Vittime di Spagna

 

Una galga, arrivata qualche giorno fa, al rifugio di Scooby in pessime condizioni di salute è l’ennesima vittima della terribile situazione in cui versano i galgo di Spagna.

Da circa due mesi era stata avvistata vagante intorno a due cittadine nei pressi di Salamanca, nella regione di Castilla e Léon, una delle zone più tristemente note per i numerosi abbandoni e uccisioni di galgo. Svariate volte i volontari della Protectora y Sanctuario Scooby avevano provato a salvarla, ma invano.
Era troppo spaventata e non si lasciava avvicinare.

Molto probabilmente, poi, è stata investita da un’auto, come spesso avviene ai galgo abbandonati e vaganti. Alla fine, ferita e non più in grado di nutrirsi e di procacciarsi del cibo a causa del dolore e delle sue pessime condizioni, dopo svariati giorni è crollata e si è lasciata prendere.

Adesso si trova nel rifugio di Scooby, il suo stato si è rivelato da subito molto grave, c’era il rischio che non potesse farcela, e invece, per fortuna, Blanca (questo il suo nome adesso) ha dimostrato di essere molto forte. Sta piano piano recuperando. La ferita che aveva sul lato sinistro della faccia si sta cicatrizzando anche se purtroppo, molto probabilmente, perderà l’occhio sinistro. E’ ancora un po’ debole ma nel giro di poco riacquisterà le forze. Forza Blanca siamo tutti con te!

Sempre pochi giorni fa i volontari di Scooby hanno recuperato altri quattro galgo vaganti nei pressi di Ciudad Rodrigo (Salamanca), sono tutti senza microchip e uno di loro ha una zampa rotta.

Gli abbandoni di galgo sono continui ed estenuanti in tutti i mesi dell’anno. Si intensificano a fine gennaio e a febbraio con la chiusura della stagione di caccia, tuttavia, in Spagna, c’è ancora chi nega l’evidenza sostenendo che in realtà gli abbandoni sono pochissimi.

 

 

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,