fbpx

Keith – In Italia presso famiglia foster – Adottato il 17/2/2024

Lurcher saluki maschio
Mantello fulvo
Altezza: 60 cm al garrese
Data di nascita: 23/10/2022

Aggiornato il 1 febbraio 2024

Keith è arrivato in Italia sabato 27 gennaio ed è ora affidato alle cure di una famiglia foster che gli farà fare tante esperienze positive con le persone, gli altri cani e l’ambiente, in attesa di trovare la sua famiglia per sempre.

Che dire di Keith?! E’ un ragazzo pieno di risorse, che ogni giorno dà occasione per scoprirle e apprezzarle. E’ arrivato sabato 27 dall’Irlanda e si è subito ambientato con facilità nella sua famiglia foster, proponendosi come un interlocutore garbato e gentile nei confronti del cane di casa e molto attento a comprendere le regole e routine di casa e a rispettarle. 

Aveva avuto lo stesso atteggiamento anche con la famiglia foster irlandese, che collabora con il rifugio di Deel, e che lo aveva accolto quando era stato salvato in pessime condizioni, denutrito, sporco, provato, dal rifugio di Deel Rescue. Già allora benché era chiaro che mai prima aveva visto l’interno di una casa e mai prima aveva potuto apprezzare il calore di una famiglia, con grande intelligenza e flessibilità aveva rapidamente imparato a vivere in un contesto domestico, mostrandosi da subito rispettoso delle regole e routine di casa. 

Keith è un giovanotto gentile ed equilibrato, riflessivo e capace di modulare l’arousal in maniera appropriata al contesto e all’interlocutore. 

Ha un approccio rilassato alle persone e alle situazioni, nel contempo è pieno di gioia di vivere, solare e affettuoso. 

Saluta ogni nuovo giorno con un musetto sorridente, quasi a ringraziare la vita per quello che ora finalmente gli sta offrendo: il trascorrere la quotidianità con persone che lo rispetto nel calore e tepore di una casa. 

Ha un profilo fiducioso e socievole. Ama interagire sia con gli umani che con gli altri cani.

Ama le attenzioni e le coccole. Una delle sue abitudini preferite è accoccolarsi sulla sua copertina sul divano vicino agli umani di famiglia. 

In casa ama trascorrere le giornate nella calma, nel gradevole ozio, nel piacere della condivisione, e nel riposo. Mostra di saper gestire la solitudine, senza andare in stress e in distruttività 

Cammina bene al guinzaglio e non si preoccupa dei rumori cittadini come traffico e sirene. Ama esplorare e annusare.

Al guinzaglio può accennare a tirare un po’ quando è tutto preso dalla scoperta di qualcosa di nuovo o attirato da un odore molto interessante, o quando intravede amici cani e non vede l’ora di andarli a salutare. Ma basta invitarlo a rallentare e calmarsi, con il guinzaglio, la propria postura e le parole, che Keith accoglie rapidamente l’invito e adegua l’andatura. 

Ama il cibo in tutte le sue versione. Mangia con gusto le crocche ed è un attore nato nel cercare di convincere gli umani a dargli un pochetto del loro cibo tanto buono e gustoso. Tuttavia, non è insistente e se gli si dice no, desiste rapidamente. E’ molto attento a rispettare le regole che gli umani gli danno. 

Di notte dorme profondamente e tranquillamente sulla sua cuccia accanto al letto degli umani. Rispetta gli spazi e le risorse dell’altro cane di famiglia. 

E’ a suo agio con i bambini con cui può convivere. 

E’ un ragazzo molto sveglio e intelligente, che ama fare esperienze nel mondo, con gli umani e gli altri cani. Apprende molto rapidamente ed è incuriosito e motivato da giochi olfattivi o di attivazione mentale con gli umani. 
Ama correre e in libertà (in zone recintate) e ama farlo da solo e anche con gli altri cani. 

Ama anche avere la possibilità di interagire con gli altri cani e di poterlo fare anche in interazioni corporee in cui ci si può misurare fisicamente e nella corsa, in maniera totalmente ludica, assaporando il piacere di sentire la forza e agilità del corpo e l’energia che scorre. Ama interagire e mostra di saperlo fare con abilità sociali, modulando iniziative e reazione in funzione del cane e agevolando una buona evoluzione della conoscenza e della interazione. 

Ama sentire il proprio corpo in azione, sia nell’ambiente, correndo, saltando, arrampicandosi, sia con gli altri cani. E’ un entusiasta che ama incontrare cani con cui condividere questa gioia di vivere, di esplorare e cimentarsi. Il suo bello è che sa coniugare entusiasmo con gentilezza, allegria con garbo. 

Si mostra appropriato e pacifico con i cani piccoli, con cui può convivere. Alcuni suoi amici canini sono cani di piccole dimensioni. 

Può vivere in contesto cittadino. 

Ama viaggiare. 

Keith è stato salvato dal rifugio di Deel Rescue a fine ottobre 2023. Vagava in un giardino a West Limerick e il rifugio è stato contattato per cercare di aiutarlo. Si è lasciato avvicinare e si è affidato ai volontari facilmente, che lo hanno portato subito dai veterinari di Adare perchè appariva fortemente denutrito e disidratato e provato. 
Keith pesava poco più di 14 kg, era notevolmente sottopeso e le sue condizioni erano estremamente precarie, era pieno di parassiti e molto affamato. I volontari e i veterinari sono rimasti subito sorpresi da questo povero ragazzo, che in vero stile lurcher gli ha accolti con scodinzolate e con occhi che via via si riempivano di gratitudine per le attenzioni e cure che gli venivano offerte. 

Una volta visitato e curato è stato affidato alle cure della famiglia foster e si è ripreso pienamente. 

Si trova in Italia ed è disponibile per l’adozione. 

È stato sterilizzato il 23/11/2023.  È dotato di passaporto con regolare antirabbica e vaccinazioni previste per legge.

Per adottare o per informazioni più dettagliate potete contattarci

– scrivendo a: [email protected] o [email protected]

– telefonando ai seguenti numeri cell. 328 61 85 068 – 345 45 43 054

– compilando direttamente il modulo “Domanda di adozione” che trovate sul nostro sito a questo link http://adozioni.petlevrieri.it

A questo link trovate tutte le info sul percorso di adozione (step, donazione prevista, modalità di consegna del cane, affiancamento pre e post adozione): https://www.petlevrieri.it/adozioni/

Keith al suo arrivo in Italia

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta e di formatrice. E’ laureata in filosofia e in psicologia. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.

Insieme condividono la loro vita con un gruppo di levrieri rescue e una segugia. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita.

×
Vice presidente di Pet levrieri. Nella vita è Direttore delle Risorse Umane di una multinazionale del settore IT. 
Per passione personale nel 2020 ha conseguito il titolo di educatore cinofilo presso la scuola cinofila Il Mio Cane.
Ha partecipato al corso di gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti organizzato da Pet Detective.
Nel marzo 2014 adotta “per caso” Sandy, greyhound irlandese, e scopre la dura realtà dei levrieri sfruttati nelle corse e nella caccia decidendo così di impegnarsi concretamente nell’Associazione.
Coordina il gruppo di ricerca dei levrieri smarriti, è membro del Gruppo Adozioni e partecipa come portavoce di Pet levrieri ad eventi di informazione e divulgazione delle attività dell’associazione. 
Vive tra Milano e la Valsassina con il marito Massimiliano, ha due figli ormai adulti, Giorgia e Marco, e tre lurcher irlandesi: Robin, Coco e Lucy – e Sandy sempre nel cuore.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri a titolo assolutamente gratuito.
×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×
Socio fondatore di Pet levrieri, si è occupato in associazione, a titolo puramente gratuito, di trasporti, rapporti con le autorità veterinarie e della comunicazione esterna, curando numerosi articoli sulla situazione dei greyhound e dei galgo nel mondo. Ha partecipato a numerose manifestazioni antiracing in Irlanda e Gran Bretagna. Dal 2022 fa parte del Board di GREY2K USA Worldwide, la più importante organizzazione antiracing mondiale. 
Laureato in filosofia e in Psicologia della comunicazione, insegna filosofia e storia nella scuola superiore di secondo grado; per crescita personale si è formato e diplomato come educatore cinofilo presso la scuola SIUA. 
Appassionato di musica, in particolare rock e irlandese, dal 2008 condivide le sue giornate, insieme alla moglie Stefania Traini, con levrieri rescue e un “pizzico” di segugi. Perché nella varietà si fanno più esperienze.
×
Membro del consiglio direttivo di Pet Levrieri.
Dopo il liceo linguistico inizia a lavorare in banca ma dopo la nascita della terza figlia decide di volersi dedicare esclusivamente alla sua numerosa famiglia.
Il suo primo cane è stato Otello, un mix labrador-alano, poi è arrivata Gina, un bovaro svizzero.
Viene a conoscenza dello sfruttamento dei levrieri per caso attraverso un articolo trovato in rete e nel novembre 2015 partecipa ad un arrivo di Galgo di Pet Levrieri. Christa, una galga ancora senza famiglia, si butta tra le sue braccia per farsi coccolare. Dieci giorni dopo andrà a prenderla presso la famiglia foster e la porterà a casa. Da questo incontro speciale nasce il suo impegno concreto all’interno dell’Associazione.
Fa parte del gruppo adozioni e si occupa prevalentemente delle richieste estere (Svizzera, Austria, Germania).
A settembre 2018 si reca, insieme a Stefania Traini, a Macau per fotografare e stilare i profili dei cani che verranno in Italia. Qui, incrocia lo sguardo di Tamoko, che decide di adottare appena sarà pronto per il volo che lo porterà a Milano.
Vive a Lugano, Svizzera, con il marito Andrea e i figli Giulia, Alyssa, Cecilia e Tommaso. Membri della numerosa famiglia, oltre a Tamoko, sono anche Harry e Bob, lurcher irlandesi e Paco un meticcio salvato dalle strade di Napoli.
Ama trascorrere le giornate tra montagne e boschi oppure con un bel libro in mano.
Svolge i suoi incarichi in Pet Levrieri in maniera totalmente gratuita.
×