fbpx

Hubbard – In corso di adozione

Greyhound maschio
Mantello nero
Altezza: 71 cm al garrese
Data di nascita: 6/12/2015

Hubbard è arrivato in Italia sabato 23 novembre ed è ora affidato ad una famiglia foster che si prenderà cura di lui fino all’adozione, facendogli fare tante esperienze positive con gli umani, gli altri cani e l’ambiente.

Hubbard si sta mostrando un cavaliere sensibile, delicato, che ricerca una persona cui donare la sua fiducia e con cui costruire una amicizia per la vita. In casa si sta mostrando bravissimo.

Fin dal primo giorno si è mostrato attento ad apprendere le routine delle uscite, come momento per i bisogni e per marcare. E’ molto rispettoso degli arredi e delle regole di casa. 

Mostra di saper gestire la solitudine e di gradirli anche come momenti dedicati a sé, sapendo che dopo ogni distacco c’è il momento unico del ricongiungimento e della ricondivisione. 

_____________________________________________

HUBBARD IN ITALIA

_____________________________________________

“E ora, che succede, che devo fare, cosa vuoi esattamente da me?”

Questo forse deve aver pensato Hubbard, appena arrivato in rifugio. Abituato ai ritmi frenetici degli allenamenti e delle gare, non riusciva a capire, all’inizio, dove si trovasse e come mai non gli venissero richieste le solite prestazioni cui era abituato. Hubbard ha corso tanto nella sua ancor giovane vita: 66 gare in appena due anni, di cui 15 vinte e 9 in cui è arrivato secondo. Un vero campione da sfruttare fino in fondo.

Quando è arrivato da Emma, Hubbard era molto disorientato. La scrutava e sembrava chiedersi come dovesse comportarsi, cosa dovesse fare, cosa Emma avrebbe preteso da lui, preoccupato di non capire cosa stesse succedendo. Se ne stava rintanato nell’angolo più lontano del kennel, in stato di allerta, pronto a ubbidire ai soliti comandi, a sottostare alle solite regole ma, allo stesso tempo, curioso di conoscere le nuove persone che gli stavano intorno e comprendere cosa volessero da lui. Cercava di capire dove si trovasse e cosa ne sarebbe stato di lui. Osservava attento qualsiasi dettaglio, ogni rumore, ogni elemento di quella nuova, strana situazione che stava vivendo.

Anche prima di avvicinarsi alla ciotola con il cibo, ha guardato Emma, quasi a chiederle il permesso e ha atteso un po’ prima di cominciare a mangiare.

Ma era chiaro che qualcosa stava cambiando! In soli due giorni, Hubbard è diventato un altro cane. Non più disorientato o preoccupato, ha compreso che finalmente non è più costretto ad allenarsi e correre, né a indossare la famigerata museruola. Ha scoperto che si può passeggiare senza costrizioni, che può fermarsi, annusare, mangiare l’erba, respirare l’aria frizzante, senza limitazioni.

Ha imparato che può interagire con gli altri cani, che non sono più avversari, ma compagni di corse e giochi. Che le persone non gli impongono più prestazioni da campione, ma gli regalano attenzioni, gesti affettuosi e quelle cosine tanto goduriose, chiamate grattini, sopra la coda e le orecchie, senza pretendere nulla in cambio.

Hubbard ama la compagnia degli altri cani, cerca l’armonia e il modo di andare d’accordo. Gli piacciono i bambini, che possono essere divertenti compagni di giochi e scorribande, purché non troppo chiassosi e invadenti. In passeggiata è bravissimo, tranquillo e rilassato. Anche con i cani piccoli non ha mostrato atteggiamenti predatori. Si sta mostrando garbato nei loro confronti, capace di riconoscerli e trattarli come partner sociali. Può convivere con loro. 

Hubbard ora sa che la sua vita è cambiata. Due giorni fa non sapeva che era nato una seconda volta e che la vera vita sarebbe iniziata proprio in quel momento. I suoi occhi oggi sono sorridenti e illuminati da una luce nuova, quella della libertà.

Attualmente si trova presso il rifugio irlandese di Limerick Animal Welfare. Arriverà in Italia il 23 novembre 2019.

È sterilizzato e dotato di passaporto con regolare antirabbica e vaccinazioni previste per legge.
Per adottare o per informazioni più dettagliate potete contattarci
– scrivendo a: [email protected] o [email protected]
– telefonando ai seguenti numeri: 338 95 41 011 – 345 45 43 054
– compilando direttamente il modulo “Domanda di adozione” che trovate sul nostro sito cliccando qui

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Macia, vicepresidente e socio fondatore di Pet Levrieri, ha lavorato presso case editrici e oggi collabora in qualità di correttrice di bozze e per la revisione di testi. Nel 2011 ha adottato il suo primo levriero, entrando in contatto con la triste realtà che si cela dietro galgo, grey e lurcher e da qui è nato il suo impegno che condivide con suo marito Francesco, anche lui volontario all’interno dell’associazione. Ricopre il ruolo di Coordinatore del gruppo Adozioni e a ogni arrivo la trovate dietro un tavolo a far firmare moduli agli adottanti.
Vive a Milano con il marito in compagnia di un galgo spagnolo, Rodrigo, e due grey irlandesi, Rosden e Suzie, l’ultima adottata un anno fa.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×