fbpx

Tamoko ❤️ …La promessa!

 

 

LA PROMESSA – 27 marzo 2019 – Bettina Frei-Hilligardt

Macao, settembre 2018

Stefania, Gavin ed io varchiamo il cancello del famigerato canidrome. Ricordo bene la sensazione provata in quel momento. Un pugno allo stomaco, un misto di sollievo, rabbia, tristezza e paura. Sollievo perché finalmente era finita, rabbia per tutti i grey che in quell’inferno erano morti, tristezza nel vedere le condizioni in cui questi cani hanno vissuto e stavano ancora vivendo, paura di non riuscire a gestire le emozioni che mi stavano travolgendo come un treno in corsa.

In quei 4 giorni abbiamo visto tanti cani, tutti fantastici, alcuni così allegri da strapparti un sorriso. Ma uno in particolare mi ha colpito. Non per la sua allegria e nemmeno per la sua bellezza. Ho incrociato lo sguardo di Dand Rat e ho colto solo rassegnazione. Davanti a me non c’era un grey fiero ma un corpo vuoto.

In quei 4 giorni sono andata più volte nel Kennel 2 a trovarlo nella sua cella, la 46.

A quel cane io ho fatto una promessa. La promessa di una vita fuori da quel luogo orribile, una vita di amore e soprattutto di rispetto in una famiglia tutta sua.

Allora non sapevo ancora che quella famiglia sarebbe stata la mia.

Tamoko è arrivato il 23 gennaio 2019. L’attesa è stata lunga e ho pregato ogni giorno che non mollasse.

Ora tutti i giorni sono una scoperta. Vederlo aprirsi al mondo con grande coraggio mi rende felice.

La prima passeggiata nei boschi, l’incontro con animali mai visti prima, il rumore del tagliaerba, la conquista delle scale e del letto, il primo cappuccino e brioches in città, l’iniziale paura del buio, il primo furto in cucina, i suoi lunghi discorsi per farmi capire che forse è ora di mettere qualcosa sotto i denti…

Queste sono solo alcune delle conquiste di questi primi due mesi di vera vita.

La conquista più grande però l’ha fatta superando il delicato intervento chirurgico subito 3 settimane fa. In quel frangente, nonostante i veterinari tentavano di farmi capire che forse non ce l’avrebbe fatta, lui, il mio grandissimo guerriero Tamoko, ha tirato fuori il suo carattere. Ha combattuto come un leone per tornare a casa dalla sua famiglia.

Ora, quando lo guardo, non vedo più quel grey che ho incontrato a settembre nel canidrome.

Ora, quando lo guardo, vedo un grey curioso, fiero, bello. A volte riesco ancora a scorgere un po’ di tristezza nei suoi occhi, ma basta chiamarlo con il suo nome e quel velo di passato sparisce immediatamente.

Tamoko mi ha cambiato la vita. Averlo visto dietro a quelle sbarre e vederlo ora spaparanzato sul letto mi ha fatto capire quanto questi cani siano speciali. Loro sanno mettere da parte il passato, per quanto sia stato brutto, ed iniziare a vivere veramente. Essere accano a lui, nel suo percorso di rinascita, fa sentire un po’ speciale anche me. Sono onorata di poter fare un pezzo di strada insieme a lui … spero che sia lunga e piena di avventure fantastiche.

Oggi, mentre sto scrivendo, gli ultimi grey lasceranno il canidrome. 532 cani sono stati portati in salvo in 8 mesi… e poi scenderà il silenzio su questo luogo orribile.

Tamoko la mia promessa a te è stata mantenuta.

Benvenuto a casa guerriero, ora goditi ogni istante!

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è Direttore delle Risorse Umane di una multinazionale del settore IT. Per passione personale a luglio 2020 conseguirà il titolo di educatore cinofilo presso la scuola Il Mio Cane.net. Ha partecipato al corso di gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti organizzato da Pet Detective. Nel marzo 2014 adotta “per caso” Sandy, greyhound irlandese e scopre la dura realtà dei levrieri sfruttati nelle corse e nella caccia decidendo così di impegnarsi concretamente nell’Associazione.
Coordina lo Shop Online, collabora con il gruppo Adozioni nelle visite di pre-affido e nelle attività post-affido, partecipa come portavoce di Pet levrieri ad eventi di informazione e divulgazione delle attività dell’associazione. Vive a Milano con il marito Massimiliano, i figli Giorgia e Marco, la grey Sandy, la lurcher Robin e Yughi, un meticcio di oltre 15 anni. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri a titolo assolutamente gratuito.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×