fbpx

Danny… Adottato il 31 maggio 2014

Greyhound tigrato Mantello tigrato Altezza: 70 cm al garrese, Data di nascita: 01.01.2012

Danny è stupendo, ha un manto tigrato particolarissimo, con sfumature fulve e grigie blu. Veramente un cane meraviglioso. Ti colpisce subito il contrasto tra l’avvenenza dell’aspetto e la vulnerabilità e delicatezza d’animo.

E’ molto dolce e sensibile. Si avverte che è di indole affettuosa ma che ha paura a lasciarsi andare totalmente con le persone, perché non sa se può fidarsi di loro, se gli faranno del bene o del male.

Ti scruta infatti da lontano e osserva ogni tuo movimento e quando ti avvicini, all’inizio è molto circospetto e un po’ intimorito. Ma se il tuo tocco è delicato e le tue parole sono pronunciate con tono dolce e rassicurante, Danny a poco a poco si fa coraggio, si avvicina e  si lascia accarezzare.

Con le persone è all’inizio timoroso e circospetto. Ha bisogno di essere rassicurato e di un approccio delicato ed empatico.

Norma, la volontaria di LAW, che è andato a prenderlo presso la famiglia foster e lo ha portato in visita al rifugio per incontrare Sabrina e Cristina, le nostre due socie, ha faticato un po’ per tirarlo giù dal furgone: era spaventato e impaurito dal nuovo ambiente e dai rumori. Lo ha fatto scendere e lo ha liberato in un campo recintato, per vedere come reagiva.

E’ subito scappato in un angolino e si muoveva in stato confusionale intorno al perimetro. Si vedeva che gli sguardi delle persone e le macchine fotografiche gli davamo molto fastidio e che si sentiva come accerchiato.

Soffre la promiscuità forzata e il contesto del canile. Per questo motivo è stato affidato ad una famiglia foster.

Danny è un greyhound sensibile, dolce e remissivo. E’ diffidente ma molto leale e tende a legarsi tanto a chi riesce a conquistare la sua fiducia.

E’ curioso e intelligente: osserva tutto con attenzione e apprende con rapidità imitando gli altri cani.

Ama giocare e esplorare. E questa sua vena curiosa e ludica viene fuori non appena si sente a suo agio. E’ incantevole quando gioca o quando esplora il mondo con espressione rasserenata e incredula, come se non credesse che tutte queste cose belle possano capire a lui.

Con gli altri cani è socievole ed equilibrato. Cerca l’interazione e il gioco.

Va d’accordo sia con i levrieri sia con i cani di razze diverse, compresi i cani di piccola taglia. Nel kennel del rifugio si è messo a giocare a palla e con gli altri cani pieno di gioia e con un candore commuovente. Ama stare in gruppo, interagire con gli altri cani, correre, giocare, perlustrare insieme a loro.

Ama la compagnia degli altri cani, anche di razze diverse, soprattutto se equilibrati, rilassati e socievoli. Tende a ricercarne la vicinanza, ad appoggiarsi a loro e a sentirsi rassicurato dalla loro presenza.

In passeggiata ha bisogno di sentirsi protetto e rassicurato, per cui tende ad appoggiarsi e nascondersi dietro alla persona che lo conduce. Cammina bene accanto alla persona, senza tirare ma mantiene un stato di allerta e rumori improvvisi o movimenti bruschi possono spaventarlo e farlo indietreggiare o girarsi improvvisamente.

Chi l’adotterà dovrà utilizzare la pettorina a doppia H, che ha un effetto tranquillizzante e protettivo su di lui.

Danny è indicato per persone, dotate di empatia, pazienza e capacità di sintonizzarsi con i suoi tempi e bisogni.

Ha necessità di sentirsi al sicuro e amato. In questo senso, andrà curato con particolare attenzione e pazienza il suo inserimento, che potrà richiedere tempo, in modo da garantire a lui un contesto di vita e di esperienza, che sia tranquillo e prevedibile, non esposto ad un eccesso di stimoli, di imprevisti e di cani e persone con cui interagire. La presenza in famiglia di un altro cane equilibrato, calmo e socievole potrebbe aiutarlo.

Soltanto così a poco a poco Danny potrà superare le sue paure e riacquistare fiducia nelle persone e nel mondo.

AGGIORNAMENTO

Danny sta facendo tantissimi progressi. Nella famiglia in cui si trova si sono tutti innamorati di lui. E’ coccoloso, simpatico, buffo nel ricercare le coccole e le attenzioni e …furbetto. Ebbene sì, perchè con quel suo fare un po’ timoroso e titubante, che ti ispira tanta tenerezza, finisci per sottovalutare la sua destrezza e intelligenza e in men che si dica lui te la fa e il tuo bel piatto fumante che stai per assaggiare scompare nella sua bocca tutta goduta. E poi come fai a rimproverarlo quando ti guarda con i suoi occhioni tra il divertito e il “Io sono un grey che ha tanta paura, non puoi rimproverarmi…“.

In casa è tranquillo, molto rispettoso degli arredi e degli spazi. Ha imparato rapidamente le regole di casa e a sporcare fuori.

Danny ha bisogno di tatto, sensibilità e rispetto dei suoi tempi. Con persone che mostrano queste dote, lui apre il suo cuore.

Ama la presenza di altri cani, con cui cerca l’interazione e il contatto. Va molto d’accordo con Missy e Rosie.

Attualmente si trova in Irlanda in foster presso una famiglia che collabora con il rifugio di Limerick Animal Welfare.

E’ in regola con le vaccinazioni e verrà sterilizzato. Arriverà in Italia il 31 maggio.

 

Tags: , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Macia, vicepresidente e socio fondatore di Pet Levrieri, ha lavorato presso case editrici e oggi collabora in qualità di correttrice di bozze e per la revisione di testi. Nel 2011 ha adottato il suo primo levriero, entrando in contatto con la triste realtà che si cela dietro galgo, grey e lurcher e da qui è nato il suo impegno che condivide con suo marito Francesco, anche lui volontario all’interno dell’associazione. Ricopre il ruolo di Coordinatore del gruppo Adozioni e a ogni arrivo la trovate dietro un tavolo a far firmare moduli agli adottanti.
Vive a Milano con il marito in compagnia di un galgo spagnolo, Rodrigo, e due grey irlandesi, Rosden e Suzie, l’ultima adottata un anno fa.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×