fbpx

I negoziati farebbero cessare immediatamente le corse dei levrieri a Dubuque

Pubblichiamo la traduzione dell’articolo “Negotiations would immediately end dog racing in Dubuque” apparso su “thonline.com”.

I funzionari che rappresentano due casinò in Iowa e gli allevatori di greyhounds stanno negoziando un accordo che potrebbe porre fine alle corse con i levrieri prima che la stagione inizi.

A Dubuque, ciò avrebbe un impatto su un numero di dipendenti locali maggiore di quanto riportato in precedenza.

Jesus Aviles, presidente e CEO del Mystique Casino, ha confermato oggi che è in trattative con i rappresentanti dell’Associazione Greyhound dello Iowa per negoziare un’assorbimento dell’industria. Se entrambe le parti trovano un accordo, Aviles e il Presidente del Senato dello Iowa Pam Jochum, di Dubuque, hanno dichiarato di ritenere che i legislatori statali permetteranno che i due circuiti di corse dello Stato di Mystique e Harrah escano dal business delle corse dei levrieri.

“La maggior parte di essi ritiene che se riuscissimo a negoziare una sorta di buona uscita per l’industria, per loro sarebbe più facile legiferare,” ha detto Aviles, aggiungendo che un accordo eliminerebbe sicuramente qualsiasi opposizione. “(I negoziati) stanno andando più a rilento di quanto vorremmo. La nostra intenzione sarebbe di non far correre i levrieri questa stagione. Ma almeno stanno dialogando con noi.”

Harrah ha fatto pressioni per anni contro la legislazione obbligando entrambi i casinò ad ospitare le corse dei levrieri. L’assoziazione pro-racing di Dubuque, titolare della licenza senza scopo di lucro di Mystique, ha aderito recentemente alla lotta dopo la scadenza di un obbligo di silenzio contrattuale dall’Associazione Greyhound dello Iowa.

Entrambi i casinò sostengono che l’interesse per le corse con i levrieri sia in calo, e il numero di presenze e di scommesse sia di conseguenza basso. Il giro di scommesse totale per entrambi i circuiti è sceso da 186 milioni di dollari nel 1986 a 5,9 milioni nel 2012, secondo l’Associated Press.

In più, i circuiti ora devono approvigionarsi degli stessi casinò che hanno creato per non fallire, secondo i rappresentanti dei casinò. L’Associazione pro-racing di Dubuque ha speso circa 4,5 milioni di dollari l’anno scorso per sovvenzionare le corse dei levrieri a Mystique, hanno detto i rappresentanti.

La legislazione dello Iowa deve approvare l’interruzione del mandato per le corse, ed i legislatori statali dell’area di Dubuque Jochum e Pat Murphy hanno affermato che è responsabilità dei casinò e dei rappresentanti dell’industria delle corse di negoziare un accordo che soddisfi entrambi. Jochum ha detto che probabilmente ciò comporterebbe per i casinò il pagamento di una sorta di buona uscita all’Associazione Greyhound dello Iowa, che poi userebbe quei soldi per assistere gli allevatori di greyhounds coinvolti.

“Il punto qui è che ci sarebbe un’assistenza per i proprietari di cani ed i canili,” ha detto Jochum.

Jochum ha dichiarato che i legislatori statali non saranno coinvolti in queste negoziazioni.

“Questo è qualcosa che stanno negoziando,” ha detto Jochum. “I due circuiti devono capire quanti soldi sono disposti a spendere. E ciò non è affar nostro.”

Se entrambi trovano un accordo, Jochum crede che la legislazione dello Iowa approverebbe l’interruzione del mandato delle corse.

I report precedenti suggerivano che la fine delle corse avrebbe impattato soltanto una dozzina di dipendenti del sindacato a Mystique. Questi dipendenti sarebbero trasferiti ad altre mansioni oppure provvisti di una buona uscita.

Ma il circuito assume anche decine di dipendenti temporanei ad ogni stagione di corsa.

“A volte ci sono gli stessi dipendenti che tornano ogni stagione. Altre volte no,” ha detto Aviles. “Questo è solo un lavoro part-time, come se loro decidessero di fare il loro lavoro estivo in un beach club oppure presso McDonald’s o da qualsiasi altra parte.”

Corey Morris, il coordinatore del circuito dal 2003, ha detto che, se si considerano anche gli addetti alla sicurezza, alla manutenzione, e gli accompagnatori dei cani, il numero dei dipendenti sale a 40 o 50.

Morris dice che ama così tanto il suo lavoro, che lo porta a casa con sè. Due greyhounds ritirati dalle corse oziano infatti a casa sua.

“Sono i cani più dolci,” ha detto. “Sono veramente equilibrati… E fantastici con i bambini. I miei tre figli sono cresciuti con loro. Non avrei potuto trovare cani migliori.”

Morris ha affermato che crede che l’industria delle corse potrebbe diventare più vitale se fosse pubblicizzata meglio. Togliendo questa industria si eliminerebbe l’unicità di Dubuque in un mercato delle scommesse sempre più affollato.

“Tutti quelli con cui ho parlato in città pensano che quest’industria sia uno degli aspetti unici che abbiamo qui, e noi dovremmo promuoverla,” ha detto. “Ci distinguiamo dagli altri casinò per le corse con i levrieri. Questo è ciò che ci rende unici.”

Aviles ha detto che non sono state considerate nè alcun tipo di assistenza nè buone uscite per i dipendenti stagionali. Ma i dipendenti del sindacato, che gestiscono le scommesse e le vincite, sono soddisfatti dell’accordo.

“Lo scorso anno, è stato rinnovato il loro contratto, ed abbiamo firmato per altri tre anni,” ha detto Aviles. “Gli ho detto (in seguito), ‘Ascoltate, questo è ciò che abbiamo intenzione di fare il prossimo anno, quando riusciamo, ed ovviamente avrà un impatto sui vostri posti di lavoro.’ … Molti mi hanno ringraziato per essere stati considerati in questa riorganizzazione, ed io li ho ringraziati per aver capito visto che questo è un cambiamento che modifica la loro situazione di vita.”

Sotto il link all’articolo in lingua originale:

Negotiations would immediately end dog racing in Dubuque

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta e di formatrice. E’ laureata in filosofia e in psicologia. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.

Insieme condividono la loro vita con un gruppo di levrieri rescue e una segugia. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita.

×
Vice presidente di Pet levrieri. Nella vita è Direttore delle Risorse Umane di una multinazionale del settore IT. 
Per passione personale nel 2020 ha conseguito il titolo di educatore cinofilo presso la scuola cinofila Il Mio Cane.
Ha partecipato al corso di gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti organizzato da Pet Detective.
Nel marzo 2014 adotta “per caso” Sandy, greyhound irlandese, e scopre la dura realtà dei levrieri sfruttati nelle corse e nella caccia decidendo così di impegnarsi concretamente nell’Associazione.
Coordina il gruppo di ricerca dei levrieri smarriti, è membro del Gruppo Adozioni e partecipa come portavoce di Pet levrieri ad eventi di informazione e divulgazione delle attività dell’associazione. 
Vive tra Milano e la Valsassina con il marito Massimiliano, ha due figli ormai adulti, Giorgia e Marco, e tre lurcher irlandesi: Robin, Coco e Lucy – e Sandy sempre nel cuore.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri a titolo assolutamente gratuito.
×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×
Socio fondatore di Pet levrieri, si è occupato in associazione, a titolo puramente gratuito, di trasporti, rapporti con le autorità veterinarie e della comunicazione esterna, curando numerosi articoli sulla situazione dei greyhound e dei galgo nel mondo. Ha partecipato a numerose manifestazioni antiracing in Irlanda e Gran Bretagna. Dal 2022 fa parte del Board di GREY2K USA Worldwide, la più importante organizzazione antiracing mondiale. 
Laureato in filosofia e in Psicologia della comunicazione, insegna filosofia e storia nella scuola superiore di secondo grado; per crescita personale si è formato e diplomato come educatore cinofilo presso la scuola SIUA. 
Appassionato di musica, in particolare rock e irlandese, dal 2008 condivide le sue giornate, insieme alla moglie Stefania Traini, con levrieri rescue e un “pizzico” di segugi. Perché nella varietà si fanno più esperienze.
×
Membro del consiglio direttivo di Pet Levrieri.
Dopo il liceo linguistico inizia a lavorare in banca ma dopo la nascita della terza figlia decide di volersi dedicare esclusivamente alla sua numerosa famiglia.
Il suo primo cane è stato Otello, un mix labrador-alano, poi è arrivata Gina, un bovaro svizzero.
Viene a conoscenza dello sfruttamento dei levrieri per caso attraverso un articolo trovato in rete e nel novembre 2015 partecipa ad un arrivo di Galgo di Pet Levrieri. Christa, una galga ancora senza famiglia, si butta tra le sue braccia per farsi coccolare. Dieci giorni dopo andrà a prenderla presso la famiglia foster e la porterà a casa. Da questo incontro speciale nasce il suo impegno concreto all’interno dell’Associazione.
Fa parte del gruppo adozioni e si occupa prevalentemente delle richieste estere (Svizzera, Austria, Germania).
A settembre 2018 si reca, insieme a Stefania Traini, a Macau per fotografare e stilare i profili dei cani che verranno in Italia. Qui, incrocia lo sguardo di Tamoko, che decide di adottare appena sarà pronto per il volo che lo porterà a Milano.
Vive a Lugano, Svizzera, con il marito Andrea e i figli Giulia, Alyssa, Cecilia e Tommaso. Membri della numerosa famiglia, oltre a Tamoko, sono anche Harry e Bob, lurcher irlandesi e Paco un meticcio salvato dalle strade di Napoli.
Ama trascorrere le giornate tra montagne e boschi oppure con un bel libro in mano.
Svolge i suoi incarichi in Pet Levrieri in maniera totalmente gratuita.
×