fbpx

Irene – adottata il 29 novembre 2014

Lurcher (incrocio whippet) femmina Mantello bianco e fulvo Taglia piccola (altezza: 55 cm al garrese; peso: 20 kg) Data di nascita: 01/07/2011

Irene è anche lei una sopravvissuta, scampata alla morte. Portata al pound insieme a Inta per essere soppressa, è stata salvata da una volontaria. E’ la mamma di Inta, con cui ha sempre vissuto insieme e verso cui è molto premurosa. Entrambe vivevano allo stato “semiselvatico” all’interno di un cantiere.

Irene è una signora riservata e dai modi gentili. All’inizio è diffidente, ma ci vuole poco a sciogliere questa sua ritrosia iniziale e ad accedere alla sua dolcezza, sempre molto delicata: basta avere approcci educati, rispettosi delle distanze e delle regole base del galateo canino.

Da autentica signora, Irene sa riconoscere le buone maniere dell’umano che ha di fronte e ripagarle con un garbo pieno di dolcezza e voglia di farsi accudire.

E’ di indole tranquilla, bonaria e dolce. Si intuisce che, di indole ama ricevere attenzioni e coccole, ma ha un grande bisogno che le vengano dispensate nel rispetto dei suoi tempi e in maniera delicata, altrimenti non riesce a godersele.

 Sta conoscendo ora il mondo esterno e lo sta facendo con un candore che fa tenerezza se si pensa che è un cane adulto e che è già mamma. Le piace andare in passeggiata e perlustrare gli ambiente.

Sta facendo passi da gigante nel vincere le sue ritrosie e anche i timori iniziali verso l’ambiente esterno che nascono proprio dalla carenza di esperienze, ovvero da non aver mai conosciuto null’altro che la vita che vi svolgeva all’interno del cantiere.

I volontari di Law le stanno facendo fare tante esperienze  tramite passeggiate in luoghi diversi, incontrando persone e situazioni diverse e anche all’interno del rifugio con le persone, gli altri cani e gli attrezzi della mobilità. Ci sono degli educatori cinofili che lavorano con lei all’interno del progetto che il rifugio ha promosso per agevolare il recupero o lo sviluppo di competenze nei cani salvati.

I bambini le piacciono purché conoscano le buone maniere, non siano invadenti, toccandola troppo in maniera maldestra o non siano irruenti o esagitati, altrimenti se le è possibile prende le distanze oppure sopporta stoicamente. Cerca invece la vicinanza dei bambini che mostrano delicatezza, che sono calmi, riservati e usano con parsimonia il contatto. Di questi bambini se ne innamora e con il tempo né ricerca il contatto e le carezze.

Va d’accordo con gli altri cani, sia maschi sia femmine, di qualsiasi taglia e anche non levrieri. E’ appropriata negli approcci e negli ingaggi.

E’ adatta a convivere con i cani di piccole dimensioni.

Nei cat test non ha mostrato atteggiamenti o comportamenti predatori verso i gatti.

Potrebbe dunque convivere in contesto domestico insieme a gatti, purché ovviamente vengano presi tutti gli opportuni accorgimenti per l’inserimento.

Irene è un cane che ha bisogno dei suoi tempi per ambientarsi. Le novità all’inizio la stressano, perché non sa che cosa le riserveranno, se nascondono pericoli e insidie. La famiglia che l’adotterà dovrà aver pazienza, essere rispettosa dei suoi tempi e avere modi delicati, calmi e prevedibili di rapportarsi a lei.

Se rispetterà queste piccole regole, Irene ci sentirà gradualmente accolta e non in pericolo e si aprirà dischiudendo tutta la sua dolcezza, bontà e delicatezza. A quello punto le persone che l’avrà scelta saranno fregate per sempre! Rapirà il loro cuore.

Viveva insieme ad Inta all’interno di un cantiere, dove vivevano in libertà. Venivano sfamate, ma non era offerta loro alcuna esperienza di socializzazione e di perlustrazione del mondo esterno.

E’ sterilizzata e in regola con le vaccinazioni.

Arriverà in Italia il 29 novembre.

Tags: , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è Direttore delle Risorse Umane di una multinazionale del settore IT. Per passione personale a luglio 2020 conseguirà il titolo di educatore cinofilo presso la scuola Il Mio Cane.net. Ha partecipato al corso di gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti organizzato da Pet Detective. Nel marzo 2014 adotta “per caso” Sandy, greyhound irlandese e scopre la dura realtà dei levrieri sfruttati nelle corse e nella caccia decidendo così di impegnarsi concretamente nell’Associazione.
Coordina lo Shop Online, collabora con il gruppo Adozioni nelle visite di pre-affido e nelle attività post-affido, partecipa come portavoce di Pet levrieri ad eventi di informazione e divulgazione delle attività dell’associazione. Vive a Milano con il marito Massimiliano, i figli Giorgia e Marco, la grey Sandy, la lurcher Robin e Yughi, un meticcio di oltre 15 anni. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri a titolo assolutamente gratuito.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×