I Rifugi

Tutti i levrieri che diano in adozione, greyhound, galgo e lurcher,  provengono da quattro rifugi, tre situati in Irlanda e uno in Spagna.

Per quanto riguarda i greyhound e lurcher, la nostra associazione non ha alcun contatto con l’industria delle corse (racing e coursing) che li sfrutta, e in particolare con l’IGB, l’ente corse irlandese che gestisce l’industria, e con il suo programma di adozioni IRGT, che riteniamo essere soltanto una foglia di fico e un modo per farsi marketing facile sulla pelle dei greyhound.

Tutti i cani provengono da tre rifugi irlandesi antiracing e indipendenti che provvedono non soltanto al loro benessere fisico, ma si occupano anche del loro benessere psicologico.


Questi rifugi sono Limerick Animal Welfare, Galway SPCAErin Hounds. 

I galgo e i podenco provengono invece dal rifugio spagnolo Protectora y sanctuario Scooby. 

Limerick Animal Welfare Sanctuary
E’ una charity riconosciuta in Irlanda, fondata nel 1983 da una donna straordinaria, Marion Fitzgibbon, che da sempre si batte in maniera indipendente e contro l’IGB e l’industria delle corse per salvare i greyhound e i lurcher, ottenere leggi di tutela e di riconoscimento dei levrieri come animali d’affezione In Irlanda e far punire i reati commessi. 

Il santuario è dedicato al salvataggio e alla cura dei tanti animali, abbandonati e maltrattati nella contea di Limerick: non solo greyhound e lurcher, ma tutti i cani in generale, e ancora gatti, cavalli, asini, qualsiasi animale non venga rispettato e abbia bisogno di essere difeso, salvato, curato e restituito ad una vita di dignità, rispetto e amore.

La Protectora y sanctuario Scooby
E’ il più grande ente di protezione animale e santuario della Spagna. Comprende quattro rifugi: Medina del Campo, Valladolid, Zamora e Palencia.

Nelle diverse strutture sono ospitati di media 600 esemplari, soprattutto cani, ma anche gatti e circa 200 animali da fattoria. Nel periodo successivo alla fine della stagione di caccia, che determina l’abbandono in massa dei galgo, possono essere ospitati nelle sedi della Protectora fino a 900/1000 esemplari.

La Protectora Scooby è nata più di trenta anni fa ed era, inizialmente, un rifugio dedicato ai cani abbandonati nella zona di Medina del Campo, provincia di Valladolid.

A metà degli anni ’90 , con l’attuale presidente Fermin Perez, la Protectora Scooby ha portato sotto i riflettori le atrocità commesse nei confronti dei galgo spagnoli e ha iniziato a svolgere una sistematica e coraggiosa opera di denuncia. Il lavoro della Protectora Scooby da allora è cresciuto molto e ha assunto una dimensione internazionale.

Per la prima volta nel 2015 Scooby è riuscita a fare in modo che il numero di cani e gatti dati in adozione, ben 1138, superasse quello degli animali entrati in rifugio. Ma la situazione in Spagna e ben lontana segnare miglioramenti. Il 2017 è stato un anno terribile, uno dei peggiori di sempre per numero di abbandoni in tutto il paese.

Ogni giorno, arrivano nei rifugi della Protectora una media tra i 4 e i 5 animali abbandonati. La fine della stagione venatoria a febbraio e la primavera, che vede il picco delle nascite di cucciolate indesiderate, sono i due momenti critici dell’abbandono.

Scooby ha risorse limitate ed è finanziata principalmente attraverso donazioni di privati ed associazioni straniere, soprattutto situate Olanda, Francia, Germania e Italia.