fbpx

Irlanda – Attacchi e molestie da parte dei proracer contro l’hotel sede della seconda Conferenza Mondiale Antiracing

Sostenitori della spietata e crudele industria delle corse dei levrieri – in cui i cani vengono sfruttati, feriti, dopati, mutilati e uccisi – hanno infastidito e minacciato il personale di un famoso hotel del centro di Dublino, il Buswells Hotel, dove si sarebbe dovuta tenere la seconda conferenza mondiale antiracing “Greyhounds Around the Globe“, organizzata da GREY2K USA Worldwide e Irish Council Against Blood Sports, e prevista per il 30 novembre. 

Si “sarebbe” dovuta tenere, perché a seguito di queste molestie e post negativi sui social media, la direzione dell’hotel ha cancellato la prenotazione per la conferenza. 

In una dichiarazione congiunta, GREY2K USA e l’Irish Council Against Blood Sports hanno affermato che non sarebbero stati né scoraggiati né bullizzati da coloro che si lamentavano. Hanno criticato la campagna online, lanciata dai sostenitori del greyhound racing contro la conferenza come un tentativo di “mettere a tacere il dibattito pubblico”. Hanno poi dichiarato che nei prossimi giorni verrà annunciata una nuova sede per la conferenza. 

Non saranno queste minacce e attacchi a fermarci. Anzi, questi attacchi ci rendono ancora più determinati e uniti ed è una prova evidente che siamo percepiti come pericolosi, perché la verità è pericolosa: il greyhound racing è un’industria crudele e anacronistica, che sfrutta, maltratta e uccide almeno 6.000 greyhound all’anno. Un’industria crudele e nociva non solo per i cani, ma anche per la società civile, che si tiene in piedi con più di 16,8 milioni di euro in finanziamenti governativi e ruota intorno al gioco d’azzardo che sfrutta la debolezza umana e produce dipendenza e problemi sociali.

Di seguito la traduzione dell’articolo del Irish Time che ne ha dato la notizia ufficiale. 

L’hotel annulla la conferenza antiracing dopo aver ricevuto abusi

Una conferenza organizzata da gruppi antiracing si è vista cancellata la sua prenotazione da un hotel del centro città dopo che questo ha ricevuto una serie di post negativi sui social media e di telefonate moleste contro l’evento.

“Greyhounds Around the Globe”, una conferenza sui diritti degli animali organizzata in collaborazione con l’Irish Council Against Blood Sports, si sarebbe dovuta tenere al Buswells Hotel il 30 novembre.

Tuttavia, la prenotazione è stata annullata dal noto hotel della città di Dublino dopo i post negativi sulle sue pagine dei social media e dopo che il personale ha ricevuto alcune chiamate calunniose.

Carey Theil, fondatore di un gruppo statunitense che organizza la conferenza, GREY2K USA, ha dichiarato che l’evento andrà avanti dopo che una nuova sede sarà stata trovata. 

Il settore irlandese delle corse dei levrieri è stato oggetto di un crescente controllo negli ultimi mesi a seguito di un documentario di RTÉ Investigates, che ha rivelato l’uccisione di migliaia di cani a causa delle scarse prestazioni. La controversia ha portato diversi sponsor a ritirare il loro sostegno per questo sport.

Un manager del Buswells ha inviato lunedì un’email agli organizzatori della conferenza, GREY2K USA, informandoli che la prenotazione era stata annullata.

“Durante il fine settimana, l’hotel ha ricevuto un gran numero di post negativi su Facebook, che mettono la struttura in una situazione difficile”, ha detto il manager nelle email mostrate dal The Irish Times.

“Questo evento sta screditando l’hotel e danneggiandone la reputazione. L’hotel oggi è stato inondato da telefonate volgari e violente e membri del mio staff sono stati minacciati: questo comportamento sta mettendo l’hotel in una situazione fuori dal normale.
Avendo considerato l’evento e i possibili disagi sia per voi come organizzatori, che per le operazioni quotidiane dell’hotel e la minaccia di proteste da parte del pubblico, abbiamo deciso che esiste un rischio reale e significativo per la salute e la sicurezza dell’hotel, del suo staff e dei partecipanti all’evento. “

Tra i relatori alla prevista conferenza sui diritti degli animali ci sono accademici internazionali, diversi deputati irlandesi e attivisti per il benessere degli animali.

Il Buswells, situato di fronte a Leinster House in Molesworth Street, è famoso per gli eventi cui partecipano esponenti politici e della società civile e per conferenze stampa.

In una dichiarazione congiunta, GREY2K e l’Irish Council Against Blood Sports hanno affermato che non sarebbero stati né scoraggiati né maltrattati da coloro che si lamentavano. La dichiarazione condanna la campagna online contro la conferenza come un tentativo di “mettere a tacere il dibattito pubblico”. Hanno poi affermato che nei prossimi giorni verrà annunciata una nuova sede per la conferenza. 

Un portavoce del Buswells Hotel ha confermato che la prenotazione della conferenza è stata annullata. “Non commentiamo le prenotazioni… Tuttavia siamo stati soggetti a numerosi post negativi sui social media e chiamate offensive” in relazione alla conferenza sui levrieri, ha affermato.

Articolo originale: 
https://www.irishtimes.com/news/ireland/irish-news/hotel-cancels-anti-greyhound-racing-conference-after-abuse-received-

Tags: , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è Direttore delle Risorse Umane di una multinazionale del settore IT. Per passione personale a luglio 2020 conseguirà il titolo di educatore cinofilo presso la scuola Il Mio Cane.net. Ha partecipato al corso di gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti organizzato da Pet Detective. Nel marzo 2014 adotta “per caso” Sandy, greyhound irlandese e scopre la dura realtà dei levrieri sfruttati nelle corse e nella caccia decidendo così di impegnarsi concretamente nell’Associazione.
Coordina lo Shop Online, collabora con il gruppo Adozioni nelle visite di pre-affido e nelle attività post-affido, partecipa come portavoce di Pet levrieri ad eventi di informazione e divulgazione delle attività dell’associazione. Vive a Milano con il marito Massimiliano, i figli Giorgia e Marco, la grey Sandy, la lurcher Robin e Yughi, un meticcio di oltre 15 anni. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri a titolo assolutamente gratuito.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×