fbpx

Elsa – Già in Italia presso famiglia foster – Adottata

 

Galgo femmina
Mantello crema
Data di nascita:2018
Già in Italia
OK gatti

Elsa è arrivata in Italia sabato 15 maggio ed è ora affidata ad una famiglia foster che si prenderà cura di lei facendole fare tante esperienze positive con le persone, gli altri cani e l’ambiente.

Elsa è una meravigliosa galga dal mantello color crema e con il musino scuro, purtroppo le foto che abbiamo non rendono giustizia alla sua bellezza, sono state scattate il giorno del suo ingresso in rifugio ed Elsa era molto magra e giustamente un poco spaventata.

Elsa è arrivata in rifugio in seguito a una spedizione di salvataggio della Proectora Scooby nella zona di Murcia. Quarantesei anime salvate dai volontari dalle perrera locali o vaganti nel territorio, sono state soccorse e portate verso la salvezza. Non conosciamo nulla del suo passato, se non che sicuramente è simile a quello di molti altri galgo, abbandonati alla fine della stagione venatoria perché non ritenuti più utili alla caccia. Nel migliore dei casi, vengono lasciati nelle campagne, al proprio destino, che include anche la morte per stenti o incidenti. Molto frequentemente i cani vaganti finiscono nelle perrera, dove nel giro di pochi giorni, vengono uccisi con iniezione letale.

Elsa fortunatamente è stata recuperata dai volontari di Scooby Medina e portata in salvo al rifugio.

Nonostante le cicatrici sul corpo ci lascino intendere che non abbia avuto una storia semplice, Elsa si fida ancore delle persone, è molto socievole e per nulla intimorita.

Elsa è brava anche al guinzaglio, segue bene senza tirare. 

E’ molto competente nelle relazioni con gli altri cani ospiti del rifugio, con i quali dimostra di saper correttamente adottare il galateo canino, ne comprende le esigenze e si comporta in modo adeguato a seconda delle situazioni che le si presentano di volta in volta. Per questo motivo, riteniamo che possa anche convivere con cani di tutte le razze, maschi e femmine e di tutte le taglie.

Elsa nella gattiera del rifugio si è mantenuta rilassata e ha annusato i gatti liberi che le giravano intorno senza manifestare predatorietà. Quando un gatto è improvvisamente partito di corsa l’ha guardato sorpresa ma senza accennare a rincorrerlo. Riteniamo che Elsa possa imparare a vivere con gatti in ambiente domestico; a questo fine, si raccomanda di applicare le corrette procedure di inserimento.

Elsa si merita una famiglia che la faccia sentire parte integrante di essa, con la quale passare felicemente e serenamente il resto della sua vita. La presenza di altri cani in famiglia sarà sicuramente gradita, con loro Elsa potrà condividere esperienze ed avventure e le saranno di supporto nel delicato momento dell’inserimento.

Per adottare o per informazioni più dettagliate potete contattarci
– scrivendo a: adozioni.petlevrieri@gmail.com o stefania.petlevrieri@gmail.com
– telefonando ai seguenti numeri: 328 61 85 068 – 345 45 43 054
– compilando direttamente il modulo “Domanda di adozione” che trovate sul nostro sito cliccando qui

Elsa nella famiglia Foster

Elsa in Italia

Elsa in rifugio

Tags: , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è Direttore delle Risorse Umane di una multinazionale del settore IT. Per passione personale a luglio 2020 conseguirà il titolo di educatore cinofilo presso la scuola Il Mio Cane.net. Ha partecipato al corso di gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti organizzato da Pet Detective. Nel marzo 2014 adotta “per caso” Sandy, greyhound irlandese e scopre la dura realtà dei levrieri sfruttati nelle corse e nella caccia decidendo così di impegnarsi concretamente nell’Associazione.
Coordina lo Shop Online, collabora con il gruppo Adozioni nelle visite di pre-affido e nelle attività post-affido, partecipa come portavoce di Pet levrieri ad eventi di informazione e divulgazione delle attività dell’associazione. Vive a Milano con il marito Massimiliano, i figli Giorgia e Marco, la grey Sandy, la lurcher Robin e Yughi, un meticcio di oltre 15 anni. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri a titolo assolutamente gratuito.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×