fbpx

Moppy

 

Greyhound femmina
Mantello blue con petto bianco
Altezza: 64 cm al garrese
Data di nascita: 22/07/2017

Aggiornato il 18 agosto 
Pubblicato il 4 giugno

Moppy non passa inosservata: la si nota subito, anche in mezzo a tanti levrieri. La sua bellezza, la sua corporatura armoniosa, elegante e il bellissimo mantello blue catturano l’attenzione.

Eppure Moppy vorrebbe tanto non essere vista…

Vorrebbe nascondersi e proteggersi in mezzo agli altri cani. Ha imparato sulla sua pelle, che ridurre al minimo le interazioni con l’umano è prudente. Evita di essere trattata male e di essere costretta a fare cose che la fanno stare male.

Quando però il suo sguardo incrocia quello di un umano che la sa rispettare nei tempi, nelle distanze, nelle esigenze, allora Moppy si trasforma… Il suo sguardo si rasserena, un profondo sospiro di sollievo la pervade e si lascia avvicinare, fino ad affidarsi. A quel punto, tutto il suo corpo sembra dire: “Finalmente, non mi sembra vero!”. 

Moppy va proprio conosciuta piano piano, impegnandosi a mettere negli approcci tutto il tatto e la delicatezza di cui ha bisogno. 

È una grey che ha conosciuto poco della vita e del mondo. È stata messa al mondo per essere sfruttata come racer e ha trascorso due anni tra gabbia, kennel, circuiti di allenamento e trial. Le sue uniche interazioni con gli umani sono state limitate alle operazioni per toglierla dalla gabbia, farla allenare e farla competere. Non ha conosciuto il tocco e l’attenzione di un umano amorevole, interessato a dedicarle tempo e a costruire una relazione affettiva con lei.

Moppy ha quindi ancora tutto da conoscere della vita. Ha bisogno di fare esperienze e di avere accanto una persona o una famiglia empatiche e rassicuranti, che l’accompagnino in questo percorso di recupero della propria infanzia e adolescenza negate. Che le facciano conoscere le persone e il mondo, nel rispetto dei suoi tempi e mettendosi nei suoi panni.

Come è intuibile, con gli estranei Moppy è inizialmente circospetta, decisamente diffidente e timorosa. Rimane sulle sue e osserva molto come gli altri si comportano con lei. Se si mostrano appropriati e garbati, allora Moppy, a poco a poco, si lascia avvicinare. 

Quando si apre e concede la sua fiducia, viene fuori tutta la sua dolcezza e l’infinita devozione che esprime verso chi le vuole bene. È molto dolce ed estremamente tenera nel ricercare le attenzioni e le coccole delle persone di cui si fida.

Con gli altri cani è bonaria, accomodante e molto rispettosa di esigenze, risorse e spazi altrui. È accomodante nelle situazioni di gruppo e di promiscuità. Può convivere con i cani di piccola taglia, con i quali è garbata.

Può fare la figlia unica, così come convivere con altri cani. 

Non è predatoria con i gatti, ma al momento non possiamo dire se lo fa perché li riconosce e li accetta come partner sociali o se la preoccupazione per l’ambiente che la circonda è ancora talmente forte da inibire ogni sua iniziativa o reazione predatoria sui gatti. 

Proviene dal racing, ha corso un’unica gara arrivando ultima. È stata scartata dal suo proprietario perché per nulla competitiva. 

Attualmente si trova presso il rifugio irlandese di Limerick Animal Welfare. Arriverà in Italia il 7 settembre 2019.

È sterilizzata. È dotata di passaporto con regolare antirabbica e le vaccinazioni previste per legge.

Per adottare o per informazioni più dettagliate potete contattarci

– scrivendo a: [email protected] o [email protected]

– telefonando ai seguenti numeri: 338 95 41 011 – 345 45 43 054

– compilando direttamente il modulo “Domanda di adozione” che trovate sul nostro sito a questo link http://adozioni.petlevrieri.it

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Macia, vicepresidente e socio fondatore di Pet Levrieri, ha lavorato presso case editrici e oggi collabora in qualità di correttrice di bozze e per la revisione di testi. Nel 2011 ha adottato il suo primo levriero, entrando in contatto con la triste realtà che si cela dietro galgo, grey e lurcher e da qui è nato il suo impegno che condivide con suo marito Francesco, anche lui volontario all’interno dell’associazione. Ricopre il ruolo di Coordinatore del gruppo Adozioni e a ogni arrivo la trovate dietro un tavolo a far firmare moduli agli adottanti.
Vive a Milano con il marito in compagnia di un galgo spagnolo, Rodrigo, e due grey irlandesi, Rosden e Suzie, l’ultima adottata un anno fa.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×