fbpx

Queenie – Adottata 05/03/2022

Greyhound femmina
Mantello: Blu e bianco
Altezza: 65 cm al garrese
Data di nascita: 12/8/2018

Aggiornato il 4 febbraio 2022

Queenie, coraggiosa e sensibile giovane mamma, insieme al suo cucciolo, sono stati orribilmente buttati fuori da un auto in movimento in una fredda notte d’Irlanda. Scrivono i volontari di Star Rescue, il rifugio che li ha salvati e se ne sta prendendo cura nell’attesa di venire in Italia: 

“…Mi vergogno di essere irlandese in questo momento, mi vergogno di essere persino umana… Un umano ha fatto questo a queste preziose anime. Puoi vedere chiaramente la trascuratezza e maltrattante abbandono. Abbandono di cui  di cui ci prenderemo cura, aiutando questi due cani anche se siamo in ginocchio, come tanti rifugi in tutta l’Irlanda in questo momento, ci saremo per questa bellissima madre e il suo piccolo bambino. Questa madre e questo cucciolo fiduciosi, amorevoli e indifesi, oltre ad patire l’evidente trascuratezza, sono stati orribilmente buttati fuori da un’auto in movimento … Riesci a immaginarlo? La paura … Riesci a sentirne l’odore? … Il dolore! … Riesci a sentire nel tuo cuore ciò che questa madre e questo cucciolo  hanno appena sopportato!! Quando finirà mai questo… Osiamo definirci umani 😔 Questo accade ogni giorno in tutto il paese… Perché? Se queste fossero graziosi cagnolini, mucchi di pelliccia bianca, in tanti griderebbero all’orrore, ma non lo sono. Sarai abbastanza coraggioso da difendere questi incredibili esseri senzienti che conosciamo e amiamo come cani? Vederli, vederli veramente… Spaventati, feriti, doloranti, smarriti ma desiderosi di sperare… Loro Sperano in noi. Non ce lo meritiamo, ma loro sicuramente lo fanno…”

E’ un miracolo che Queenie e il suo cucciolo siano usciti pressoché illesi da quel lancio violento e che non siano stati investiti da uno dei tanti  veicoli che sono transitati su quella strada di notte. 

Un automobilista si è accorto della loro presenza al lato della strada e ha avvisato subito il rifugio, che è intervenuto a soccorrerli. Erano terrorizzati, acciaccati per le contusioni, bloccati dal freddo e dalla paura, sporchissimi e affamati. 

Dal tatuaggio di Queenie è stato possibile ricostruire parte della sua storia. Nata in Irlanda, allevata e allenata per diventare una racer, è stata venduta all’asta in Inghilterra. Si è qualificata per i campionati e ha partecipato ad una gara, in cui è arrivata ultima. Giudicata senza dunque potenziale, senza i numeri per diventare “un’atleta promettente”, è stata scartata e venduta a qualche traveller che l’ha riportata in UK. Da quel momento si perdono le sue tracce. 

Queenie ha una storia di crudeltà e abbandono, ma la sua storia non è un’eccezione per i greyhound che nascono in terra di Irlanda. Questa è la vita che attende la maggior parte di loro: sfruttamento, maltrattamento, abbandono e morte, spesso violenta. Molti di loro non hanno neanche un nome, non hanno chi li piangerà, chi potrà raccontare la loro storia. 

Queenie è dunque fortunata nella sua vita di sofferenza, perchè lei si è salvata e ora potrà conoscere cosa significa essere amata e rispettata. Molti suoi fratelli e sorelle rimangono invece senza voce, senza conoscere cosa sia la libertà e il rispetto. 

Nonostante il suo passato di inferno Queenie si è mostrata da subito un cane sensibile e forte, di straordinaria gentilezza ed equilibrio. 

Si mostra equilibrata e riflessiva, dai modi tranquilli e rilassati. E’ un cane solido, consapevole di sé e delle sue risorse, dotata di fine intelligenza emotiva che mette in campo nella relazione con gli umani, favorendone al meglio l’evoluzione. 

E’ fiduciosa e solare. Difficile non stupirsi della sua apertura e della gioia con cui va incontro alle esperienze della vita, conoscendo quello che ha passato. Ma Queenie è così. Sembra dire: “Sai che c’è?! La vita è bella! E ora mi sembra che che stia girando per il verso giusto, quindi voglio assaporarmela tutta, voglio condividerla al meglio con gli umani che sanno essermi amici”. 

E’ fiduciosa verso gli umani, aperta all’incontro e alla conoscenza, che affronta con solare amabilità. Mostra un’elevata capacità di adattamento. Sa modulare il suo comportamento in funzione del contesto e dell’interlocutore. 

E’ paziente e appropriata con i bambini. Si vede che è mamma ed è una mamma premurosa e paziente. 

Ama il contatto, ama essere massaggiata e ricevere coccole. Quando accade guarda i volontari con occhi pieni di riconoscenza, come se fosse un premura accuditiva che mai si sarebbe aspettata. 

Ama andare in passeggiata e potersi finalmente godere la natura, dedicarsi con tranquillità ad annusare, guardare, fermarsi per lasciarsi accarezzare dal vento, sdraiarsi sull’erba fresca e profumosa e godersi il sole e lo stare insieme ai suoi amici umani. 

Con gli altri cani è garbata e appropriata. Mostra di sapersi adattare e relazionarsi correttamente sia a maschi sia a femmine, siano essi levrieri che cani di altre razze. Ha modi educati e competenti e riesce sempre ad agevolare la relazione con gli altri cani, contemperando le proprie esigenze con quelle altrui. Per questa sue caratteristiche, capita molto spesso che in dinamiche di gruppo venga riconosciuta come guida o che altri cani più insicuri si appoggino a lei. 

Con i cani di piccola taglia si comporta in maniera appropriata e delicata. Può convivere con loro. 

In passeggiata è tranquilla ed educata. Un piacere portarsela con sé…ovunque.

Attualmente sta vivendo in una famiglia foster che si prenderà cura di lei fino alla sua partenza per l’Italia. Sta convivendo in armonia con altri cani ed è una perfetta lady anche in contesto di vita famigliare. 

Quennie attualmente si trova in Irlanda e  arriverà in Italia il 5 marzo 2022.

È stata sterilizzata il 14.12.2021.

A breve pubblicheremo il suo profilo più dettagliato.. È dotata di passaporto con regolare antirabbica e le vaccinazioni previste per legge.

Per adottare o per informazioni più dettagliate potete contattarci

– scrivendo a: [email protected] o [email protected]

– telefonando ai seguenti numeri cell. 328 61 85 068 – 345 45 43 054

– compilando direttamente il modulo “Domanda di adozione” che trovate sul nostro sito a questo link http://adozioni.petlevrieri.it

 

Tags: , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è Direttore delle Risorse Umane di una multinazionale del settore IT. Per passione personale a luglio 2020 conseguirà il titolo di educatore cinofilo presso la scuola Il Mio Cane.net. Ha partecipato al corso di gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti organizzato da Pet Detective. Nel marzo 2014 adotta “per caso” Sandy, greyhound irlandese e scopre la dura realtà dei levrieri sfruttati nelle corse e nella caccia decidendo così di impegnarsi concretamente nell’Associazione.
Coordina lo Shop Online, collabora con il gruppo Adozioni nelle visite di pre-affido e nelle attività post-affido, partecipa come portavoce di Pet levrieri ad eventi di informazione e divulgazione delle attività dell’associazione. Vive a Milano con il marito Massimiliano, i figli Giorgia e Marco, la grey Sandy, la lurcher Robin e Yughi, un meticcio di oltre 15 anni. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri a titolo assolutamente gratuito.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×