Una farsa propagandistica

Finalmente il GBGB, l’ente che gestisce l’industria in Gran Bretagna, e il suo CEO, Mark Bird, hanno scoperto il problema dei greyhound inglesi e irlandesi spediti a figliare in condizioni spesso vergognose in paesi come Cina o Pakistan.

Che questo accadesse regolarmente era noto da tempo a chiunque frequentasse le pagine web delle associazioni antiracing come Greyt Exploitations e Caged Nationwide. Noi stessi abbiamo pubblicato numerosi articoli su questo problema nel corso degli ultimi anni. Dunque appare sospetto che solo ora l’industria si occupi di un problema noto da tempo e sul quale aveva e ha certamente più informazioni disponibili di quante ne possiamo avere noi: infatti, o GBGB sapeva e si è disinteressato oppure non sapeva e quindi è all’oscuro di quello che accade e di cui dovrebbe avere controllo. Dal momento che noi non pensiamo che siano così inetti, propendiamo per la prima ipotesi.

Noi riteniamo che il nuovo interesse, presunto, dell’industria per il problema dell’esportazione sia dovuto alla grande copertura mediatica che ha avuto questo tema. In poche parole si tratta di un’operazione di marketing che serve a Mark Bird e soci per cercare di mostrare che loro sono interessati al welfare. Probabilmente finirà come sempre, con una raccomandazione ai trainer, ma con l’ammissione che non si può proibire a un privato di mandare i cani dove vuole purché nel rispetto delle leggi.

Ricordiamo che nel 2011, l’IGB, ente che gestisce le corse in Irlanda, cercò di accordarsi per esportare massicciamente i greyhound irlandesi in Cina1: il piano venne fermato ma ciò non ha impedito ai privati di continuare a esportare allegramente in Asia con il tacito consenso dell’industria e del governo.

Che potere coercitivo potrebbe avere una regola interna all’industria senza una legge apposita che rendesse penalmente rilevante l’esportazione verso alcuni paesi?

GBGB e IGB vogliono proporre una legge per punire con il carcere chi esporta in Cina o in Pakistan? E il governo inglese o quello irlandese sarebbero disporsi ad assumersi l’onere di un divieto che avrebbe profonde implicazioni di politica commerciale e di politica estera.

Peraltro come potrebbe essere realizzato un reale divieto? Con una lista di paesi vietati? E chi potrebbe impedire ai proprietari di esportare i cani in paesi in cui non è vietato e poterli spedire da lì. E chi dovrebbe poi stabilire quali paesi siano ok e quali no?

Il Pakistan per esempio ha una legislazione sul welfare, peccato che risalga all’età coloniale e nessuno la applichi. Anche in Spagna ci sono le leggi di protezione, ma spesso sono inapplicate. Insomma, molto fumo e poco arrosto. Inoltre discutere di esportazione senza coinvolgere l’IGB e il governo irlandese non avrebbe alcuna efficacia pratica, dal momento che la gran parte dei cani esportati viene dall’Irlanda.

Anche per questi motivi noi abbiamo detto con chiarezza che solo la fine del greyhound racing commerciale porrà fine all’esportazione, come abbiamo già esposto in

Esportazione e greyhound racing commerciale

L’interesse verso il problema dell’esportazione da parte di GBGB ha però anche un altro scopo, cioè quello di distogliere l’attenzione dal vero problema, che non è in Cina ma in UK (e in Irlanda).

Come giustifica Mark Bird l’eliminazione di più di 1000 greyhound nel 2017?2

Cosa risponde a Greyt Exploitations che chiede di rendere pubblica e chiara la destinazione dei 7661 greyhound che sono usciti dalle corse nel 2017?3

Cosa risponde GBGB alla richiesta fatta dal movimento antiracing di spiegare che fine hanno fatto i 2477 greyhound spariti nel 2017 e di cui mancano informazioni precise nei dati ufficiali?4

GBGB aveva preso un impegno5 alla trasparenza con il Ministero dell’Agricoltura, perché non spiega perché non rende pubblici i dati delle esportazioni dei cani che sono stati spediti all’estero?

Una discussione sull’esportazione senza una chiara risposta a questi quesiti serve soltanto a perdere tempo senza andare al cuore della questione, cioè che il greyhound racing non ha nessun interesse reale al benessere dei cani.

Massimo Greco


Note 
1) https://www.petlevrieri.it/articoli-denuncia/gia-nel-2011-ligb-puntava-sullesportazione-dei-greyhound-irlandesi-e-delle-corse-commerciali-in-cina/
2)http://greytexploitations.com/another-87-dead-greyhounds/
3) https://www.petlevrieri.it/articoli-denuncia/che-fine-hanno-fatto-i-7661-greyhound-scartati-dallindustria-delle-corse-in-uk-nel-2017/
4)Injury and Retirement Data
https://www.petlevrieri.it/articoli-denuncia/il-report-di-greyt-exploitations-allapdawg-dati-schiaccianti-sulla-crudelta-del-greyhound-racing/
5) Accordo tra il Defra (Department for Environment, Food & Rural Affairs, il ministero dell’agricoltura britannico) e la GBGB http://greytexploitations.com/wp-content/uploads/2019/04/GBGB-Defra-non-regulatory-agreemnet.pdf

Alcune altre fonti
http://greytexploitations.com/resources-reports/greyt-exploitations-in-the-media/
https://www.petlevrieri.it/articoli-denuncia/un-altro-levriero-irlandese-e-finito-in-cina-un-paese-in-cui-i-cani-vengono-bolliti-vivi-e-macellati/
http://greytexploitations.com/resources-reports/china-crisis-in-the-media 
https://www.petlevrieri.it/articoli-denuncia/sunday-mirror-i-cani-da-corsa-britannici-venduti-in-cina-per-la-loro-carne-li-hanno-mandati-al-macello/
https://www.petlevrieri.it/articoli-denuncia/greyhound-irlandesi-esportati-subiscono-abusi-terribili-nelle-mani-dei-nuovi-proprietari-in-pakistan-cina-e-argentina/
https://www.petlevrieri.it/articoli-denuncia/beyonce-star-ora-12-anni-e-stata-esportata-in-cina-per-produrre-cuccioli-e-quando-non-sara-piu-in-grado-di-farlo/
https://www.petlevrieri.it/articoli-denuncia/20-grey-irlandesi-ex-campioni-venduti-in-cina-e-sfruttati-per-la-riproduzione/
https://www.petlevrieri.it/articoli-denuncia/grido-dallarme-anche-dal-grai-contro-lesportazione-dei-greyhound-irlandesi-in-cina-macao-spagna-argentina-cile-e-pakistan/
https://www.petlevrieri.it/news-su-pet-levrieri/mobilitazione-internazionale-del-movimento-antiracing-contro-lesportazione-dei-greyhound-irlandesi-a-macao-in-cina/
https://www.petlevrieri.it/video-denuncia/cina-mercato-della-carne-salvati-a-xian-724-cani-tra-cui-levrieri-provenienti-dal-greyhound-racing-attenzione-immagini-forti/

Tags: , , , , , ,