Vi invitiamo a firmare e divulgare tutte queste petizioni contro il mercato della carne di cane e di gatto.

Fight Dog Meat è un’organizzazione  che lotta per abolire il commercio di carne di cani e gatti in tutta l’Asia, in Africa ed altri paesi  e che contribuisce a “spingere” la promulgazione di leggi sulla protezione degli animali. Come lo fanno? Attraverso lettere governative,  petizioni, i rally e le campagne, e promulgando eventi mondiali anti-dogmeat. In questo modo Fight Dog Meat continuerà ad aumentare la consapevolezza delle persone verso i cani,  i gatti ed altri animali che sono impietosamente intrappolati nel commercio di carne degli animali da compagnia e nel commercio di pellicce.   Vi invitiamo a firmare tutte queste petizioni contro il mercato della carne di cane:   VIETNAM Nonostante il lavoro che il Vietnam sta facendo per impedire il contrabbando illegale di cani e gatti provenienti da  Thailandia e Laos, il fenomeno ancora persiste e molti cani e gatti riescono ad entrare nel Paese. In Vietnam, un sempre più crescente numero di proprietari di animali,  vivono in costante timore di essere derubati dei loro animali domestici da ladri locali, la cui unica missione è quella di vendere il loro “compagno” ad un macellaio, in cambio di monete sonanti. Vi preghiamo di firmare e condividere questa petizione: http://www.thepetitionsite.com/818/237/342/vietnam-stop-dog-meat-abuse/   CINA La Cina è uno dei paesi leader mondiale nella tecnologia e nello sviluppo, e malgrado ciò non ha leggi sulla protezione e per tutelare il benessere degli animali. La Cina negli ultimi anni ha emanato rigorose leggi di protezione verso i Panda e questa legge è stata rispettata ed immediatamente applicata, per cui pensiamo che un cambiamento positivo possa davvero essere possibile. È giunto il momento che la Cina finisca il commercio brutale e crudele di carne di cani e gatti ed emetta leggi sulla protezione degli animali, che dovranno essere applicate e rispettate. Il commercio di carne di cani e gatti in Cina è l’anima brutale e crudele di questo paese, dove i cani e i gatti vengono normalmente torturati sotto lo sguardo di passanti che sembrano indifferenti a ciò che stanno assistendo. Vi preghiamo di firmare e condividere questa petizione: http://www.thepetitionsite.com/360/473/685/china-stop-dog-meat-abuse/#sign AFRICA:
Ogni anno migliaia di ragazzi adolescenti in Togo (Africa) vanno in isolamento per una settimana completa, e si ingozzano di carne di cani per un totale di sette giorni.
Gli adolescenti poi riappaiono e passano la settimana successiva, la prima settimana di luglio, a mangiarne ancora di più come  prevede l'”iniziazione tradizionale” della competizione  conosciuta come “Evala”.
Vi preghiamo di firmare e condividere questa petizione:
http://www.thepetitionsite.com/942/070/302/africa-evala-dog-eating-festival-stop-dog-meat-abuse/#sign SOUTH KOREA: Come leader mondiale nella tecnologia, è giunto il momento per la Corea del Sud di sostenere il benessere degli animali e di far applicare le attuali leggi sulla protezione degli animali. L’assenza di azioni da parte della Corea del Sud,  per proteggere gli animali da compagnia come cani e gatti, influenza negativamente l’immagine del paese che era stata definita come “la terra del quieto mattino”…i residenti che vivono in prossimità di un qualsiasi macello di cani, definiscono la  Corea del Sud come la “terra delle urla del mattino”. Invece che di bellezze naturali, con acque limpide che scorrono durante le tranquille mattine, in Corea del Sud troviamo penetranti urla di animali torturati e sangue che scorre sui pavimenti delle stanze dove li macellano.  Vi preghiamo di firmare e condividere questa petizione: http://www.thepetitionsite.com/873/861/488/south-korea-stop-dog-meat-abuse/ Milioni di cuccioli sono costretti a vivere in gabbie sovraffollate e sporche fino a quando non sono abbastanza grandi da essere macellati. Essi soffrono e sono tormentati dalla noia, dai conflitti che si scatenano all’interno di questi spazi angusti e della paura. La Corea del Sud è l’unico paese in cui si continua ad allevare e macellare cani, su larga e diffusa scala. Ma oggi, puoi contribuire a fare in modo che questo non accada più. Vi preghiamo di firmare e condividere questa petizione: https://savekoreandogs.soidog.org/campaign/savekoreandogs/sign NIGERIA: In Nigeria, malgrado la popolazione sia in crescita e stia sfiorando i 200 milione di persone, è allarmante sapere che il commercio della carne dei cani stia aumentando, nonostante il numero di morti umane provocate da carne di cane infetta. Il commercio della carne di cani in Nigeria è diventato così prospero che i cani vengono recuperati anche da paesi limitrofi come il Niger, per rispondere alla sempre più crescente domanda di carne di cane. Vi preghiamo di firmare e condividere questa petizione: http://www.thepetitionsite.com/229/162/977/nigeria-africa-stop-dog-meat-abuse/ FILIPPINE: Questa è la seconda petizione per le Filippine  perché la prima aveva avuto dei problemi, poi risoltisi. Nonostante le Filippine stiano rafforzando le leggi vigenti contro la crudeltà, il maltrattamento e l’abbandono degli animali, la carne di cane è ancora mangiata in tutte le Filippine, in particolare nel sud, nel centro e nella parte settentrionale del paese; il commercio di carne di cani filippini, è ancora attiva nel nord del paese. Vi preghiamo di firmare e condividere questa petizione: http://www.thepetitionsite.com/296/247/791/philippines-stop-dog-meat-abuse/#sign INDONESIA: L’Indonesia ha un grosso commercio di carne di cani e gatti, che sebbene siano commercializzati come “piatti della festa”, vengono consumati quotidianamente perché la popolazione è convinta (ovviamente è falso) che, l’assunzione di carne di cane e gatto, stimoli la libido dell’uomo ed abbia benefici medicinali sull’organismo. Vi preghiamo di firmare e condividere questa petizione: http://www.thepetitionsite.com/561/429/905/indonesia-stop-dog-meat-abuse/#sign   Fonte: Fight Dog Meat Link pagina petizioni: https://fightdogmeat.com/petitions/ Clicca su Petitions (qui sotto) per accedere alla pagina  
Petitions
© Riproduzione Riservata            

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,