fbpx

Fermate l’esportazione di greyhound in Pakistan! Scrivete all’aeroporto di Manchester e alla Pakistan International Airlines

Pubblichiamo la traduzione in italiano dell’articolo a firma di Stephanie Bateman sui 4 greyhound destinati ad essere esportati in Pakistan dall’aeroporto di Manchester (UK), portati all’attenzione internazionale e la cui partenza è stata bloccata nel week end del 21 e  22 ottobre. 

Appello urgente per salvare i cani dall’esportazione verso una vita di sofferenza e morte Di Stephanie Bateman Pubblicato Domenica 22 ottobre 2017

L’associazione di tutela animale Pet Levrieri riferisce che oggi, domenica, quattro greyhound saranno esportati in Pakistan dall’aeroporto di Manchester.

L’associazione animalista Pet Levrieri riferisce che oggi, domenica, quattro greyhound saranno esportati in Pakistan dall’aeroporto di Manchester. Il gruppo esorta le persone a contattare urgentemente l’aeroporto e la Pakistan International Airline per esortarli a fermare l’esportazione di questi cani verso un paese in cui i greyhound sono costretti a vivere in condizioni orribili.

In un filmato, diffuso all’inizio dell’anno, si vedono alcuni greyhound rinchiusi sotto terra, in gabbie sporche in un allevamento in Pakistan.

Aumentano gli appelli per una messa al bando delle esportazioni in Pakistan. Sottolineando la drammatica situazione dei cani che finiscono nel paese asiatico, CAGED Nationwide ha dichiarato: “I greyhound allevati per l’industria del racing sono costretti a viaggiare migliaia di miglia verso paesi come il Pakistan dove non esistono leggi a tutela degli animali che li proteggano da sofferenza e morte”.

Anche Kerry Elliman del Birmingham Greyhound Protection ha condannato il fatto, dicendo che un suo contatto in Pakistan le avrebbe detto che “E’ spaventoso per i cani trovarsi laggiù, fa sempre molto caldo, non esistono leggi che li tutelano, nessun programma di adozione e neppure veterinari, e quelli che ci sono si trovano lontani”. Questa persona le avrebbe detto anche di aver visto greyhound “morti di fame e stenti a fine carriera da racer”.

ACTION ALERT Esortiamo l’aeroporto di Manchester e la Pakistan International Airlines a salvare i greyhound da questo destino terribile, fermando subito le esportazioni.

Aeroporto di Manchester Facebook: https://www.facebook.com/manairport Tel: +44 871 271 0711 Tweet a @ManAirport Pakistan International Airlines Tel: +92 21 111 786 786 Email [email protected] Facebook: https://www.facebook.com/PakistanIntAirlines Tweet a @Official_PIA

Firma e condividi la petizione:

https://www.change.org/p/stop-the-export-of-irish-greyhounds-to-pakistan

Articolo originale: http://www.doncasterfreepress.co.uk/news/urgent-call-to-save-dogs-from-exportation-to-a-life-of-suffering-and-probable-death

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Macia, vicepresidente e socio fondatore di Pet Levrieri, ha lavorato presso case editrici e oggi collabora in qualità di correttrice di bozze e per la revisione di testi. Nel 2011 ha adottato il suo primo levriero, entrando in contatto con la triste realtà che si cela dietro galgo, grey e lurcher e da qui è nato il suo impegno che condivide con suo marito Francesco, anche lui volontario all’interno dell’associazione. Ricopre il ruolo di Coordinatore del gruppo Adozioni e a ogni arrivo la trovate dietro un tavolo a far firmare moduli agli adottanti.
Vive a Milano con il marito in compagnia di un galgo spagnolo, Rodrigo, e due grey irlandesi, Rosden e Suzie, l’ultima adottata un anno fa.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×