fbpx

I miei Foster ❤️ Il destino trova sempre la sua strada.

 

 

 

Il destino trova sempre la sua strada. (Publio Virgilio Marone)

Era il 2018, più o meno aprile ?, curiosavo sul web alla ricerca di notizie sui levrieri; ne avevo già adottati due, Chunky e Zeta, quando conosci queste creature ne rimani stregato.

Continuavo in modo compulsivo a spulciare nei siti delle maggiori associazioni per cercare notizie.

Tantissimi levrieri cercavano casa, mi chiedevo se questo orrore sarebbe mai finito, era chiaro che oltre alle adozioni si doveva contrastare in qualche modo chi si arricchiva con il loro sfruttamento.

Entrai nel sito di Pet Levrieri per curiosare, trovai una sezione dedicata alla campagna per la chiusura di un canidrome nel sud est asiatico, a Macao.

Ero entusiasta di questa notizia!

Finalmente qualcuno si adoperava perché questi luoghi di sfruttamento e morte finissero di esistere.

Mi chiedevo…ci riusciranno?

Era un progetto davvero ambizioso con mille difficoltà, un’ impresa titanica.

Come potevo fare per aiutarli?

Di adottare non se ne parlava in quanto mio marito, detto il “Boss”, mi avrebbe messo le valigie fuori del cancello. Dopo l’arrivo di Asia, una piccoletta dalla Puglia, avevo fatto solenne promessa di chiuderla lì, tre era un numero più che sufficiente!!!!

Mi venne in aiuto la sezione dedicata al Progetto Foster!

La famiglia Foster ospitava per un periodo limitato i levrieri in attesa di adozione, fornendo a queste creature alcune competenze di base per vivere al meglio nel loro nuovo contesto di vita, in pratica un ‘Tutor’ per levrieri! ??

Fantastico!!!

Avevo trovato il mio “lavoro”!!! ???

Ora avrei dovuto convincere il Boss!!!

Lo intortai una domenica con un pranzetto da master chef, ???????, la vittoria inaspettata della sua squadra del cuore creò il terreno perfetto per distrarlo, mi disse di sì senza capire in realtà di cosa si trattasse!!! ????

Dopo i colloqui di pre-affido, l’Associazione ritenne che avevamo i requisiti necessari per entrare a far parte del “Progetto Foster”.

Ero ufficialmente una famiglia Foster, avrei accolto un levriero di Macao!!!???…Sempre che tutto fosse andato bene!

C’erano un sacco di variabili e intoppi, non ultimo il rischio che i proprietari dei levrieri decidessero di venderli al mercato della carne.?

In attesa che ogni pezzo di questo enorme puzzle andasse al suo posto iniziai la mia avventura con il primo foster, era un galgo, Caballero. 

Una creatura meravigliosa! ?

Nonostante la vita terribile che aveva avuto traspariva in lui una regalità inusuale, calmo, pacato, dolce ma anche forte, un cavaliere nobile, lo adoravo, dopo qualche settimana fu richiesto da una famiglia stupenda, Monica  divenne la sua mamma, non si poteva sperare di meglio!??❤️

Foster numero due, Rosie, una cinesina salvata da un carro che andava al macello, una grey bellissima, nera come un tizzone, sembrava disegnata con il compasso, proporzioni perfette, un caratterino tutto pepe, bellissima! ? Anche lei adorabile❤️.

Anna e il suo compagno vennero a conoscere Rosie a casa, fu un momento emozionante, appena li vide gli andò incontro felice come se li stesse aspettando!!! Anche questa fu un’adozione bellissima.???

Ci stavo prendendo gusto, io e i miei fidati cani eravamo un team perfetto, i nuovi arrivati si inserivano bene, si rilassavano e andavano nelle loro nuove famiglie pronti e pieni di fiducia nel futuro.

Fu la volta di Verdi, oggi Sir Joseph, un galgo giovane e bellissimo, alto, slanciato, un vero rubacuori! ❤️

La fortunata mami fu Alessandra,  anche con lei vidi la magia, per la consegna andammo a fare una bella passeggiata al fiume, al ritorno non la lasciò un attimo, salì nella sua macchina tranquillo, Verdi aveva già capito!!!

Io gli regalai la sua copertina preferita perché il mio odore lo accompagnasse nel lungo viaggio.

Passarono i mesi e…il sogno era diventato realtà, il cinodromo era prossimo alla chiusura, i cani erano tutti salvi.

Finalmente era stato assegnato il mio Foster di Macao, Rise to me, una piccola folletta nera, frizzantina, simpaticissima, molto intelligente!!!

?Rise to Me, che oggi si chiama Sole, fu richiesta da due ragazzi dolcissimi, la sua mami Ilaria la portò via con sé dopo un bellissima giornata trascorsa in un bosco dove avevamo mangiato e camminato tutti insieme.

Ero felice, avevo portato a termine la mia missione, ora volevo riposare un pochino, anche i miei cani avevano bisogno di un po’ di calma, anche il Boss si stava rilassando: di tanti Foster nessuno era fallito, tutti avevano trovato casa!!!

Puoi svegliarti anche molto presto all’alba, ma il tuo destino si è svegliato mezz’ora prima di te.(Proverbio Africano)

Una telefonata inaspettata, “Anna un ultimo sforzo, ultimo arrivo da Macao, un levriero che deve andare in Francia, solo per qualche giorno. I volontari di Macao ci hanno avvisato che non è in buone condizioni, prima di proseguire il viaggio si deve riposare e recuperare energie”.

Ok, solo qualche giorno però, ho promesso al Boss che staccavo per un po’.

Andai a Milano a prendere il mio ultimo foster, Kamikaze King, grey nero di 10 anni e mezzo.

Quando lo vidi trattenni a stento le lacrime, una creatura allo stremo delle forze. I volontari che lo curavano a Macao ci informarono che rifiutava il cibo e non voleva uscire dalla cella, aveva deciso che BASTA, dopo 10 anni non ne poteva più.

Il suo sguardo mi ferì più che il suo stato fisico.

Ci vollero diversi mesi di cure, l’associazione fu meravigliosa, Kami subì tre interventi, io da parte mia feci il possibile, pappa casalinga, bagni di sole, coccole à gogo, riprese salute e voglia di vivere.

Rimase a Pet Levrieri e fu messo in adozione.

Lo portavo a spasso al fiume, adorava l’acqua, nuotava come una lontra. Una sera camminavamo in un sentiero in mezzo a delle ginestre in fiore, gialle come il sole, lui così nero sembrava un quadro di Van Gogh, lasciai il guinzaglio un attimo per allacciarmi una scarpa, lui fece qualche metro, si fermò, si girò verso verso di me, mi guardò con due occhi gioiosi “Dai mami vieni ti aspetto!!!”

Guardai il Boss, non ci fu bisogno di dire niente, tornai a casa, chiamai Stefania…”vorrei che la mia famiglia fosse anche la sua…per sempre.”

Questa è la storia mia e di Kami, un incontro forse casuale, forse una trama già decisa, quello che è sicuro è che ora siamo insieme e lo saremo per la vita. ❤️ E voi!? Cosa aspettate ad andare incontro al vostro destino? Partecipate al progetto Foster!!! ?

Creature meravigliose vi stanno aspettando!!!

Anna

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è Direttore delle Risorse Umane di una multinazionale del settore IT. Per passione personale a luglio 2020 conseguirà il titolo di educatore cinofilo presso la scuola Il Mio Cane.net. Ha partecipato al corso di gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti organizzato da Pet Detective. Nel marzo 2014 adotta “per caso” Sandy, greyhound irlandese e scopre la dura realtà dei levrieri sfruttati nelle corse e nella caccia decidendo così di impegnarsi concretamente nell’Associazione.
Coordina lo Shop Online, collabora con il gruppo Adozioni nelle visite di pre-affido e nelle attività post-affido, partecipa come portavoce di Pet levrieri ad eventi di informazione e divulgazione delle attività dell’associazione. Vive a Milano con il marito Massimiliano, i figli Giorgia e Marco, la grey Sandy, la lurcher Robin e Yughi, un meticcio di oltre 15 anni. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri a titolo assolutamente gratuito.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×