 


Circa 250 cani andranno negli USA, sotto il coordinamento e la supervisione di GREY2KUSA.

Come già sapete sono in corso trattative con alcune compagnie aeree per ottenere voli a basso costo. 

Per quanto riguarda l’Europa, abbiamo già individuato i principali aeroporti, che verranno usati come luogo di arrivo e distribuzione dei cani: Parigi, Londra e Manchester, Milano Malpensa. 

Le compagnie aeree hanno chiesto di interloquire esclusivamente con charity con esperienza nel trasporto e nel rehoming di greyhound e, per quanto riguarda l’UK, hanno chiesto di individuare alcune charity, ben distribuite sul territorio, che possano svolgere un ruolo di coordinamento nelle operazioni di accoglienza, di distribuzione dei cani agli altri rifugi e di rehoming. 

Così abbiamo fatto.

Le quattro charity sono Greyhound Gap, Celia Cross, Erin Hounds e Foal Farm.

I primi cani arriveranno in Europa non prima di novembre. Il primo volo test avverrà con molto probabilità sull’Italia ad inizio novembre, poi immediatamente dopo su UK e Parigi in contemporanea se possibile.

A questo link trovate l’elenco aggiornato dei rifugi e delle associazione nel mondo che si prenderanno cura del rehoming nei rispettivi paesi, a cui i potenziali adottanti possono fare referimento.

https://www.petlevrieri.it/en/save-macau-greyhounds-steps/list-of-the-refuges-and-organisations-rehoming-macau-dogs/

Questo elenco è in continuo aggiornamento. 



Per adottare, è necessario prendere contatto con una delle organizzazione del proprio paese, che é inserito nell’elenco. Soltanto ed esclusivamente attraverso queste organizzazioni é possibile adottare un greyhound di Macao.




Oggi abbiamo pubblicato anche delle FAQ su questa fase della campagna.

Da questo momento in poi vi terremo aggiornati sulla pagina passo dopo passo su tutti gli sviluppi riguardanti sia la preparazione dei cani (dalla stesura di un profilo base molto sintetico dei cani, procedura veterinaria e burocratica, che richiede almeno 4 mesi per l’Europa) sia sui trasporti. 

Questa fase richiederà molto lavoro e coordinamento, quindi per favore siate paziente e comprensivi con noi – siamo tutti volontari!

Ancora grazie per tutto l’aiuto che state dando. 

The Save the Macau Greyhounds team

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta e di formatrice. E’ laureata in filosofia e in psicologia. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.

Insieme condividono la loro vita con un gruppo di levrieri rescue e una segugia. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita.

×
Vice presidente di Pet levrieri. Nella vita è Direttore delle Risorse Umane di una multinazionale del settore IT. 
Per passione personale nel 2020 ha conseguito il titolo di educatore cinofilo presso la scuola cinofila Il Mio Cane.
Ha partecipato al corso di gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti organizzato da Pet Detective.
Nel marzo 2014 adotta “per caso” Sandy, greyhound irlandese, e scopre la dura realtà dei levrieri sfruttati nelle corse e nella caccia decidendo così di impegnarsi concretamente nell’Associazione.
Coordina il gruppo di ricerca dei levrieri smarriti, è membro del Gruppo Adozioni e partecipa come portavoce di Pet levrieri ad eventi di informazione e divulgazione delle attività dell’associazione. 
Vive tra Milano e la Valsassina con il marito Massimiliano, ha due figli ormai adulti, Giorgia e Marco, e tre lurcher irlandesi: Robin, Coco e Lucy – e Sandy sempre nel cuore.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri a titolo assolutamente gratuito.
×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×
Socio fondatore di Pet levrieri, si è occupato in associazione, a titolo puramente gratuito, di trasporti, rapporti con le autorità veterinarie e della comunicazione esterna, curando numerosi articoli sulla situazione dei greyhound e dei galgo nel mondo. Ha partecipato a numerose manifestazioni antiracing in Irlanda e Gran Bretagna. Dal 2022 fa parte del Board di GREY2K USA Worldwide, la più importante organizzazione antiracing mondiale. 
Laureato in filosofia e in Psicologia della comunicazione, insegna filosofia e storia nella scuola superiore di secondo grado; per crescita personale si è formato e diplomato come educatore cinofilo presso la scuola SIUA. 
Appassionato di musica, in particolare rock e irlandese, dal 2008 condivide le sue giornate, insieme alla moglie Stefania Traini, con levrieri rescue e un “pizzico” di segugi. Perché nella varietà si fanno più esperienze.
×
Membro del consiglio direttivo di Pet Levrieri.
Dopo il liceo linguistico inizia a lavorare in banca ma dopo la nascita della terza figlia decide di volersi dedicare esclusivamente alla sua numerosa famiglia.
Il suo primo cane è stato Otello, un mix labrador-alano, poi è arrivata Gina, un bovaro svizzero.
Viene a conoscenza dello sfruttamento dei levrieri per caso attraverso un articolo trovato in rete e nel novembre 2015 partecipa ad un arrivo di Galgo di Pet Levrieri. Christa, una galga ancora senza famiglia, si butta tra le sue braccia per farsi coccolare. Dieci giorni dopo andrà a prenderla presso la famiglia foster e la porterà a casa. Da questo incontro speciale nasce il suo impegno concreto all’interno dell’Associazione.
Fa parte del gruppo adozioni e si occupa prevalentemente delle richieste estere (Svizzera, Austria, Germania).
A settembre 2018 si reca, insieme a Stefania Traini, a Macau per fotografare e stilare i profili dei cani che verranno in Italia. Qui, incrocia lo sguardo di Tamoko, che decide di adottare appena sarà pronto per il volo che lo porterà a Milano.
Vive a Lugano, Svizzera, con il marito Andrea e i figli Giulia, Alyssa, Cecilia e Tommaso. Membri della numerosa famiglia, oltre a Tamoko, sono anche Harry e Bob, lurcher irlandesi e Paco un meticcio salvato dalle strade di Napoli.
Ama trascorrere le giornate tra montagne e boschi oppure con un bel libro in mano.
Svolge i suoi incarichi in Pet Levrieri in maniera totalmente gratuita.
×