fbpx

Domenica 18 Febbraio. A spasso con il cane ai Laghi Sant’Anna. Evento in collaborazione con Pet Levrieri

STORIA DEL LUOGO Il progetto nasce nel 2009 come ripristino di un’area in cui si svolgevano attività estrattive di materiali inerti. La zona, conosciuta da tutti come i Laghi di Sant’Anna è localizzata sulla riva destra del fiume Panaro tra l’Autostrada e la Via Emilia e comprende diversi specchi d’acqua originati da attività estrattive, colonizzati da numerose specie animali e vegetali. L’area di circa 275 ettari, è morfologicamente suddivisa in 3 zone distinte: l’area nord che si estende a fianco dell’abitato di Sant’Anna, l’area centrale alla quale si accede da Via Bosco e l’area sud in corrispondenza della località San Gaetano. Quest’area è identificata, all’interno del circuito Rete Natura 2000, come Cassa di espansione del Fiume Panaro e rientra nel progetto che trae origine da una direttiva dell’Unione europea finalizzata alla conservazione della diversità biologica e, in particolare, alla tutela di una serie di habitat e di specie animali e vegetali rari. ITINERARIO ESCURSIONISTICO Si parte dalla piccola località di Sant’Anna percorrendo per un brevissimo tratto il sentiero CSC-3, dopo un centinaio di metri lo lasceremo per proseguire in una strada di cavedagna camminando in mezzo ad un bellissimo vigneto. Saliremo sull’argine del Fiume Panaro, percorrendolo per un buon tratto passando in prossimità di S. Gualberto, Molza, Cascina Bosco e S. Antonio fino ad arrivare ai bei laghi dove ci riposeremo e potremo pranzare al sacco. Si tornerà facendo il sentiero CSC-3 fino al parcheggio. Gli istruttori Rita Lucchese e Silvia Tamanti di Dog’s Time ASD, durante la passeggiata vi supporteranno nella gestione del guinzaglio, delle distanze e dei momenti in libertà. IMPORTANTE: L’itinerario non presenta particolari difficoltà, il sentiero è prevalentemente in piano, tuttavia è consigliabile indossare scarpe da trekking con suola scolpita poiché alcuni tratti del percorso possono essere fangosi. DURATA: circa 3,5/4 ORE compresa la pausa COSTO: 15 € a cane (il secondo cane dello stesso nucleo famigliare paga la metà). TESSERA SOCI: 15 € (Sparta Asd) valevole 365 giorni per tutte le attività Sparta e Dog’s Time La quota di partecipazione e l’eventuale quota per la tessera associativa a Sparta, verrà corrisposta il giorno dell’evento. In caso di disdetta oltre le 72 ore antecedenti l’evento o di mancata partecipazione, la somma dovrà essere comunque corrisposta secondo le modalità di volta in volta concordate. CHIUSURA DELLE ISCRIZIONI: 15/02/2018 COSA PORTARE: (Cane) Ciotola, acqua, premietti e copertina, per chi lo possiede guinzaglio 3/5 metri, consigliabile l’uso della pettorina. (Bipedi) Abbigliamento adeguato alla stagione, foulard, berretto, scarpe da trekking, acqua e cibo al sacco. Questo evento è in collaborazione con PET LEVRIERI e il 30% del ricavato sarà devoluto all’associazione. Adatto ai bambini Per ulteriori informazioni contattare i seguenti recapiti: (Rita) +39 333 6049839 oppure (Monica) +39 328 8226325 Per iscriversi inviare un email: monica.zerbini68@gmail.com

Tags: , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è Direttore delle Risorse Umane di una multinazionale del settore IT. Per passione personale a luglio 2020 conseguirà il titolo di educatore cinofilo presso la scuola Il Mio Cane.net. Ha partecipato al corso di gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti organizzato da Pet Detective. Nel marzo 2014 adotta “per caso” Sandy, greyhound irlandese e scopre la dura realtà dei levrieri sfruttati nelle corse e nella caccia decidendo così di impegnarsi concretamente nell’Associazione.
Coordina lo Shop Online, collabora con il gruppo Adozioni nelle visite di pre-affido e nelle attività post-affido, partecipa come portavoce di Pet levrieri ad eventi di informazione e divulgazione delle attività dell’associazione. Vive a Milano con il marito Massimiliano, i figli Giorgia e Marco, la grey Sandy, la lurcher Robin e Yughi, un meticcio di oltre 15 anni. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri a titolo assolutamente gratuito.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×