fbpx

Eddie – Adottato il 20/11/2021

Greyhound maschio
Mantello nero
Altezza: 70 cm al garrese
Data di nascita: 12/09/2019

Eddie e’ un giovane grey, venuto al mondo e allevato all’unico scopo di essere inserito nel mondo delle corse, come tutti i suoi simili.

Ma Eddie non e’ riuscito a superare i cosiddetti trail, vale a dire i vari test per essere ammesso ai campionati e il suo trainer ha dichiarato che non aveva la stoffa per diventare un vero campione.

Da una parte, queste mancate prestazioni potevano decretarne la condanna a morte.

Un grey che non ha le qualita’ per poter vincere e produrre reddito per il suo trainer, infatti, e’ un grey inutile, un peso di cui disfarsi alla svelta per poterlo sostituire con un altro esemplare piu’ performante.

Dall’altra parte, pero’, quelle parole, che suonavano come una sentenza definitiva e senza appello, sono state un po’ la sua fortuna. L’intervento tempestivo del rifugio ha permesso a Eddie di salvarsi e lo ha sottratto a una fine che sembrava gia’ scritta.

Eddie quindi, non ha mai corso, non ha mai mangiato la polvere dei cinodromi, non ha mai dovuto confrontarsi con i suoi simili per dimostrare di essere il migliore e non ha mai dovuto mettere a repentaglio la sua vita. Era destinato a morire ugualmente, e’ vero, ma la sua buona stella, nelle vesti del rifugio, ha cambiato il suo destino.

Eddie e’ un grey sensibile nella sua indole e delicato nelle sue manifestazioni.

Tiene tantissimo a farsi accettare, a risultare una presenza gradita, a allacciare con l’umano una relazione armoniosa, che lo faccia sentire bene e apprezzato. Trae da questo rapporto la sua sicurezza e la sua serenita’ e se nella persona di riferimento trova la sua guida empatica, si rilassa e acquista fiducia, anche in se’ stesso.

Eddie e’ ancora incerto sul modo di avvicinarsi alle persone. Non ha ancora la spavalda spontaneita’ di chi ha gia’ capito che, al mondo, gli umani non sono fortunatamente tutti uguali e senza scrupoli e che ci si puo’ aspettare da loro, anche gentilezza e rispetto.

Resta pertanto ancora titubante, sempre defilato, come se aspettasse il permesso di prendere una qualunque iniziativa.

Darebbe l’anima per intuire le aspettative dell’umano ed esaudirle, ma ha ancora bisogno di riflettere un attimo di piu’, prima di agire, sempre nel dubbio di fare la cosa giusta e quella che ci si aspetta da lui.

Al rifugio sta pero’, piano piano, imparando che non ci sono pretese e che le persone non gli chiederanno nulla di piu’ di quello che lui e’ in grado di dare, aspettando pazientemente che lui acquisisca piu’ sicurezza in se stesso.

Man mano che entra in confidenza con i volontari, Eddie diventa sempre piu’ amabile e affettuoso, mostrando la sua vera natura bonaria ed educata.

Il contatto fisico non gli fa paura e anzi apprezza coccole e carezze, mentre il suo muso si distende in espressioni di piacevole godimento.

Non teme la vicinanza dei bambini e con loro si rivela paziente e gentile, purche’ i piccoli siano poco invadenti e altrettanto delicati nelle manipolazioni.

Anche con gli altri cani, Eddie si comporta sempre in modo garbato e accomodante.

Rispetta spazi e risorse altrui, riconosce le esigenze dei compagni e vi si adegua senza forzature, cercando di mantenere l’armonia del gruppo e di andare d’accordo con tutti.

Convive pacificamente anche con cani piccoli.

Gli piace andare in auto e viaggiare in compagnia del suo umano, nel desiderio di condividere esperienze nuove e avvenimenti.

Al guinzaglio, Eddie si lascia condurre con facilita’, seguendo le indicazioni del conduttore in cui cerca sostegno e guida e facendo attenzione al suo linguaggio non corporeo. Non c’e’ bisogno di troppe parole con Eddie, che capta al volo le intenzioni della persona.

Eddie e’ una creatura fortunata, che sta scoprendo un mondo del tutto nuovo, rispetto a quello cui era destinato, un mondo fatto di cose belle, di esperienze sorprendenti, di scoperte interessanti. Faremo di tutto affinche’ questo suo percorso, appena iniziato, continui nel migliore dei modi.

Felice vita Eddie!

Attualmente si trova presso il rifugio irlandese di Limerick Animal Welfare. Arriverà in Italia il 20 novembre 2021.

È sterilizzato. È dotato di passaporto con regolare antirabbica e le vaccinazioni previste per legge.

Per adottare o per informazioni più dettagliate potete contattarci

– scrivendo a: adozioni.petlevrieri@gmail.com o stefania.petlevrieri@gmail.com

– telefonando ai seguenti numeri cell. 328 61 85 068 – 345 45 43 054

– compilando direttamente il modulo “Domanda di adozione” che trovate sul nostro sito a questo link http://adozioni.petlevrieri.it

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è Direttore delle Risorse Umane di una multinazionale del settore IT. Per passione personale a luglio 2020 conseguirà il titolo di educatore cinofilo presso la scuola Il Mio Cane.net. Ha partecipato al corso di gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti organizzato da Pet Detective. Nel marzo 2014 adotta “per caso” Sandy, greyhound irlandese e scopre la dura realtà dei levrieri sfruttati nelle corse e nella caccia decidendo così di impegnarsi concretamente nell’Associazione.
Coordina lo Shop Online, collabora con il gruppo Adozioni nelle visite di pre-affido e nelle attività post-affido, partecipa come portavoce di Pet levrieri ad eventi di informazione e divulgazione delle attività dell’associazione. Vive a Milano con il marito Massimiliano, i figli Giorgia e Marco, la grey Sandy, la lurcher Robin e Yughi, un meticcio di oltre 15 anni. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri a titolo assolutamente gratuito.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×