fbpx

FINALMENTE …MAI COSì VICINI

Oggi è stata una giornata eccezionale nell’eccezionalità del periodo che stiamo vivendo. Una giornata piena di gioia e di belle emozioni, che ci rimarranno per sempre nel cuore.

Oggi 16 maggio 2020 i primi 20 greyhound e lurcher, salvati e accuditi in questi mesi dai rifugio irlandesi Limerick Animal Welfare (LAW) e GalwaySPCA, con cui collaboriamo, sono finalmente arrivati in Italia e sono stati consegnati alle loro famiglie adottive.

Questi levrieri, tutti con famiglia, erano rimasti bloccati nei rifugi a partire da fine febbraio a causa dei lockdown conseguenti all’emergenza sanitaria internazionale #COVID19.

Oggi finalmente sono potuti arrivare in Italia tramite trasporto internazionale autorizzato e raggiungere le loro case per sempre.

Realizzare tutto questo e farlo nel rispetto dei vincoli normativi dei tre paesi coinvolti e nella massima sicurezza e rispetto per la salute delle persone e dei cani è stato complesso e difficile.

Ha richiesto un lavoro delicato e scrupoloso per ottenere tutte le condizioni e le autorizzazioni idonee, ed è stato l’esito di un grandissimo lavoro di squadra, che ha coinvolto insieme a noi tutti i nostri partner: i rifugi, la ditta di trasporti, le autorità sanitarie competenti, la struttura di destinazione, le famiglie adottive, le associazioni slovene e croate, la rete delle famiglie foster.

Il trasporto, l’arrivo in Italia e la consegna alle famiglie si sono svolti secondo un rigoroso protocollo di sicurezza come previsto dal DPCM del 26 aprile 2020, rispettando rigorosamente le misure del distanziamento sociale, le misure igienico-sanitarie per le persone e i materiali, il divieto di assembramento e le restrizioni sugli spostamenti.

Desideriamo ringraziare tutti coloro che ci hanno aiutato a rendere possibile tutto ciò. I ringraziamenti sembrano quasi un rito, e invece, sono, e in una giornata come quella di oggi in modo speciale, un doveroso e sentito riconoscimento per chi ha permesso che queste 20 anime abbiano potuto iniziare la loro nuova vita.

Grazie dunque:

– a Marion Fitzgibbon, Marie O’Connor e tutto lo staff di LAW, a Emma O’Brien e il team di GSPCA, per aver gestito con grandi sacrifici e irrinunciabile premura e rispetto per i cani l’emergenza di questi mesi, e per la coraggiosa, appassionata e indefessa attività di salvataggio dei greyhound e lurcher e di difesa dei loro diritti che svolgono da anni in Irlanda. A loro va la nostra rinnovata stima e riconoscenza.

– alla ditta dei trasporti Carminati srl, in particolare a Simone Carminati, partner e professionista serio, competente e disponibile, persona su cui sempre si può contare, autenticamente legato a questi cani;

– al Dipartimento di Prevenzione Veterinaria ATS Monza Brianza per la collaborazione, la gentilezza e l’efficiente assistenza veterinaria;

– a Claudio, Peppino e Monica del Canile sanitario FusI per la disponibilità e la professionalità che sempre ci garantiscono;

– alla presidente della ENPA – Ente Nazionale Protezione Animali Carla Rocchi per il supporto saggio, competente e disponile che ogni volta ci garantisce;

– a Erika Pozzi, alleata sensibile, operosa e affidabile in tutte le fasi di preparazione del trasporto;

– agli autisti Fabrizio e Davide, professionisti seri e di esperienza, una garanzia di sicurezza per il trasporto e per i cani;

– a tutti i soci di Pet levrieri Onlus che in tutti questi mesi e oggi hanno lavorato con grande serietà, entusiasmo, responsabilità e affiatamento, dando prova di grande spirito di squadra;

– a tutte le famiglie adottive, che hanno saputo attendere con pazienza e gran senso di collaborazione e rispetto verso il lavoro nostro e dei rifugi;

– all’amica e professionista Alice Zelaschi, agevolatrice della relazione umano-animale, che ha condotto come docente un prezioso ciclo di webinar cinofili dedicati agli adottanti;

-alle associazioni partner S Hrti O Hrtih e Udruga za udomljavanje hrtova Honey , che fanno un lavoro serio e di qualità sia a livello di adozioni che di diffusione di una cultura antiracing e anticaccia e di rispetto dei levrieri rescue;

– a Gabriele e Francesca di Haqihana, che non potendo esserci fisicamente ci hanno comunque preparato con particolare cura tutti i kit pettorina e guinzaglio per la conduzione dei cani;

– a Sabatino Mesisca, per il suo prezioso aiuto in quanto tassista di esperienza, alleato prezioso, serio e molto empatico e rassicurante per i cani, e con una positività contagiosa;

– alla Farmacia Dott.ssa Re Cinzia per averci donato parte dei DPI.

– al socio e fotografo Alessio Bottiroli per aver catturato tutta l’emozione di questa giornata indimenticabile .

L’impegno che con oggi le 20 famiglie adottive si sono assunte è di donare e garantire a ciascuno di questi levrieri quella VITA DI AMORE E RISPETTO, di cui sono stati scippati fin dalla loro nascita, sfruttati e maltrattati nel mondo del greyhound racing e del coursing.

Auguriamo a Kyle, Fluke, Larry, Leonard, Leah, Sam, Champ, Maxi, Eric, Suzie, Fonda, Hepburn, Rusk, Bahati, Marley, Finn, Mouse, Meena, Minty e Prince,e alle loro rispettive famiglie adottive una vita insieme, fatta di una quotidianità che si arricchirà giorno dopo giorno di tante esperienze uniche, positive e irrinunciabili.

Buona vita a loro e alle loro famiglie!

Vi salutiamo con questa frase di Roy T. Bennett: “Resta forte, sii positivo e non mollare mai”.

 

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è Direttore delle Risorse Umane di una multinazionale del settore IT. Per passione personale a luglio 2020 conseguirà il titolo di educatore cinofilo presso la scuola Il Mio Cane.net. Ha partecipato al corso di gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti organizzato da Pet Detective. Nel marzo 2014 adotta “per caso” Sandy, greyhound irlandese e scopre la dura realtà dei levrieri sfruttati nelle corse e nella caccia decidendo così di impegnarsi concretamente nell’Associazione.
Coordina lo Shop Online, collabora con il gruppo Adozioni nelle visite di pre-affido e nelle attività post-affido, partecipa come portavoce di Pet levrieri ad eventi di informazione e divulgazione delle attività dell’associazione. Vive a Milano con il marito Massimiliano, i figli Giorgia e Marco, la grey Sandy, la lurcher Robin e Yughi, un meticcio di oltre 15 anni. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri a titolo assolutamente gratuito.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×