fbpx

IL MIO CANE PUO’ MANGIARE LA ZUCCA? di E. GARELLA

(Riportiamo integralmente l’articolo di Elena Garella)
La zucca è un alimento molto utile per i nostri amici a quattro zampe, certamente non consumandola con tutta la buccia come stanno facendo i due cuccioli della foto. Questo vegetale è un’ottima fonte di fibra e aiuta la regolarità delle funzioni intestinali. Se il vostro cane ha problemi di diarrea o di costipazione, in entrambi i casi la zucca aiuta a risolvere la situazione (Vedi anche Aiuto il mio cane ha la diarrea).

Quali benefici per il nostro amico a quattro zampe?

Le fibre che la zucca contiene nella sua polpa, 7 grammi di fibra in circa 120 grammi di polpa, sono un nuriente che non può essere completamente digerito dall’organismo del cane, per questo determinano un senso di sazietà, che aiuta il nostro amico a quattro zampe a sentirsi soddisfatto, a non cercare altro cibo. Potremo quindi utilizzarla per aiutare il nostro cane a controllare il peso, soprattutto in inverno, quando il movimento giornaliero diminuisce. Se volete utilizzare la zucca a questo scopo, chiedete consiglio al medico veterinario di fiducia, che potrà indicarvi quanta aggiungerne ai pasti del vostro cane. In caso di diarrea blanda o feci molli, potete aggiungere da 1 a 4 cucchiai di zucca, in purea, al pasto del vostro cane. Le fibre solubili in essa contenuta assorbiranno parte dell’acqua presente nelle feci, rendendole più compatte. Iniziate con un cucchiaio e aumentate gradatamente. Se il vostro amico a quattro zampe fosse colpito da diarrea pesante, feci liquide o consistenti come semolino, consultate il vostro veterinario di fiducia, in questo caso non solo il cane potrà facilmente disidratarsi, ma le cause possono essere molteplici, non solo alimentari, e avrete necessità di seguire un’ottima cura. Proprio per la capacità ad assorbire acqua, di una parte delle fibre in essa contenute, la zucca può aiutare e risolvere i problemi di lieve costipazione. Agirà da emoliente delle feci, rendendole più molli e facili da evaquare per il vostro amico a quattro zampe.
cane con zucca
Come aggiungerla alla dieta Lavate la zucca e togliete picciolo e buccia, oppure comprate la zucca già tagliata in parti ed eliminate la buccia. Togliete i semi e poneteli da parte, tagliate la polpa in fette o dadini, nel primo caso potrete cuocerla al forno, senza sale ed olio, nel secondo caso potrete cuocerla al vapore. Consiglio sempre di ridurla in purea per una più facile digestione. Non offrite la polpa cruda, non è digeribile per il cane. Aggiungete da 1 a 4 cucchiai di polpa di zucca cotta, secondo la taglia del vostro cane. I semi, dopo averli lavati, potrete arrostirli in forno, preriscaldato a 180 °C, per circa 1 ora. Se volete aggiungerli alla dieta del vostro amico a quattro zampe, dovrete pestarli o macinarli accuratamente. Gli oli contenuti nei semi di zucca si ritiene possano proteggere il benessere delle vie urinarie. Una volta arrostiti i semi potranno essere conservati per massimo 2 settimane. Infine potete aggiungerla nelle ricette dei biscotti per cani. Cercate nella rubrica Spuntini le due nuove ricette!
  Link: https://www.fidoatavola.it/il-consiglio-della-settimana/il-mio-cane-pu%c3%b2-mangiare-la-zucca Fonte: Fido a Tavola © Riproduzione Riservata

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Macia, vicepresidente e socio fondatore di Pet Levrieri, ha lavorato presso case editrici e oggi collabora in qualità di correttrice di bozze e per la revisione di testi. Nel 2011 ha adottato il suo primo levriero, entrando in contatto con la triste realtà che si cela dietro galgo, grey e lurcher e da qui è nato il suo impegno che condivide con suo marito Francesco, anche lui volontario all’interno dell’associazione. Ricopre il ruolo di Coordinatore del gruppo Adozioni e a ogni arrivo la trovate dietro un tavolo a far firmare moduli agli adottanti.
Vive a Milano con il marito in compagnia di un galgo spagnolo, Rodrigo, e due grey irlandesi, Rosden e Suzie, l’ultima adottata un anno fa.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×