Canelo – Prenotato S.C.

 

Galgo maschio
Mantello: Cannela e crema
Data di nascita: 01/2012
In rifugio dal 28/06/2018

OK GATTI

Canelo è stato abbandonato in rifugio a fine giugno.  Ha passato con il galguero sei anni della sua vita, sicuramente anni duri, durante i quali è stato sfruttato per la caccia e ora,  che non è più veloce e performante quando era un giovincello, doveva essere sostituito.

Canelo ha conosciuto solo recinti, freddo e terreno duro. Uomini dai modi rudi, che non l’hanno mai accarezzato o guardato veramente negli occhi. Poi all’improvviso, lo scorso giugno,  l’arrivo in quel luogo sconosciuto, pieno delle voci di tanti altri cani. Il galguero che se ne va senza una parola o una carezza di addio, e lui che resta solo, in un grande paddock pieno di  galgo sconosciuti, senza sapere cosa gli accadrà domani.

Canelo ci è stato segnalato da Ana, una volontaria che si prende a cuore soprattutto i galgo più bisognosi e siamo andati a cercarlo in un paddock periferico, davanti al quale è difficile passare per caso. Canelo è un cane che se lo guardi,  puoi  leggere nei suoi occhi e sul suo corpo magro tutta la sua storia. Vedi un fondo di melanconia e tristezza, che si accende di gioia  in modo commovente in un solo istante, quando riceve un briciolo di attenzione, una sola lieve carezza.  

E’ stupefacente come non abbia nessuna paura delle persone, malgrado tutto. Basta una piccola attenzione e la sua indole fiduciosa e ottimista, torna subito a fare capolino.  Quando si è accorto che volevamo portarlo fuori in passeggiata, ha cambiato sguardo e si è come illuminato.  In passeggiata era felice. E’ un cane curioso, intelligente, con una mente viva e desiderosa di scoprire e conoscere.  La monotonia dei giorni in rifugio, chiuso sempre nel solito paddock, è per lui davvero difficile da sopportare. 

Cenelo è un signore, molto educato e bravissimo al guinzaglio, malgrado sia interessato a tutto quanto succede. La sua coda scodinzola  mentre ti cammina accanto, e lui è gentile e garbato in ogni istante.  Cerca il contatto visivo e gli piace essere coinvolto dall’umano. Ama le carezze e il contatto fisico delicato.  

Ha visto i gatti e si è avvicinato scodinzolando in modo rilassato per capire cosa fossero, ma si  è distratto subito. Ha guardato il conduttore, poi ha spostato l’attenzione altrove, attratto da altre cose più interessanti. Siamo tornati più volte alla gattiera e la scena si è ripetuta. Riteniamo che Canelo non sia interessato ai gatti in modo predatorio e che possa imparare vivere in famiglie con felini che vivono dentro casa, se verranno applicate le regole per un per un corretto inserimento.

Canelo ha bisogno di uscire presto dal rifugio, di non soffrire più freddo. di non dormire più sul duro e di non  avere più lunghe giornate vuote. Aspetta da quando è nato una vita che si possa definire tale, di conoscere cosa siano il rispetto e l’amore. Per lui sarebbe ideale un ambiente tranquillo, con un cane equilibrato e rispettoso, ma puo’ vivere anche come figlio unico. Sarebbe un sogno che trovasse  una casa in cui possa godersi finalmente le piccole comodità che non ha mai avuto e umani affettuosi e sensibili, che che lo coinvolgano e gli facciano fare tante  esperienze. 

Canelo è un cane consapevole del suo corpo ed in grado di saltare alte recinzioni. Non è un cane timoroso, ma se lasciato in esterno da solo, potrebbe saltare per andare  cercare i suoi umani o per esplorare. 

Canelo ha un grande desiderio di vivere davvero, di amare ed essere amato. Speriamo che il 23 febbraio, al suo arrivo, possa trovare  la sua famiglia per sempre, pronta ad accoglierlo a braccia aperte.

 

E’ sterilizzato. E’ dotato di passaporto con regolare antirabbica e le vaccinazioni previste per legge.

Per adottare o per informazioni più dettagliate potete contattarci

– scrivendo a: [email protected] o [email protected]

– telefonando ai seguenti numeri

cell. 3389541011 – 3454543054

– compilando direttamente il modulo “Domanda di adozione” che trovate sul nostro sito a questo link http://adozioni.petlevrieri.it.

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,