Palmadita “50 volte il primo bacio”

L’ 11 marzo 2017 sei arrivata in Italia con il tuo amico Hoover, siamo venuti a prendervi per portarvi a casa con noi, eravamo la vostra famiglia foster. 

Eravate entrambi denutriti, Hoover era stressato, gli mancava il pelo, tu eri terrorizzata, un cane ad alto rischio fuga. 

Non è stato facile con voi due: non mangiavate nulla e ce ne siamo inventate di ogni per riuscire a farvi aumentare anche di pochi etti. La vita prima del rifugio e in rifugio vi aveva segnati molto… 

Tu, Palmadita, eri soprannominata “50 volte il primo bacio” come il film di quella ragazza che ogni notte, dormendo, resettava tutto dalla sua mente, anche tu, quei piccoli progressi che facevi durante la giornata, di notte li cancellavi tutti e ogni giorno ripartivamo alla conquista della tua fiducia…

Così per quasi due mesi… 

Poi hai iniziato a lasciarti un pochino andare, eri comunque frenata e spaventata da tutto. 

Hoover ha trovato casa prima di te ed è andato dalla sua mamy Daniela G. mentre tu sei rimasta con noi e con Zivago, la nostra prima adozione dopo tanti foster. 

Eravate un bel trio, tu sei sempre andata d’accordo con cani e gatti. Il tuo vissuto ti ha portata ad avere fiducia dei tuoi simili, ma a non fidarti delle persone.

Ricordo ancora quando guardavo le foto di te a Scooby, col tuo maglioncino rosso ed eri con il tuo migliore amico, un pastore dei Pirenei anziano, così grande lì con te nel paddock e tu così piccola lo invitavi al gioco e lui ti accontentava, giocavate insieme e lui era delicato e paziente…

Ora non c’è più, lui è morto di vecchiaia a Scooby. 

Il tempo passava, la tua famiglia per sempre non arrivava e nel frattempo ti fidavi sempre più di noi.

Come potevamo tradire la tua fiducia? Non volevo che tornassi ad essere “50 volte il primo bacio”. 

Il 14 giugno siamo diventati la tua famiglia per sempre! 

La fiducia e il legame che abbiamo creato è di piena fiducia e ora puoi camminare a fianco senza guinzaglio, ora ti lasciamo libera di correre nei campi e tu torni sempre da noi con il sorriso soddisfatto di chi sembra volerti raccontare quello che ha visto.

Ora sei una cozza, quando siamo sul divano devi per forza stare in braccio o attaccata a noi, infili il tuo nasino lungo e umido tra i capelli ed il collo, ora mangeresti in qualunque momento della giornata e quando siamo a tavola fai di tutto per farti allungare qualcosa da mangiare. 

Sei buffa, simpatica, coccolona e sei la nostra Palmadita, sei il nostro amore insieme ai tuoi fratelli Zivago e Julian, ultimo arrivato nella nostra famiglia, ma questa è un’altra storia… 

Ti amiamo tanto e ogni giorno siamo fieri di quello che sei diventata.

Un anno di te, Palmadita

Roberta e Giovanni

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,