fbpx

Vaira: ho chiesto al Papa pace per gli animali. Lui mi ha risposto: «Hai ragione». Vi racconto il mio incontro con il pontefice.

 

 

(Riportiamo fedelmente l’articolo apparso sul Corriere del 12.10.2018)

 

Ho chiesto al Papa pace per gli animali. Lui mi ha risposto: «Hai ragione»

Vi racconto il mio incontro col pontefice.

Gli ho parlato della questione animale e delle conseguenze che ha sull’ambiente in cui viviamo e sulle persone

 
Ho chiesto al Papa pace per gli animali. Lui mi ha risposto: «Hai ragione»

Il posto speciale che ci hanno riservato proprio davanti alla scalinata della Basilica, mi ha permesso di dirgli che ero arrivato a piedi da Assisi per consegnare nelle sue mani l’amore di San Francesco per gli animali.

Mentre gli tenevo stretta la mano gli ho anche detto che la questione animale è di estrema importanza, non solo per evitare loro sofferenze atroci e inutili, ma anche per frenare la deforestazione, l’inquinamento, la mancanza di acqua e cibo.

Mi ha risposto «hai ragione», fissandomi negli occhi.

E lo ha ripetuto ancora una volta: «hai ragione».

Gli ho quindi consegnato la lettera e pregato di leggerla.

E lui… mi ha chiesto di Jean Pierre, uno dei tre cani che mi accompagnava assieme a Rosita Celentano.

Jean Pierre he un cane disabile, ha un problema alle zampe posteriori.

E il carrellino con cui si sposta lo ha incuriosito: «Lo avete sistemato bene con quel trabiccolo».

 

Aver potuto realizzare la camminata simbolica, e aver potuto condividere questa inusuale esperienza insieme a presenze importanti come Padre Guidalberto Bormolini, essere riusciti a scambiare anche brevemente quelle poche ma significative battute e aver ricevuto la conferma dell’attenzione del Papa verso l’ambiente, l’ecologia e gli animali, ci ha ovviamente riempito il cuore di soddisfazione e orgoglio per la riuscita della nostra impresa.

Ma l’argomento è complesso e troppo importante per non cercare di approfondirlo e confidiamo in una udienza privata per la prossima occasione di incontro con il Pontefice.

Però sentiamo di aver aperto una strada.

Il #camminoperglianimali si ripeterà.

Attorno al 4 ottobre, data di San Francesco e giornata mondiale per i diritti degli animali, mi rimetterò in cammino.

Ogni anno. E dal 2019 chiunque lo voglia potrà unirsi a me, per camminare insieme, parlare, meditare in silenzio, vivere una dimensione, quella del «camminare» che abbiamo perso, ma che si può ritrovare facilmente.

La meta? Sì certo ce n’è una esteriore, piazza San Pietro.

Ma ce n’è una anche interiore.

In diversi momenti di questo cammino sapevo di essere arrivato in fondo al mio stesso cuore.

 

Clicca sul link per visualizzare il VIDEO:

https://video.corriere.it/con-angelo-vaira-orme-san-francesco/d713ebb6-ca0e-11e8-8417-701d201b7018

 

 
Fonte: Corriere.it
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Macia, vicepresidente e socio fondatore di Pet Levrieri, ha lavorato presso case editrici e oggi collabora in qualità di correttrice di bozze e per la revisione di testi. Nel 2011 ha adottato il suo primo levriero, entrando in contatto con la triste realtà che si cela dietro galgo, grey e lurcher e da qui è nato il suo impegno che condivide con suo marito Francesco, anche lui volontario all’interno dell’associazione. Ricopre il ruolo di Coordinatore del gruppo Adozioni e a ogni arrivo la trovate dietro un tavolo a far firmare moduli agli adottanti.
Vive a Milano con il marito in compagnia di un galgo spagnolo, Rodrigo, e due grey irlandesi, Rosden e Suzie, l’ultima adottata un anno fa.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×