Bradford – Già in Italia presso famiglia foster – Adottato C.B. 25/04/2019

Greyhound maschio
Mantello nero
Altezza: 71 cm al garrese
Data di nascita: giugno 2013

Bradford è arrivato in Italia il 9 marzo 2019 ed è ora affidato alle cure della sua famiglia foster che si occuperà di lui fino ad adozione, facendogli fare positive esperienze in famiglia, con gli altri cani, con le persone e nel mondo. 

Bradford è un grey di grande sensibilità e bontà. Un generoso d’animo e un cavaliere che null’altro sogna che essere scelto da un umano cui donare la sua totale devozione e amore. Fa di tutto per farsi accettare e amare e per ottenere l’approvazione: per essere percepito come “un bravo cavalier servente!”, perché lui è stato abituato ad obbedire e a sapere che ogni benché minima attenzione o atto positivo da parte dell’umano vanno sudati e meritati. Noi desideriamo per lui ora persone che gli facciamo scoprire che è un meraviglioso cavaliere sensibile e di animo nobile, che non deve più servire nessuno, perché sarà amato e rispettato per il fatto stesso di esistere. 

Bradford ancora non ci può credere che tutto questo stia capitando proprio a lui, che ora, nella sua famiglia foster, ci siano persone che lo amano e basta, che gli dedicano gesti gentili e attenzioni, che si prendono cura di lui con empatia. 

Ha gli occhi pieni di gioia ma anche di stupore. E’ commuovente. 

E’ equilibrato, pacato, sensibile, bonario. 
E’ all’inizio un pizzico riservato con le persone che incontra. Ha bisogno di rendersi conto se può avvicinarsi e se hanno intenzioni positive. Gli basta veramente poco. Come intuisce che la persona è ok, basta guardarlo che il suo muso si illumina e la sua coda inizia a parlare scodinzolando. Non parliamo se poi gli vengono fatti dei complimenti o delle carezze, allora inizia a gongolare tutto goduto e si appoggia alla gamba della persona per ottenere carezze su carezze. 

E’ curioso e aperto alle nuove esperienze. E’ garbato e paziente con i bambini. Per lui sono adorabili compagni di gioco, esperienze e coccole. In Irlanda ha partecipato anche a giornate di pet therapy con persone portatori di handicap psichici ed è stato un compagno straordinario per loro. 

In passeggiata  ha un’andatura rilassata e cammina al passo con il suo conduttore. Mostra di cercare il contatto visivo con il partner umano e di fare attenzione a quello che fa e gli dice soprattutto con il suo linguaggio non verbale. E’ un cane che ricerca l’intesa e la complicità con un umano di riferimento. 

Allo stesso tempo è anche  attento a ciò che lo circonda, è curioso e portato a perlustrare gli ambienti, soprattutto quelli nuovi. 

Mostra di essere appropriato nei primi approcci con gli altri cani anche di razze diverse ed educato nell’interazione. Mostra di saper leggere la comunicazione degli altri cani, di essere riflessivo e autocontrollato. Mostra di essere appropriato anche con i cani piccoli, con cui può convivere benissimo. 

Ora sta vivendo in una famiglia foster in cui ci sono tanti altri cani, sia di razze diverse, sia maschi sia femmine, sia di piccole dimensioni che cuccioli. Si sta comportando benissimo con tutti. E’ rispettoso e garbato ed è riuscito a farsi accettare e farsi voler bene da tutti. In casa è rispettoso delle regole, delle risorse e spazi altrui. Ha imparato rapidamente la routine della passeggiata e non sporca in casa. 

Quando era al rifugio in Irlanda, ha partecipato ad una passeggiata con tantissimi cani di diverse razze e taglie nel centro di Galway e si è comportato benissimo. Non ha mostrato né approccio né reazioni di eccitazione o predatorie nei confronti dei cani piccoli, non era a disagio con i rumori e la confusione della vita cittadina. Può benissimo vivere in contesto cittadino. 

Ama andare in auto e viaggiare. 

Ama correre, muoversi e andare in passeggiata, cosa che sta scoprendo ora, finalmente che è al rifugio.

Nei primi approcci con il gatto di casa, non ha avuto reazioni predatorie. La valutazione di idoneità alla convivenza con gatti è tuttora in corso. 

E’ arrivato al rifugio insieme a Bingley. Erano di proprietà dello stesso trainer. Entrambi hanno trascorso l’intera loro vita tra gabbia, allenamenti, trail, e corse, non avendo possibilità di giocare, perlustrare, avere esperienze affettive appaganti con gli umani. Indossavano 24 ore su 24 la museruola, che non veniva mai tolta, al punto da riportare i segni sul naso di quella tortura, come fosse un marchio del loro passato. Un marchio che a poco a poco scomparirà al rifugio…Per loro è iniziata una vita di amore e rispetto che si coronerà con il trovare per loro una degna famiglia per sempre.

E’ stato sfruttato come racer e ha corso 109 gare. Poi quando le sue prestazioni non sono state più all’altezza delle aspettative, è stato scartato e destinato ad essere soppresso se non fosse stata salvato dal rifugio di GSPCA.  

È sterilizzato. È dotato di passaporto con regolare antirabbica e le vaccinazioni previste per legge.

Per adottare o per informazioni più dettagliate potete contattarci

– scrivendo a: [email protected] o [email protected]

– telefonando ai seguenti numeri cell. 3389541011 – 3454543054

– compilando direttamente il modulo “Domanda di adozione” che trovate sul nostro sito a questo link http://adozioni.petlevrieri.it

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,