fbpx

Tamara – Adottata il 20 settembre 2014

Greyhound femmina Mantello nero Altezza: 68 cm al garrese Età: 01/01/2010

Tamara é la grey nera di quattro anni salvata dagli amici di Limerick Animal Welfare, per il cui intervento chirurgico e percorso di riabilitazione abbiamo lanciato un appello a giugno.Vi ricordate di Tamara?

Ora Tamara sta decisamente meglio. L’intervento chirurgico ha avuto esito pienamente positivo e Tamara ora affrontando il percorso di riabilitazione tramite l’idroterapia e la fisioterapia cui sta rispondendo molto bene.

E’ dunque pronta per iniziare una nuova vita in Italia, per incontrare una famiglia per sempre che sappia donarle amore e rispetto. Ripercorriamo insieme la sua storia.

Nel mese di aprile alcuni traveller (gitani irlandesi) si presentano ad un veterinario nella contea di Limerick con una grey nera scheletrica, impaurita e in preda a dolori lancinati, che non si reggeva in piedi per le ferite e le fratture.

Gli comunicano che è stata investita poco fa da un veicolo a quattro ruote motrici e gli chiedono di prestarle soccorso. Aggiungono subito che se è in grado di rimetterla rapidamente in sesto, allora torneranno a riprenderla, altrimenti può farne quello che vuole, perché loro non torneranno.

Il veterinario risponde loro che ciò non sarà possibile e che quello che può per ora tentare di fare è salvarle la vita.Questi bofonchiano qualche imprecazione e se ne vanno lasciandola lì.

Tamara, così verrà chiamata da lì a poco dai volontari di Law, giace lì tremante sul quel lettino con i suoi occhioni tra l’atterrito e l’implorante. E’ molto conciata: scheletrica, non riesce a reggersi in piedi per le gravi ferite e per lo stato di indebolimento. Ha un brutta ferita sul fianco che la fa cadere ogni volta che tenta di rialzarsi, un polmone collassato, le costole rotte e un’anca fratturata.

Abbandonata lì senza nessun rimorso e senza nessuna compassione per lei…Ma questa volta la fortuna è dalla sua parte.

Il veterinario contattato collabora con il rifugio di Limerick Animal Welfare, cui segnala i cani abbandonati/maltrattati che arrivano nel suo studio o di cui viene a conoscenza. Chiama subito il rifugio, che immediatamente interviene e si offre di prendersi cura della grey, facendosi carico di tutte le spese veterinarie che necessiteranno e del suo salvataggio.

Il veterinario ha diagnosticato che le costole erano rotte da molto tempo e che la frattura dell’anca risaliva almeno ad mese prima. Dalle indagine successive effettuate si è scoperto che i traveller, che detenevano Tamara, erano gli stessi di Womblolina, la lurcher che ora vive felicemente in Italia. E noi tutti sappiamo in che condizioni Womble è stata recuperata dai volontari di Law, condizioni tali da richiedere l’amputazione di una zampa. E’ probabile che avessero rubato Tamara da qualche trainer. Veniva infatti tenuta nascosta in un capannone in mezzo alla sporcizia e ai suoi escrementi e ha subito sicuramente percorse.

Difficile stabile se stava meglio con il suo trainer o con i traveller … Il suo corpo porta i segni di violenze subite in un lungo tempo… Eppure Tamara ha un voglia di vivere e una fiducia incrollabile nell’essere umano.

Ritorniamo a quel pomeriggio di aprile. Tamara ha dolori atroci, per i quali è stata tenuta per settimane sotto morfina, ma si fa curare e medicare, sopportando con molta dignità e pazienza il dolore, e mostrando una riconoscenza che è commuovente per le cure che le sono prestate, per ogni gesto amorevole che le viene offerto.

Per sei settimane è rimasta in clinica. Ha recuperato a poco a poco gran parte del suo peso, le ferite sono state curate, le costole si sono sistemate e ha ripreso a respirare con il polmone che era collassato.

Poi è stata sottoposta ad un’operazione chiamata femoral head ostectomy (FHO), Ostectomia della Testa del Femore, un intervento chirurgico che rimuove la testa e il collo del femore, per alleviare il dolore e recuperare la funzionalità dell’anca.

In questo modo Tamara potrà tornare ad usare la gamba posteriore e non cadere in continuazione. L’intervento ha avuto successo e ora Tamara sta recuperando la funzionalità delle sue zampe tramite la idroterapia, la fisioterapia e ginnastica quotidiana. Migliora giorno dopo giorno.

Tamara ha un cuore grande e un’anima dolcissima, nonché un’immensa capacità di perdono verso gli essere umani. Nonostante tutto quello che ha subito, ha mantenuto una grande gioia di vivere, un’apertura verso il mondo e fiducia verso l’uomo.

Al rifugio Tamara ha potuto scoprire cosa significa essere accarezzata e coccolata e la cosa le piace un sacco. Lo scambio di coccole è un’occupazione che fa per lei…starebbe lì ore ore a farsele fare.

E’ molto simpatica e buffa quando richiede le attenzioni e le coccole. E’ buffa perché è piuttosto impacciata, non sa se può osare chiedere attenzioni, ingaggiare le persone nell’interazione e nel gioco. E’ troppo simpatica con quegli suoi occhioni dolci e vispi.

Sta inoltre scoprendo la gioia di rilassarsi al sole, sentendosi al sicuro, il piacere di passeggiare e di perlustrare come attività ludiche svolte in compagnia di umani amorevoli. Sta scoprendo che la vita può essere bella, gioiosa, arricchente.

E’ curiosa. Ama andare in passeggiata, conoscere nuove persone e fare nuove esperienze.

Con le persone si mostra affettuosa e cerca le coccole. Non è intimorita dai bambini, anzi le piace ricevere coccole e attenzioni da loro.

E’ socievole ed equilibrata con i cani di altre razze, sia maschi che femmine. Osservata nell’approccio con i cani di piccola taglia, ha mostrato comportamenti appropriati e nessuna motivazione predatoria.

Le piace andare in automobile e le piace tantissimo l’acqua.

Cammina bene al guinzaglio, ha un’andatura ordinata a fianco del conduttore. Non tira, non mostra comportamenti assertivi o timorosi immotivati verso gli altri cani che incrocia, non è intimorita dagli stimoli sconosciuti dell’ambiente esterno.

E’ bravissima.

Alla vista dei gatti mostra interesse e si attiva. Se non gestita correttamente si eccita e può tentare di inseguire il gatto per catturarlo. Se richiamata dal conduttore, riesce a distogliere l’attenzione dal gatto e a dare lo sguardo e l’attenzione all’umano. Sconsigliamo l’adozione in una casa con gatti. Nel contempo riteniamo che Tamara possa imparare a disciplinare e abbassare la sua motivazione predatoria rispetto ai gatti se correttamente educata con l’aiuto di un educatore o istruttore cinofilo.

Ex racer.

Sarà sterilizzate ed è in regola con le vaccinazioni.

Attualmente si trova a Law e arriverà in Italia a settembre.

Tags: , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è Direttore delle Risorse Umane di una multinazionale del settore IT. Per passione personale a luglio 2020 conseguirà il titolo di educatore cinofilo presso la scuola Il Mio Cane.net. Ha partecipato al corso di gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti organizzato da Pet Detective. Nel marzo 2014 adotta “per caso” Sandy, greyhound irlandese e scopre la dura realtà dei levrieri sfruttati nelle corse e nella caccia decidendo così di impegnarsi concretamente nell’Associazione.
Coordina lo Shop Online, collabora con il gruppo Adozioni nelle visite di pre-affido e nelle attività post-affido, partecipa come portavoce di Pet levrieri ad eventi di informazione e divulgazione delle attività dell’associazione. Vive a Milano con il marito Massimiliano, i figli Giorgia e Marco, la grey Sandy, la lurcher Robin e Yughi, un meticcio di oltre 15 anni. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri a titolo assolutamente gratuito.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×