Yankee – Adottata 10/3/2018

Greyhound maschio Mantello nero con petto bianco Altezza: 73 cm al garrese Data di nascita: dicembre 2015

Yankee sembra il ragazzo di campagna che si trova catapultato in città e non sa da che parte girarsi, è un po’ goffo e impacciato e osserva tutto per cercare rapidamente di capire come gira il mondo.

Come il fratello Doodle, Yankee ha visto gran poco della vita, avendola trascorsa tra gabbia, piste di allenamento e piste di gara, indossando la museruola 24 ore su 24, senza mai sosta. Reca sul suo muso il segno indelebile di questo. Immaginatevi per un secondo quale privazione e maltrattamento possa essere per un cane avere la museruola sempre indosso.

Fino a pochi mesi fa Yankee non sapeva cosa significasse afferrare un gioco con la bocca, mordicchiare un ramo, brucare l’erba, conoscere il mondo e gli oggetti tramite la bocca. Non conosceva il piacere di dilungarsi ad annusare, di marcare anziché fare la pipì in movimento mentre veniva obbligato a camminare o correre.

Per lui è tutto nuovo e meravigliosamente bello!

Yankee è un grey dal profilo equilibrato e riservato. Ha modi delicati e gentili. E’ rilassato e fiducioso, aperto alla conoscenza di nuove persone.

E’ garbato e dolcissimo nel richiedere attenzioni e affettuosità. Apprezza le attenzioni, il contatto e le affettuosità da parte delle persone.  Nei primi approcci con gli estranei è aperto alla relazione,  non inibito o diffidente. E’ a suo agio con i bambini con cui è paziente e delicato.

E’ curioso e aperto alle esperienze. Ama perlustrare, giocare e correre.

Gli piace stare in mezzo alle persone, ma soprattutto gli piace sentirsi in relazione con un umano, che si proponga a lui come guida e compagno. Ci tiene tantissimo a poter esprimere la sua devozione per un umano che gli dedichi attenzione e lo faccia sentire visto. Per lui questo è già toccare il cielo con un dito!

Adora essere massaggiato e accarezzato. Starebbe ore e ore a farsi accarezzare ed è buffissimo e troppo esilarante quando si gode le coccole, gongolando con tutte il corpo e sfoggiando un’ampia gamma di smorfie di apprezzamento.

Può vivere sia come figlio unico, sia in compagnia di altri cani.

Yankee si mostra educato e autocontrollato con gli altri cani, sia levrieri sia non, di taglia grande e media. E’ aperto alla conoscenza e all’interazione. E’ molto referenziato all’umano per cui è molto attento ai segnali, alle istruzioni e alla mediazione dell’umano nell’incontro e nell’interazione con gli altri cani. Si lascia guidare.

In esterno, avendo da poco terminato la carriera di racer, si raccomanda di monitorarlo con la massima attenzione in tutte le situazione di incrocio ravvicinato con cani di piccola taglia, soprattutto se pelosi, se abbaiano, uggiolano spesso e si muovono a scatti o se corrono in libertà (senza guinzaglio).  Va evitato l’interazione coi cani piccoli (soprattutto se i cani piccoli arrivano incontro correndo e abbaiando, non al guinzaglio). Non va lasciato libero di correre nelle aree di sgambante in compagnia di cani di piccola taglia. Precauzione che peraltro raccomandiamo per ogni cane in tutta la prima fase dell’inserimento.

Nell’incontro con i cani piccoli viene proprio fuori tutta la sua incompetenza sociale. Sta facendo tanti progressi al rifugio e continuerà a farli nella sua famiglia adottiva se gli verranno garantite adeguate esperienze di vita.

Nell’album trovate le foto della sua prima passeggiata pubblica con tanti altri cani e anche molti cani piccoli. Per proteggere i cani piccoli e nel contempo dare a Yankee la possibilità di conoscerli gradualmente si sta lavorando con l’uso della museruola.

Cammina bene al guinzaglio. E’ autocontrollato, rilassato e si lascia condurre dall’umano.

Yankee è fratello di Doodle. Sono stati recuperati dal rifugio la vigilia di Natale.

Sono ex racer e sono stati scartati perché non più adeguatamente remunerativi come macchine da corsa, quindi giudicati inutili e da rottamare. Sono arrivati con i segni evidenti della museruola sul naso, che erano costretti a indossare 24 ore su 24, come capita a molti greyhound racer durante la loro vita di sfruttamento nelle corse.

E’ predatorio con i gatti e dunque non può convivere con loro.

Attualmente si trova presso il rifugio irlandese di GSPCA. Arriverà in Italia sabato 10 marzo 2018

E’ sterilizzato. E’ dotato di passaporto con regolare antirabbica e le vaccinazioni previste per legge.

Per adottare o per informazioni più dettagliate potete contattarci

– scrivendo a: [email protected] oppure a [email protected] – telefonando ai seguenti numeri cell. 3389541011 – 3454543054 – compilando direttamente la “domanda di adozione” che trovate sul nostro sito a questo link: http://adozioni.petlevrieri.it