fbpx

Un altro levriero irlandese è finito in Cina, un paese in cui i cani vengono bolliti vivi e macellati.

(traduzione integrale del post)

Un altro levriero irlandese è finito in Cina, un paese in cui i cani vengono bolliti vivi e fatti a pezzi.

Il gruppo di protezione dei levrieri, Caged Nationwide scrive questa settimana che il levriero Bandicoot Rueben è “il 33 ° levriero che sembra essere stato esportato nella Cina continentale”.

“Sembra che sia stato mandato all’ufficio dell’esercito Yongyong a Zibo, poi inviato a Liaocheng”, descrivono in un post su Facebook.

Secondo il sito web dell’Irish Greyhound Board, Bandicoot Rueben, nato nel settembre 2011, ha partecipato a due gare sul circuito di Clonmel tra aprile e giugno 2013.

La sua ultima apparizione in Irlanda è stata in una gara vergognosamente sponsorizzata da Red Mills, una compagnia alimentare, dove si è piazzato al terzo posto vincendo appena € 30.

Secondo Caged Nationwide, è stato successivamente spedito nel Regno Unito, dove è stato inserito in altre due gare a Nottingham.

Nella sua ultima gara, è finito ultimo dopo essere caduto e non riuscendo a terminarla.

“I levrieri irlandesi stanno continuando a finire in un paese senza leggi sul benessere degli animali” .

Questa è la notizia che arriva pochi giorni dopo la rivelazione di immagini scioccanti che mostrano un macellaio cinese che decapita con una mannaia un levriero legato.

Il raccapricciante video, condiviso e condannato da Ricky Gervais, mostra il macellaio che si avvicina al cane con un coltello.

Un articolo pubblicato questa settimana sul Daily Mail descrive cosa quanto è accaduto dopo…: “L’animale terrorizzato cerca di scappare saltando in aria ma non riesce a sfuggire perché è legato ad un palo. Alla fine dell’atroce video, della durata di 30 secondi, l’animale viene decapitato e ucciso “.

Si ritiene che il giovane cane sia stato appartenente alla progenie dei levrieri esportati in Cina.

Nel 2016, Ricky Gervais ha parlato dell’incapacità del governo irlandese di fermare l’esportazione dei cani in Cina.

Citato nell’ Irish Mail di domenica, ha dichiarato:

 

“Il governo irlandese dovrebbe immediatamente vietare l’esportazione dei cani irlandesi in Cina, proprio perchè rinomata per il trattamento barbarico che riserva agli animali.

Al festival annuale della carne, Festivan di Yulin, che si tiene a Giugno vicino a Macao, i cani sono spellati vivi prima di essere cotti. Bisognerebbe spiegare al Dipartimento irlandese dell’agricoltura quello che è l’orribile destino dei cani in Cina.

Non si preoccupano dell’agonia a cui saranno sottoposti questi animali innocenti e prima o poi il governo irlandese pagherà per questo.

Il prezzo da scontare sarà quello di creare un danno alla propria reputazione internazionale.

Se non viene messo in atto un divieto immediato, l’Irlanda sarà giustamente considerata da tutto il mondo, come un paese che si NON si preoccupa del benessere degli animali o della sofferenza a cui sono sottoposti.

Ogni cane mandato a Macao in China, sarà destinato a MORIRE.

La soluzione è nelle mani del governo irlandese.

DIVIETO IMMEDIATO! ORA. “

 

La necessità di vietare le esportazioni di greyhound da Irlanda, Regno Unito e UE non potrebbe a questo punto essere più urgente.

 

A questo link trovi informazioni circa levrieri esportati in China: http://www.cagednw.co.uk/chinaexports.html

Consulta anche questi link:

Ricky Gervais condivide il video shocking di un macellaio che decapita un cane legato (ATTENZIONE IMMAGINI FORTI E NON ADATTE AD UN PUBBLICO SENSIBILE E BAMBINI)
http://www.dailymail.co.uk/…/Ricky-Gervais-says-wants-kill-…

Il Ministro dell’ Agricultura intima “l’ordine di rientro” al levriero irlandese Droopys Patrice che è finito in Cina
https://www.facebook.com/banbloodsports/posts/1627282607387291

Cinque levrieri irlandesi  esportati vergognosamente a Macau (Cinodromo di Macau) sono ora MORTI https://www.facebook.com/banbloodsports/photos/a.463548137094083.1073741827.463547953760768/1448161005299453

Cina: Un levriero brutalmente ucciso dal proprietario, perchè non aveva vinto (ATTENZIONE IMMAGINI FORTI E NON ADATTE AD UN PUBBLICO SENSIBILE E BAMBINI)
https://fightdogmeat.com/…/china-racing-greyhound-killed-o…/

 

ACTION ALERT

Per favore contatta: Taoiseach Leo Varadkar and Agriculture Minister Michael Creed ae domanda loro di fermare l’esportazione di cani irlandesi in China, Pakistan e in quei paesi dove non ci sono leggi che tutelano il benessere degli animali.

An Taoiseach, Leo Varadkar
Upper Merrion St, Dublin 2
Tel: +353 (0)1-6194020
e-mail: [email protected], [email protected]
Tweettare a: @campaignforLeo
Lascia un commento su Facebook: https://www.facebook.com/campaignforleo/

Michael Creed TD
Minister for Agriculture
Department of Agriculture
Agriculture House,
Kildare Street, Dublin 2.
e-mail: [email protected]
Tel: +353 (0)1-607 2000
Facebook: https://www.facebook.com/michaelcreedtd/

PER FAVORE FIRMA E CONDIVIDI LE SEGUENTI PETIZIONI

Irish Government: Fermate le sovvenzioni alla crudele Industria del Greyhound Racing
https://www.change.org/p/irish-government-stop-giving-milli…

FERMATE le Esportazioni dei levrieri
https://www.change.org/p/say-no-to-all-live-greyhound-expor…

DITE NO alla CRUDELE INDUSTRIA del GREYHOUND RACING !

Distribuite il nostro volantino “6 motivi per dire NO al greyhound racing” fuori dai cinodromi in modo tale da incoraggiare le persone a mostrare compassione e boicottare le corse.

Puoi scaricare il volantino qui:  http://www.banbloodsports.com/ln170616.htm oppure ordinarne copie attraverso una mail a : [email protected]

 
Fonte: Ban Bloodsports
© Riproduzione riservata

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Macia, vicepresidente e socio fondatore di Pet Levrieri, ha lavorato presso case editrici e oggi collabora in qualità di correttrice di bozze e per la revisione di testi. Nel 2011 ha adottato il suo primo levriero, entrando in contatto con la triste realtà che si cela dietro galgo, grey e lurcher e da qui è nato il suo impegno che condivide con suo marito Francesco, anche lui volontario all’interno dell’associazione. Ricopre il ruolo di Coordinatore del gruppo Adozioni e a ogni arrivo la trovate dietro un tavolo a far firmare moduli agli adottanti.
Vive a Milano con il marito in compagnia di un galgo spagnolo, Rodrigo, e due grey irlandesi, Rosden e Suzie, l’ultima adottata un anno fa.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×