fbpx

Il greyhound Hero ripetutamente positivo alla cocaina e il suo proprietario è tuttora impunito

Nonostante il greyhound Clonbrien Hero sia stato trovato per ben tre volete positivo all’antidoping alla cocaina nei controlli a campione, il che lascia supporre che potesse essere stato dopato ben altre volte, il suo proprietario è rimasto impunito e ha potuto continuare a far gareggiare Hero in totale dispregio del standard minimi di tutela della salute e della sicurezza per i cani. Questa impunità si è consumata totalmente alle luci della ribalta, con Hero che ha corso nelle principali competizioni, risultando anche uno dei sei finalisti al Boylesports Irish Derby a Shelbourne Park. Non solo all’inizio  dell’estate Clonbrien Hero ha vinto il primo premio di € 15.000 a Tralee durante il Kerry GAA Supporters Race of Champions, dopo aver già vinto il Produce Stakes, il Laurels, il Night of Stars e l’Irish St Leger a Limerick, che hanno fruttato al suo proprietario più di € 100.000.

Questo è il greyhound racing: una macchina di sistematico sfruttamento e maltrattamento dei greyhound, considerati mere macchina da corsa, che devono portare profitto e quando non lo portano più vengono rottamate, cioè scartati, venduti per mercati minori o soppressi. 

Di seguito la traduzione dell’articolo pubblicato del Limerick Leader che comunica la riapertura dell’indagine. 


Si riaprono le indagini sul greyhound di Limerick risultato positivo all’antidoping alla cocaina

di Jerome O’Connell

1/10/2018

Via libera alle indagini sul greyhound di Limerick Clonbrien Hero.

Solo un anno fa risultò che ai test anti doping Clonbrien Hero era risultato positivo alla benzoilecgonina, metabolita principale della cocaina. Il campione appartiene a Kay Murphy, di Athlacca.

Il greyhound, originario di Limerick e allenato a Golden, Contea di Tipperary, da Graham Holland, è risultato positivo tre volte alla sostanza vietata nell’arco di 4 settimane, tra il 24 giugno e il 22 luglio 2017.

All’epoca i risultati furono pubblicati sul sito web dell’Irish Greyhound Board.

L’IGB ha riferito alla Commissione Controllo, che si occupa di far rispettare il regolamento dell’ente corse irlandese, che alcuni esami sono risultati positivi, chiedendo alla stessa Commissione di indagare sulla cosa come previsto dalla legge” si legge nel breve comunicato.

Tuttavia l’addestratore Graham Holland avrebbe chiesto un riesame all’Alta Corte di Giustizia, e questo avrebbe così bloccato la procedura di indagine.

Venerdì scorso il Giudice Tara Burns ha respinto la richiesta di Holland. L’IGB ha rilasciato una dichiarazione in cui accoglie positivamente la scelta dell’Alta Corte.

 “L’Irish Greyhound Board accoglie favorevolmente la decisione dell’Alta Corte in merito alla richiesta di riesame sull’operato della Commissione di Controllo, che è indipendente dall’IGB, da parte del Sig. Graham Holland. La decisione della Corte fa sì che il caso possa essere esaminato dalla Commissione di Controllo indipendente che prenderà una decisione basata sui fatti e tenendo conto di tutte le prove” si legge nel comunicato.

Solo una settimana fa Clonbrien Hero è stato uno dei sei finalisti al Boylesports Irish Derby a Shelbourne Park.

All’inizio dell’estate Clonbrien Hero ha vinto il primo premio di € 15.000 a Tralee durante il Kerry GAA Supporters Race of Champions, dopo aver già vinto il Produce Stakes, il Laurels, il Night of Stars e l’Irish St Leger a Limerick, che hanno fruttato al suo proprietario più di € 100.000.

Articolo originale: 

https://www.limerickleader.ie/news/sport/338999/investigation-reopens-into-limerick-greyhound-who-tested-positive-for-cocaine.html

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è Direttore delle Risorse Umane di una multinazionale del settore IT. Per passione personale a luglio 2020 conseguirà il titolo di educatore cinofilo presso la scuola Il Mio Cane.net. Ha partecipato al corso di gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti organizzato da Pet Detective. Nel marzo 2014 adotta “per caso” Sandy, greyhound irlandese e scopre la dura realtà dei levrieri sfruttati nelle corse e nella caccia decidendo così di impegnarsi concretamente nell’Associazione.
Coordina lo Shop Online, collabora con il gruppo Adozioni nelle visite di pre-affido e nelle attività post-affido, partecipa come portavoce di Pet levrieri ad eventi di informazione e divulgazione delle attività dell’associazione. Vive a Milano con il marito Massimiliano, i figli Giorgia e Marco, la grey Sandy, la lurcher Robin e Yughi, un meticcio di oltre 15 anni. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri a titolo assolutamente gratuito.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×