fbpx

Levrieri Cinesi

Prince, King e Phoebe sono tre greyhound rescue, ma non vengono dall’Irlanda né dalla Gran Bretagna. Prince, King e Phoebe vengono da molto lontano, dalla Cina, sono scampati alla morte dopo una vita di maltrattamento. Sono arrivati in Italia il 10 dicembre scorso tramite la nostra associazione e ora sono amati e coccolati nelle loro famiglie adottive.

King e Prince sono stati salvati da attivisti cinesi mentre in un furgone pieno zeppo di altri cani venivano portati al macello.
Le loro condizioni erano molto precarie; anche noi, abituati a immagini e video forti provenienti da paesi come la Spagna o l’Argentina abbiamo fatto fatica a guardare i video che documentano il loro salvataggio.
Phoebe è stata allevata in Cina e sfruttata come fattrice fino allo sfinimento. Poi è stata venduta per il mercato della carne.
Noi come associazione abbiamo deciso di scendere in campo anche in difesa dei greyhound cinesi, salvati  dalle corse illegali, la caccia e la riproduzione e il mercato della carne di cane. 

Come molti sanno in alcune regioni della Cina è diffuso il consumo di carne di cane e peraltro il trattamento riservato ai cani che finiscono in questo giro è veramente abominevole e indegno, ancor prima che vengano macellati.
Tuttavia ci sono molte persone che si battono attivamente per salvare i cani destinati al consumo di carne e per cambiare la situazione: a loro va la nostra stima, il nostro rispetto e nei limiti del possibile il nostro aiuto.


Prince, King e Phoebe arriveranno dunque in Italia, grazie a persone come queste e grazie a Kerry Elliman e al rifugio di Candy Cane Rescue, che si sono attivati da tempo per investigare e far conoscere quello che accade ai greyhound in Cina e e per cercare di offrire un’opportunità di vita decente a questi e altri greyhound.

Le prove e i dati che via via stanno emergendo sullo sfruttamento di greyhound in Cina nel Shanghai Wild Animal Park, per le corse illegali, la caccia e la riproduzione, delineano un quadro alquanto negativo di terribile sfruttamento e maltrattamento e di un vero e proprio traffico di greyhound dall’Australia e dall’Irlanda e UK  alla Cina. 

Soprattutto si sono ottenute prove dell’esportazione di greyhound irlandesi in Cina, contrariamente a quanto l’IGB sostiene e dichiara.

Sono stati esportati negli anni non soltanto greyhound non competitivi, ma anche ex campioni. 
I greyhound irlandesi dalle linee di sangue più pregiate sono venerati come i migliori al mondo e molto richiesti da una nuova generazione di allevatori e proprietari cinesi.

Una quota di questi greyhound finisce nel mercato della carne di cane, quando non può essere più essere sfruttato per altro.
Prince, King e Phoebe sono ora salvi! Ma tanti altri levrieri finiscono ogni settimana nel mercato della carne, facendo una morte orribile.

A giugno torneremo in Cina e porteremo in Italia sani e salvi altre tre levrieri: Rosie, Archie e Sam.

Nel contempo il nostro impegno per i tanti greyhound finiti in Cina non si fermerà qui, ma continueremo ad aiutare a molti livelli, sia nella lotta contro l’esportazione di greyhound Irlandesi dall’Europa al sud-est asiatico, sia sul piano dell’informazione e della sensibilizzazione e delle iniziative civili e politiche, nonché della collaborazione con l’attivismo locale cinese contro lo sfruttamento dei levrieri, sia infine trovando casa in Italia ad altri greyhound cinesi salvati.

Siate con noi anche in questa altra battaglia in difesa dei levrieri. Il vostro aiuto è importante!  Seguiteci, fate sapere, aderite alle iniziative per i greyhound cinesi e se potete donate con causale “greyhound cinesi” tramite questo link: 
Inserire LINK A DONAZIONI

Foto che raccontano e offrono altre prospettive sulla realtà

Ci tengo a invitarvi a guardare queste foto scattate al rifugio a Pechino e a leggere la breve testimonianza che ho scritto. Ho respirato in quel rifugio tanta bella condivisione e sintonia tra i cani e i volontari. Ho avvertito tanta empatia, rispetto e affetto nei gesti, negli sguardi, nei […]

Al rifugio di Pechino con i cani salvati dal mercato della carne.

Pubblichiamo alcuni scatti che raccontano la giornata che abbiamo trascorso, io e Samantha, insieme a Catherine Madry presidente, ed Emelie, volontaria, di Levriers En Détresse Led hanno trascorso presso il rifugio di Pechino, diretto a Yun Xiao DoeDoe, che accoglie e si prende cura dei levrieri e dei cani, salvati […]

Benvenuti in Italia Archie, Sam e Rosie!

CRONACA DEL VIAGGIO PER/DA CINA (greyhound salvati dal mercato della carne di cane) Benvenuti in Italia  Archie, Rosie e Sam! Siamo arrivati. Atterrati puntuali alle 18.40 a Malpensa. Grande l’emozione e il sollievo! Finalmente sono a casa. Finalmente per loro da questo istante in poi la vita sarà all’insegna del […]

Il foster di Phoebe.

Il mio regalo di Natale più prezioso. Fare un foster: aiutare un cane a scoprire un nuovo mondo fino a ieri a lui sconosciuto. Ora, aggiungo io, aiutare gli umani ad essere più felici e in pace con il mondo. È questo che mi sta trasmettendo il foster di Phoebe, […]

Lo sguardo di KING

Il tuo sguardo è un quotidiano romanzo di vita, che racconta tante tante cose e io, Massimo e tutta la banda siamo contenti di poterne ora far parte. King, tu, insieme alla tua storia, al tuo romanzo di vita che da 10 giorni stiamo vivendo insieme, potevi rimanere senza voce, […]

CIAO, IO SONO KING E SONO UN GRAN CANE

Buongiorno, io sono King per chi ancora non mi conoscesse. Sono stato salvato dal mercato della carne in Cina, grazie a Candy Cane Rescue e ai tanti attivisti cinesi, buoni e coraggiosi che si prodigano per salvarci, tra cui Yun Xiao DoeDoe. Eccomi a darvi come promesso aggiornamenti sulla mia […]

CRONACA DEL VIAGGIO PER/DA CINA

CRONACA DEL VIAGGIO PER/DA CINA (greyhound salvati dal mercato della carne di cane) Della serie perché a noi le cose semplici non ci piacciono ? Il volo Pechino -Amsterdam é andato bene, ma é stato complicato atterrare causa neve e sono atterrati con quasi due ore di ritardo. Ma non […]

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Macia, vicepresidente e socio fondatore di Pet Levrieri, ha lavorato presso case editrici e oggi collabora in qualità di correttrice di bozze e per la revisione di testi. Nel 2011 ha adottato il suo primo levriero, entrando in contatto con la triste realtà che si cela dietro galgo, grey e lurcher e da qui è nato il suo impegno che condivide con suo marito Francesco, anche lui volontario all’interno dell’associazione. Ricopre il ruolo di Coordinatore del gruppo Adozioni e a ogni arrivo la trovate dietro un tavolo a far firmare moduli agli adottanti.
Vive a Milano con il marito in compagnia di un galgo spagnolo, Rodrigo, e due grey irlandesi, Rosden e Suzie, l’ultima adottata un anno fa.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×