fbpx

Una giornata storica. La prima volta in Italia.

Sabato 24 settembre è stata una giornata storica.

Siamo riusciti a riunire in Italia alcuni dei principali esponenti del movimento antiracing e anticaccia mondiale.

Non era MAI accaduto prima, MAI. 

Abbiamo avuto la possibilità di ascoltarli dal vivo, di riflettere insieme a loro e di concertare azioni a tutela dei greyhound, dei lurcher e dei galgo.

Un gran del risultato e una esperienza unica e importante, resa possibile da uno straordinario lavoro di squadra che ha coinvolto la nostra associazione e alcuni delle più importanti associazioni e gruppi antiracing a livello europeo e mondiale.

Siamo stati fieri di aver qui in Italia con noi gli alleati e amici  Albano Martins, presidente di Anima Macau, Marion Fitzgibbon, fondatrice e direttrice di Limerick Animal Welfare, membro del Comitato esecutivo nazionale dell’Irish Animal Welfare Party (IAWP) e già presidente della ISPCA (Irish Society for the Prevention of Cruelty to Animals), Trudy Baker e Aileen Ward, esponenti di Greyt Exploitations (UK), Michael James e Rachel Claire, esponenti di CAGED northwest (UK), Christine Dorchak, presidente di GREY2K USA Worldwide ed Ines di Proyecto Galgo Argentina.

A loro va il mio grazie e la mia stima.

Ma desidero anche ringraziare tutti i soci di Pet levrieri, persone in gamba che sanno lavorare insieme come una squadra.

Grazie a voi tutti, soci di Pet levrieri: sono fiera di avervi come alleati in questa comune causa. 

Un gran bel risultato e una testimonianza viva e feconda dell’esistenza di un network internazionale antiracing che agisce in maniera sempre più sinergica nei diversi paesi del mondo per cambiare il modo di pensare ai levrieri, per ottenere leggi, che vietino il greyhound racing e la caccia a vista, e pene certe e severe per i reati commessi. 

E’ ormai chiaro che essere un difensore dei greyhound, lurcher e galgo, significa battersi in maniera lucida e risoluta per estirpare il male alla radice, ovvero per ottenere la chiusura di tutti i cinodromi nel mondo e la proibizione della caccia a vista. 

Non basta salvare i levrieri e farli adottare. L’opera di salvataggio, se disgiunta da una sistematica attività di denuncia e di mobilitazione culturale, civile e legale, serve a poco o nulla, anzi rischia addirittura di contribuire, sia pure involontariamente, a mantenere in vita un sistema che sfrutta, maltratta e uccide, centinaia di migliaia di grey, galgo e lurcher ogni anno in tutto il mondo. 

E questo futuro senza corse e caccia è sempre meno lontano e diventerà sempre più realtà nel mondo  quanto più  saremo in tanti  a lavorare per renderlo possibile.

E’ l’unione delle forze in un comune fronte antiracing e anticaccia che sta facendo la differenza negli Usa, in Australia, a Macao, in Europa e Argentina, e nel resto del mondo. 

I ringraziamenti miei e di tutta l’associazione vanno, oltre agli ospiti antiracing internazionali e ai soci di Pet levrieri,

  • alle famiglie che sabato hanno adottato i 20 greyhound e lurcher;
  • alle famiglie foster di Nevosa e Kacha;
  • a tutti gli adottanti che sono venuti a trovarci per il piacere di condividere con noi questa giornata di festa e di denuncia;
  • al sindaco di Cesate Giancarla Marchesi e alla Giunta Comunale, che hanno dato il patrocinio alla manifestazione, al consigliere comunale con delega all’Ambiente Luigi Motta, che hanno presenziato alla manifestazione e portato il saluto della Giunta;
  • al presidente dell’associazione Freisian Team Marco Zaffaroni per la fattiva e preziosa collaborazione;
  • alle società 2B1 Group e Exatto ShPk che hanno dato un generose sostegno a questa manifestazione;
  • a Davide Nadalini e Marianna Capurso che si sono dedicati in maniera ineccepibile all’organizzazione logistica della manifestazione, sacrificando le loro vacanze estive;
  • a Norma Fogarty  e Jarlath Kenny che hanno accompagnato in Italia i cani e se ne sono presi cura con sensibilità, amorevolezza e competenza durante tutto il trasporto;
  • a Simone Carminati, partner serio, competente e disponibile, persona su cui sempre si può contare, autenticamente legato a questi cani;
  • a Erika Pozzi, alleata sensibile, operosa e affidabile in tutte le fasi di gestione del trasporto;
  • al Servizio Veterinario della ASL 3 di Monza e Brianza e al Canile Fusi;
  • agli amici di Limerick Animal Welfare, di Erin Hounds e di Galway Society for the Prevention of Cruelty to Animals per aver salvato questi 20 grey e lurcher. Senza il loro impegno, determinazione e passione, questi cani non sarebbero vivi e mai avrebbero conosciuto una vita di amore e rispetto;
  • ai fotografi Christine Rabboni, Sara Boveri, Ivan Tavcar e Joe Gallesi, che sono riusciti a catturare in maniera magistrale e vibrante tutta l’emozione e il coinvolgimento di questa giornata;
  • a Giancarlo Robbiati, che con entusiasmo e operosità ha dato una mano preziosa alla buona riuscita della giornata;
  • ai docenti Anna Botta, Alice Zelaschi, Danilo Monverde e Francesca Ghioni che hanno messo a disposizione il loro tempo e il loro know how per aiutarci nell’importante compito di accompagnare e affiancare gli adottanti nell’accoglienza e nell’inserimento dei levrieri;
  • a Isobel Deeley e  Jeannie Godwin, che hanno fatto da interpreti in maniera magistrale;
  • ai nostri soci Macia e Francesco, che erano presenti con la loro consueta empatica sollecitudine e zelo, nonostante i loro cuori fossero attraversati dal dolore per la scomparsa di Bambi;
  • alla socia Neris Gandini che ha voluto presenziare alla manifestazione nonostante la recente scomparsa della sua amatissima Friday;
  • alle associazioni partner S HRTI O HRTIH e POMOZIMO HRTOVIMA, che fanno un lavoro serio e di qualità sia a livello di adozioni che di diffusione di una cultura antiracing e anticaccia e di rispetto dei levrieri rescue;
  • ai partner di Pet levrieri: il team Haqihana, Sergio Armentano (Stile Levriero), Mapy Volpi (Levrieri di Mapy), Chiara Zizioli e Alessandro Lorenzini (Anima-L),  Giorgia Edantippe (Bianchi Preziosi – Decorazioni su porcellana), Cristina Fortunato (StringArt).

Un ricordo speciale desidero dedicarlo a Bambi e Friday, entrambe ambasciatrici dei levrieri rescue, che rimarranno nel ricordo di tantissimi di noi che hanno avuto la fortuna di conoscerle e amarle.

Infine un grazie a tutti gli amici di Pet levrieri che hanno fatto di tutto per esserci in questa giornata speciale, non solo di festa, ma anche di denuncia e di consapevolezza.

Rivedere “vecchi” adottanti e amici con i loro grey, galgo e lurcher, stracoccolati, è sempre una grande gioia. Se penso che molti di voi non hanno mancato di partecipare, anche se vengono da lontano, ciò mi fa sentire che c’è un legame tra tutti noi che cresce grazie ai levrieri e all’impegno civile antiracing e anticaccia che va mantenuto vivo e fertile.

Un caro saluto a tutti voi.

Stefania Traini

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è Direttore delle Risorse Umane di una multinazionale del settore IT. Per passione personale a luglio 2020 conseguirà il titolo di educatore cinofilo presso la scuola Il Mio Cane.net. Ha partecipato al corso di gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti organizzato da Pet Detective. Nel marzo 2014 adotta “per caso” Sandy, greyhound irlandese e scopre la dura realtà dei levrieri sfruttati nelle corse e nella caccia decidendo così di impegnarsi concretamente nell’Associazione.
Coordina lo Shop Online, collabora con il gruppo Adozioni nelle visite di pre-affido e nelle attività post-affido, partecipa come portavoce di Pet levrieri ad eventi di informazione e divulgazione delle attività dell’associazione. Vive a Milano con il marito Massimiliano, i figli Giorgia e Marco, la grey Sandy, la lurcher Robin e Yughi, un meticcio di oltre 15 anni. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri a titolo assolutamente gratuito.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×