fbpx

Un grande grazie a tutti coloro che hanno supportato la protesta “End Greyhound Racing”presso Shelbourne Park.

 

(traduzione integrale del post)

Un grande ringraziamento a tutti coloro che dall’Irlanda al Regno Unito, dall’ Italia all’Ungheria, ecc., hanno contribuito sostenendo  la protesta “End Greyhound Racing” fuori dallo Shelbourne Park, lo scorso sabato sera.

Abbiamo distribuito centinaia di volantini “6 motivi per dire NO al Greyhound Racing” (incluse alcune persone che stavano entrando allo Shelbourne Park) ed attraverso i cartelli e gli striscioni, abbiamo evidenziato a tantissimi  pedoni ed automobilisti di passaggio, la crudeltà di questa Industria.

Un ringraziamento speciale e particolare al gruppo di bambini che è arrivato con bellissimi manifesti fatti a mano, e grazie per aver coralmente cantato “You Bet, They Die” a tutti coloro che stavano entrando nello Stadio!

I levrieri continuano a morire!

Le scioccanti statistiche dell’IGB confermano che negli ultimi tre anni e mezzo, a Shelbourne Park, ben 129 levrieri sono stati feriti e 29 hanno trovato la morte.

Nella prima metà del 2018, 163 greyhound hanno subito lesioni e 53 sono stati uccisi nelle varie piste irlandesi.

I levrieri hanno riportato varie ferite: a garretti, zampe, dita dei piedi, spalle, collo, schiena, coda e muscoli.

Shelbourne Park detiene il primato di peggior pista per numero di infortuni.

Dal 2015, 1.369 levrieri hanno subito lesioni e 438 sono stati uccisi in varie piste irlandesi.

Le cifre si basano su infortuni e morti “segnalati”, e ciò purtroppo ci fa immaginare che il numero reale possa essere ben più alto.

Questo numero ovviamente non include i levrieri feriti in pista ed uccisi altrove, o le migliaia di levrieri che scompaiono ogni anno – presumibilmente uccisi perchè troppo lenti per vincere le gare.

I levrieri muoiono anche nei pound locali.

80 è il numero da sommare,  portando a 2.729 il numero di levrieri uccisi nei pound negli ultimi otto anni.

Grazie ancora a tutti coloro che hanno partecipato alla protesta presso Shelbourne Park e che si impegnano con grande determinazione per porre fine alle corse dei levrieri in Irlanda.

 

 

Alcune prossime proteste da supportare…

“National Animal Rights Association’s Ban Fur Farming protest “
25 Settembre a partire dalle  12:30 -14:30
all’esterno del Dipartimento dell’Agricoltura di Dublino , Kildare Street
https://www.facebook.com/events/280448506111595/

“Action For Animal Welfare Ireland’s National Animal Day Protest”

 4 October 2018 dalle 14:00-16:00 a Dublino presso Leinster House, Dublino
https://www.facebook.com/events/140432230149446/

Cork says NO to greyhound racing
Presso Curraheen Park Greyhound Track, Cork
Nei prossimi giorni sulla pagina FB di Greyhound Awareness Cork, troverete i dettagli
https://www.facebook.com/GreyhoundAwarenessCork/

 

ACTION ALERT



Dì NO al  Greyhound Racing – esorta a non partecipare alle gare o a raccogliere fondi presso Cinodromi (queste sono una fonte significativa di finanziamento per l’industria del Racing).
 
Distribuisci il nostro volantino “6 motivi per dire NO al GRAYHOUND RACING”  all’esterno dei Cinodromi ed incoraggia le persone a mostrare compassione.
Puoi scaricare il volantino qui: http://www.banbloodsports.com/ln170616.htm oppure ordinarlo via e-mail : [email protected]
 
 
Esorta e contatta:
Taoiseach Leo Varadkar ed il ministro delle finanze Paschal Donohoe invitandoli a cessare di finanziare l’ Industria del Racing e chiedendo invece di dare questo denaro in beneficenza, a gruppi comunitari, a centri di soccorso per animali e destinarlo ad altre meritevoli cause.
 
Scrivi una e-mail “Smettete di finanziare l’industria del Greyhound Racing” a:  [email protected], [email protected], [email protected], [email protected]


An Taoiseach, Leo Varadkar
Department of the Taoiseach,
Government Buildings,
Upper Merrion St, Dublin 2
Telephone: +353 (0)1-6194020
Email: [email protected], [email protected]
Tweet to: @campaignforLeo
Leave a comment on Facebook: https://www.facebook.com/campaignforleo/

Paschal Donohoe TD
Minister for Finance
Email: [email protected].ie, [email protected]
Phone: +353 (0)1 6045810
Leave a comment on Facebook: https://www.facebook.com/PaschalDonohoe/
Tweet to @Paschald



Firmate e condividete le seguenti petizioni:



Al Governo Irlandese : Smettete di finanziare la crudele Industria del Greyhound Racing
https://www.change.org/p/irish-government-stop-giving-millions-of-euro-to-cruel-greyhound-industry

Basta supportare la crudele  Industria del Greyhound Racing
https://www.change.org/p/stop-supporting-the-cruel-greyhound-industry
Altro…

 
 
 

 

 

 

A big thank you to everyone from around Ireland, the UK, Italy, Hungary, etc who supported the "End Greyhound Racing"…

Gepostet von Ban Bloodsports am Sonntag, 23. September 2018

 

Link: https://www.facebook.com/banbloodsports/posts/1862720173843532

Fonte: Ban Bloodsports

© Riproduzione Riservata

 

 

 

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è Direttore delle Risorse Umane di una multinazionale del settore IT. Per passione personale a luglio 2020 conseguirà il titolo di educatore cinofilo presso la scuola Il Mio Cane.net. Ha partecipato al corso di gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti organizzato da Pet Detective. Nel marzo 2014 adotta “per caso” Sandy, greyhound irlandese e scopre la dura realtà dei levrieri sfruttati nelle corse e nella caccia decidendo così di impegnarsi concretamente nell’Associazione.
Coordina lo Shop Online, collabora con il gruppo Adozioni nelle visite di pre-affido e nelle attività post-affido, partecipa come portavoce di Pet levrieri ad eventi di informazione e divulgazione delle attività dell’associazione. Vive a Milano con il marito Massimiliano, i figli Giorgia e Marco, la grey Sandy, la lurcher Robin e Yughi, un meticcio di oltre 15 anni. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri a titolo assolutamente gratuito.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×