fbpx

Un birbante di nome Chico ❤️

 

 

 

 

4 anni fa adottavo sti due umani che non ho ancora capito se ci sono o ci fanno ma ci ho pensato io a smuovere un po’ le loro vite.

ll primo giorno tanto per tastare il terreno ho fatto una pisciatina in cucina, ma poi ho capito che bastava guardare fisso negli occhi quello alto per ipnotizzarlo e farmi portare fuori.

Dopo averli studiati per un po’ ho capito che tutto sommato non erano male, avevo cibo e coccole a comando, una casa e una cuccia comoda quindi potevo concentrarmi su me stesso e trovare la mia strada.

Ho iniziato dalla degustazione: insaccati, pane, pizza, croste di formaggio. Secondo i due bipedi i bei tempi sono finiti, mi fa male dicono, ma io ho il mio personal pusher (ciao nonno!).

Col tempo ho capito che il cibo rubato aveva un sapore migliore, ma ci è voluta tanta pratica amici!

La prima volta ho fatto sparire un chilo di straccetti di pollo appena infarinati ma mi hanno beccato subito perché avevo il muso che sembrava mi avesse adottato Pablo Escobar. Ora ho finalmente affinato la tecnica e dovreste vedere le loro facce quando il pane sparisce dalla tavola sotto ai loro occhi!

Un anno fa ho avuto un’insufficienza pancreatica e ci stavo lasciando le penne, ora prendo le medicine e, furti a parte, mangio solo carne cruda…mica male, nonostante tutto!

Mi sono poi dato all’haute couture e ho creato una mia speciale linea di intimo, concept molto basico, buchi con stoffa attorno. Creo un modello nuovo a settimana e la mamma va fuori di testa ogni volta, vanno alla grande.

Appena sveglio ho la seduta di coccole e massaggi, perdo ogni dignità e faccio le facce da scemo ma solo per farli contenti che dopo ho un sacco da fare e non ho tempo per le smancerie.

Alla mattina sto dai nonni, perché la solitudine proprio non fa per me. Faccio una lunga passeggiata col vecchio, mi piace tenermi aggiornato sulle ultime novità e dire la mia, quindi passo più tempo ad annusare e pisciare che a camminare.

Ho 4 fratelli gatti con cui convivo serenamente, comunque sono obesi quindi ogni tanto devo farli correre per farli dimagrire.

Sono molto attivo anche nel sociale, al pomeriggio vado al campetto a farmi inseguire dai miei compari iperattivi, ma figuratevi se riescono a prendermi!

Sono un tipo equilibrato con tutti, ma piccioni e galline mi fanno uno strano effetto.

Ogni tanto mi dedico anche alla recitazione, ho al mio attivo alcune tra le più belle interpretazioni tragiche canine.

Mi piace molto il trekking e la cosa che preferisco di quelle giornate è tornare a casa a dormire!

Mi diletto anche con l’interior design e ho voluto dare un tocco mio alla casa, il portoncino d’ingresso mi sembrava troppo anonimo così ci ho fatto un bel buco. Ora, non vorrei vantarmi ma è uscita un’opera d’arte che Fontana spostati. Oh, e il divano andava cambiato, ma i due non si decidevano quindi l’ho sventrato.

Adoro farmi coccolare dagli sconosciuti, appena tendono la mano mi accascio su di loro… lo faccio perché mi pesa il culo, ma la mamma dice che sono un venduto. Qualcuno può dirmi cosa vuol dire?

Ora vado che ho adocchiato una pagnotta niente male 😉.

Ciao amici, auguro una vita piena di esperienze e di amore ai nuovi arrivati!

Chico

 

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Macia, vicepresidente e socio fondatore di Pet Levrieri, ha lavorato presso case editrici e oggi collabora in qualità di correttrice di bozze e per la revisione di testi. Nel 2011 ha adottato il suo primo levriero, entrando in contatto con la triste realtà che si cela dietro galgo, grey e lurcher e da qui è nato il suo impegno che condivide con suo marito Francesco, anche lui volontario all’interno dell’associazione. Ricopre il ruolo di Coordinatore del gruppo Adozioni e a ogni arrivo la trovate dietro un tavolo a far firmare moduli agli adottanti.
Vive a Milano con il marito in compagnia di un galgo spagnolo, Rodrigo, e due grey irlandesi, Rosden e Suzie, l’ultima adottata un anno fa.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×