Sono stata adottata da un levriero, una storia incredibile fra me e Lord Grey.

 

 

 

La vita non sempre è facile, a volte ti crolla tutto addosso proprio quando pensavi di essere finalmente arrivata alla pensione ed ad aver raggiunto un equilibrio.

Mio figlio era molto preoccupato della mia solitudine ed ad una tendenza ad isolarmi da tutti. Mi ha suggerito di adottare un cane. Per non deluderlo ho accettato di fare domanda di adozione a Pet Levrieri per un Greyhounds di Macao. Ero quasi certa che non l’avrebbero accettata per la mia età e perché pensavo che non sarei mai stata così fortunata ad avere questo privilegio.

Quando abbiamo potuto esprimere la nostra preferenza attraverso un piccolo profilo e qualche fotografia , come un ‘ attrazione inspiegabile abbiamo senza esitazione scelto Genius . Com .

Da quel momento la mia vita è cambiata ! Ho incominciato a fare il conto alla rovescia dei giorni che avrei dovuto attendere per il suo arrivo , avessi potuto sarei volata ad Hong Kong per andarlo a prendere subito.

Ho ritrovato immediatamente l’entusiasmo che avevo perso per la Vita.

Ho incominciato a preparare cuscinoni, cappottini, scalda collo, un vero corredo ! A Natale sotto l’ albero c’erano più pacchetti per Genius che per la famiglia !

Avevo avuto già altri cani in passato, ma temevo di non essere in grado di gestire un cane di 7 anni che non aveva avuto relazioni affettive con le persone ma aveva solo eseguito gli ordini impartiti.

Quando è finalmente arrivato ho avuto un unico immediato sentimento : tanta pena .

Era sottopeso di quasi sette chili, aveva piaghe sanguinanti sulle cosce, zoppicava per un problema di corn alla zampa, ma nel suo sguardo c’era solo dolcezza e si è immediatamente abbandonato nelle nostre braccia come se ci conoscessimo da sempre.

Aveva affrontato un viaggio lunghissimo era piombato in un mondo sconosciuto ma col muso cercava la mia mano.

Le nostre vite sono cambiate !

Abbiamo scelto un nuovo nome Lord proprio per i suoi modi garbati e delicati.

Ora è con me da due mesi, essendo arrivato il 25 gennaio, ed è « un figlio unico » quindi non ha avuto l’aiuto di altri fratelli per comprendere il nuovo mondo.

La prima cosa che ha imparato è il magico » clic » del frigorifero, la fame atavica lo caratterizza. Ha imparato il suo nuovo nome, ma non serve chiamarlo perché è la mia ombra. Mi segue costantemente, mi accompagna in tutto ciò che faccio e controlla tutto anche come carico la lavatrice o trapianto i fiori.

Pensavo di dovergli insegnare molto ed invece le parti si sono invertite : è lui che ,giorno dopo giorno, mi insegna a non avere fretta, a fermarmi ad osservare ed ascoltare la natura: il cinguettio di un uccellino, il vento fra le fronde, il profumo di un fiore, un raggio di sole che riscalda. Mi sta insegnando a guardare il’mondo Che ci circonda senza dare nulla per scontato e a ritrovare le emozioni.

Dormiamo nella stessa stanza ma ognuno nel suo spazio , non per divieti , ma per sua libera scelta. Spesso durante la notte si avvicina con discrezione e mi sfiora quasi per avere conferma che ci sono e che sto bene. Nessuno mai aveva avuto tanta tenerezza nei miei confronti !

E’ molto socievole con tutti e mi ha coinvolta nella sua espansività ad aprirmi verso il prossimo.

Non ha ancora imparato a salire le scale e in auto ma penso sia una scusa per farsi spingere.

Ogni giorno puntuale mi ricorda che è l’ora della passeggiata nei boschi intorno a casa, si adegua al mio passo e se mi fermo aspetta paziente. Nel grande giardino di casa a volte scatta di corsa con un entusiasmo ed una felicità che mi commuovo.

Per ora non ama molto i giochi ma, scusatemi, è un Lord !

Fra noi c’è molto rispetto, a volte non devo essere invadente e rispettare i suoi spazi, è lui stesso che me li concede quando lo reputa necessario.

Ha intuito che a volte ho male ad un’ anca e delicatamente appoggia il suo muso, pur essendo scomodo rimane a lungo a sonnecchiare su di me quasi come volermi attenuare il dolore.

Quasi per caso è entrato nella mia vita un vero compagno, un Lord, che mi sta donando se stesso.

Anna Maria

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,