fbpx

I GREYHOUND DI MACAO FINALMENTE SANI E SALVI! Grazie a chi ha creduto in noi!


Aggiornato 21 luglio, 19.00
Pubblicato 21 luglio, 9.30

Oggi 21 luglio il Canidrome, il peggiore cinodromo al mondo e l’unico autorizzato in Cina, ha chiuso definitivamente i battenti e i 533 greyhound ancora detenuti al suo interno sono finalmente sani e salvi.  Qui in 55 anni sono stati uccisi tra i 16.000 e i 18.000 greyhound. Da qui nessun cane è mai uscito vivo. È stata per 55 anni la pista con il più alto tasso di mortalità al mondo: in media un morto al giorno e un tasso di incidenti che supera il 20% della popolazione attiva. 

Una duplice grande vittoria!

Due vittorie importanti non solo per il movimento antiracing internazionale, ma anche per la società civile. Un vittoria per i diritti dei greyhound e contro il gioco d’azzardo e i poteri criminali, che sono piaghe dell’umanità.

Due vittorie che concludono la lunga, difficile e delicata campagna internazionale Save the Macau Greyhounds, lanciata e guidata da Anima Macau, Pet levrieri Onlus Italia e GREY2K USA. 

E insieme a questa vittoria è finalmente arrivata anche la terza notizia che aspettavamo: i greyhound del Canidrome verranno affidati ad Anima Macau, sotto il coordinamento dello IACM, l’ufficio del governo locale che gestisce i canili municipali.

Oggi i volontari di Anima hanno varcato i cancelli del Canidrome, iniziando a prendersi cura dei cani

(Link all’articolo: https://www.petlevrieri.it/save-macau-greyhounds/primo-giorno-dei-volontari-di-anima-presso-il-canidrome-primo-giorno-di-liberta-per-i-cani/

Dopo una lunghissima serie di colpi di scena, di momenti di speranza e altri di scoraggiamento, finalmente le autorità di Macao hanno respinto le proposte della proprietà del Canidrome, che avrebbero comportato ulteriori sofferenze per i cani. 

La decisione delle autorità va incontro ai sentimenti della cittadinanza di Macao e dell’opinione pubblica internazionale, ed è stata il frutto appunto della lunga campagna internazionale Save The Macau Greyhounds in supporto ad Albano Martins e ad Anima Macau.

La campagna ha avuto il supporto della band inglese dei Queen, dell’attrice francese Brigitte Bardot, dell’attrice inglese Pauline Mclynn, del deputato verde in Australia Mehreen Faruqi. 

Anche in Italia diverse personalità del mondo dello spettacolo, dello sport e della cultura hanno aderito all’iniziativa “Mettici la Faccia“, lanciata da Pet levrieri onlus, nell’ambito della campagna, tra cui: Ricardo Kaká, Rosita Celentano, Angelo Vaira, Maria Luisa Cocozza, Ivana Spagna, Daniela Poggi, Roger Garth, Fabiola Casà, Andrea Roncato, Silvia Storari, Camilla Filippi, Veronika Logan, Tessa Gelisio, Sabrina Bertini, Ambra Sinagra, Daniele Meucci, Oskar Cecere, Valerio Scanu, Francesco “Ciccio” Merolla, Pierpaolo Spollon, Enrica Merlo, Caterina Silva, Benedetta Cimatti, Luca Caiazzo, Rosaria De Cicco, Valentina Ferrari, Federico Piccinaglia, Linda Cerruti, Francesco Arca, Simone Cercato, Claudia di Biagio, Alea Band, The Traveling Cats feat Dr Faust, Ravabilly & The Sideburns, The Bosco Stompers, Brian Grisetti. 

Dopo la prima fase che ha portato alla chiusura del Canidrome, e la seconda che si è conclusa oggi, si apre ora la terza fase, quella che dovrà dare una casa ai cani.

Non si tratta di un compito facile: si tratta di spostare in sicurezza e nel rispetto delle regole di trasporto internazionali più di 500 cani di taglia grande, trovando loro casa in Europa e negli Usa.

Anima Macau, GREY2K USA Worldwide e Pet levrieri, le associazioni che hanno lanciato e guidano la campagna Save the Macau Greyhounds, hanno raccolto l’adesione di più di 56 rifugi e associazioni di tutto il mondo, pronte ad aiutare nell’adozione, tra cui l’ENPA in Italia.

Pet levrieri Onlus avrà il coordinamento generale del piano di trasporto e adozione dei greyhound in Europa e in particolare in Italia. 

In Italia arriveranno 60 greyhound salvati, i primi a partire da questo autunno. Alcuni di questi hanno già una famiglia pronta ad accoglierli, tra cui la famiglia del presidente di Pet levrieri, Stefania Traini e del marito Massimo Greco, socio fondatore. 


In Europa ne arriveranno circa 200/250  e ci sono già più di 30 i rifugi pronti ad accoglierli e a trovare buone famiglie adottive.

Sono in corso trattative con alcune compagnie aeree per ottenere il loro aiuto nei trasporti sull’Europa e gli Stati Uniti. In Europa abbiamo già individuato gli aeroporti di destinazione, fra cui Milano Malpensa. Il tutto ovviamente nel rispetto delle norme per la movimentazione internazionale di animali.

Non c’è dunque tempo per festeggiare, bisogna continuare a lavorare e preparare le condizioni per l’adozione dei cani, raccogliendo i fondi necessari per i trasporti e cominciando a preparare i cani che andranno sterilizzati, vaccinati, microchippati e dotati della documentazione necessaria. Alcuni di loro, si spera non molti, avranno bisogno di cure veterinarie perché il Canidrome non ha certo avuto la loro salute tra le sue priorità.

Il nostro grazie va a tutti coloro che hanno creduto in noi e nel team internazionale di Save The Macau Greyhounds durante questa lunga e difficile battaglia, la cui vittoria  non era per nulla scontata. Il loro sostegno è stato inestimabile.

Oggi è un giorno di grande gioia per tutti noi!

Brindiamo dunque per avere raggiunto questo risultato, ma subito dopo torniamo al lavoro per loro, per dare una casa per sempre a tutti i greyhound di Macao.

Chi volesse aiutare donando può farlo aderendo alla raccolta fondi: gf.me/u/jhhava

Chi volesse adottare, può scrivere a [email protected] o compilare la domanda di adozione tramite questo link: https://www.petlevrieri.it/save-the-macau-greyhounds/domanda-di-adozione-macau/


Articoli collegati:
https://www.petlevrieri.it/save-macau-greyhounds/come-salvare-i-650-levrieri-del-canidrome-macao-il-peggiore-cinodromo-al-mondo/

https://www.petlevrieri.it/save-macau-greyhounds/chiarimenti-sulla-situazione-della-campagna-per-salvare-i-greyhound-del-canidrome/

 

 

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Macia, vicepresidente e socio fondatore di Pet Levrieri, ha lavorato presso case editrici e oggi collabora in qualità di correttrice di bozze e per la revisione di testi. Nel 2011 ha adottato il suo primo levriero, entrando in contatto con la triste realtà che si cela dietro galgo, grey e lurcher e da qui è nato il suo impegno che condivide con suo marito Francesco, anche lui volontario all’interno dell’associazione. Ricopre il ruolo di Coordinatore del gruppo Adozioni e a ogni arrivo la trovate dietro un tavolo a far firmare moduli agli adottanti.
Vive a Milano con il marito in compagnia di un galgo spagnolo, Rodrigo, e due grey irlandesi, Rosden e Suzie, l’ultima adottata un anno fa.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×