fbpx

Angus – In Italia presso famiglia foster – Adottato 05/03/2022

 

Greyhound maschio
Mantello nero
Altezza: 72 cm al garrese
Data di nascita: 10/07/2017

Già in Italia

Angus si trova già in Italia presso una famiglia foster che si prende cura di lui facendogli fare tante esperienze positive e sta convivendo con altri levrieri, in piena armonia e serenità. 

Angus è un principe della notte, con quel suo mantello nero, accarezzato di bianco, che sembra velluto, tanto è lucido e morbido. Caratteristica tipica dei grey neri, quel mantello che incute un certo timore, è il loro tratto distintivo più affascinante e particolare e li rende incantevoli e irresistibili. Così avviene anche per Angus.

Angus ha avuto un inizio di vita difficile, come la maggior parte dei suoi simili e ne porta ancora i segni nell’animo.

E’ un cane sensibile e delicato, che ha il desiderio profondo di affidarsi ad umani accoglienti ed empatici, che sappiano rispettare i suoi tempi e comprendere le sue esigenze. Se incontra umani con queste caratteristiche, si affida totalmente, donando la propria fiducia e facendosi accompagnare nel suo nuovo percorso.

Al momento, ha trovato una famiglia foster, che collabora con il rifugio Deel Rescue, molto affidabile e protettiva e lui si sta lasciando finalmente andare.
Si percepisce immediatamente che Angus ha una gran voglia di costruire con gli umani, un legame di sincera amicizia, che possa durare per la vita.

Predilige persone tranquille, dai modi gentili e dal tocco morbido e leggero. Anche in contesto domestico, ama gli umani non invadenti, che non lo sommergano di attenzioni, carezze, contatti non richiesti o che irrompano nei suoi spazi.
Angus non vuole essere forzato in alcun modo o obbligato a dedicarsi ad attività in cui non si sente coinvolto, non gli piacciono i modi veloci e sbrigativi, ma ama la calma e la pazienza. Con lui è necessario essere gentili e delicati, usare un tono di voce basso e modulare il contatto a seconda dei suoi desideri.

Riesce a essere affettuoso e apprezza le carezze, purché dispensate con misura e garbo.

Angus ha grande intelligenza, che lo induce ad apprendere velocemente, anche per imitazione, dopo aver osservato ciò che avviene intorno a lui.

E’ consapevole delle sue necessità, ma fa fatica ad esprimerle, in quanto, dopo una vita di deprivazioni e di cieca obbedienza ai voleri dell’essere umano, ha timore ad evidenziarle per evitare la reazione negativa umana.

Nella famiglia foster sta scoprendo che lo può fare senza conseguenze e quindi sta imparando che può manifestare le sue preferenze, sia in casa, che in passeggiata, consapevole che ora i suoi umani ne terranno conto e non lo puniranno per questo. Per Angus questa è una gran vittoria e una conquista che non avrebbe mai pensato di ottenere, per cui sul suo muso si può leggere una prima reazione di stupore e incredulità, cui fa seguito un’espressione di pura gioia. Riteniamo che Angus abbia aspettato un momento simile tutta la vita e finalmente può godersi il meritato risultato.

In casa, Angus ha eletto come suo luogo sicuro il kennel, che funge anche da cuccia e in cui si rifugia, sentendosi protetto. Da questa sua postazione ideale, osserva il mondo circostante e ciò che accade intorno a lui o si riposa in tutta tranquillità.

Si comporta molto bene in casa. E’ rispettoso degli arredi e degli oggetti che non ha mai distrutto. Si è abituato ad espletare i suoi bisogni all’esterno, segnalando agli umani queste necessità fisiologiche con un comportamento molto esplicito. Si alza nella gabbia e guarda con insistenza le persone, fino a quando queste non si avvicinano e lo portano fuori.

Comprende alla svelta quando è il momento di andare in passeggiata, ma prima di uscire, nonostante sia pronto, ha bisogno ancora di essere accarezzato e rassicurato sulla sua bravura e sul suo comportamento adeguato. Un rinforzo positivo è quello che ci vuole per affrontare anche questa prova.

Angus ama passeggiare, ma si spaventa facilmente se troppe persone o auto arrivano contemporaneamente. Non riesce a gestire questo sovraffollamento e cerca l’aiuto e il sostegno del suo umano di riferimento, per poter fronteggiare la situazione senza andare in ansia o panico. Allo stesso modo, è interessato alle persone, ma contemporaneamente ne ha timore e anche in questo caso ha bisogno delle rassicurazioni dell’umano di fiducia, che possano aiutarlo a gestire e superare le sue preoccupazioni, ritrovando in breve la calma.

Quando si spaventa o è preoccupato, lo si intuisce facilmente dal suo atteggiamento, in quanto cerca l’aiuto del suo conduttore con lo sguardo e il contatto fisico. In questi casi, è opportuno fermarsi e tranquillizzarlo, in modo che possa riprendersi e continuare la sua passeggiata.
E’ molto piu’ rilassato in esterno e quando è al guinzaglio tiene il passo del conduttore, seguendone il percorso e lasciandosi guidare con facilità.

Sta facendo esperienze anche in spiaggia, che i suoi foster gli stanno facendo frequentare. Adora l’acqua, sia di mare che di fiume e si immerge fino al petto, rilassandosi e godendosi la piacevole frescura. Un’esperienza per lui davvero nuova e inaspettata.

Angus adora il cibo ed è un vero buongustaio. Il momento della pappa per lui è un’occasione speciale e fonte di grande gioia. Non gradisce però prendere i bocconcini dalle mani.

Ha un’indole bonaria, senza alcuna aggressività verso cose, persone o altri animali, nemmeno nei momenti di maggiore ansia. Se è spaventato da qualcosa, il suo primo istinto è quello di allontanarsi e prendere distanza.

Non ha interesse per gatti o uccelli, ma, al momento, non è possibile affermare con certezza se non abbia istinto predatorio o se questo è solamente sopito dal suo atteggiamento di allerta nei confronti del mondo esterno. Diciamo che attualmente andare a caccia non è fra le sue priorità.

Gli piace interagire con altri cani, di qualunque taglia e vorrebbe giocare con tutti, ma se i cani sono al guinzaglio, la voglia di mostrare il suo lato giocoso viene limitata dalla presenza dell’umano che tiene quel guinzaglio e che affievolisce la sua capacità di divertirsi.

Va d’accordo con gli altri cani, nei confronti dei quali è bonario e accomodante, rispettando spazi e risorse altrui. Puo’ convivere anche con cani di piccola taglia, ma vivere pure come figlio unico. Tra i suoi amici ha già alcuni cani di piccola taglia. 

Apprezza molto viaggiare in auto, ma solo se si tratta di quella dei suoi umani, che percepisce quindi come luogo sicuro. Ci sale spontaneamente e con entusiasmo.

Con altri mezzi, soprattutto se hanno l’aspetto di furgoni, ha una prima reazione di titubanza e circospezione. Si intuisce che gli riportano alla mente frammenti del suo passato di racer e che lui associa a luoghi spiacevoli. Anche in questo andrà aiutato e incoraggiato, in modo che impari a fidarsi anche di mezzi sconosciuti perchè non lo condurranno in quei posti di tristezza, sofferenza e sfruttamento, da cui lui è finalmente fuggito.

Angus ha ancora molti fantasmi da sconfiggere, ma siamo sicuri che una famiglia solida, affidabile e paziente che lo sostenga in questo suo percorso di recupero, potrà far emergere aspetti del suo carattere assolutamente sorprendenti e inaspettati. Angus saprà diventare così uno straordinario compagno di vita.

Attualmente si trova presso il rifugio irlandese di Deel Rescue. Arriverà in Italia il 15 gennaio 2022.

È sterilizzato. È dotato di passaporto con regolare antirabbica e le vaccinazioni previste per legge.

Per adottare o per informazioni più dettagliate potete contattarci

– scrivendo a: [email protected] o [email protected]

– telefonando ai seguenti numeri cell. 328 61 85 068 – 345 45 43 054

– compilando direttamente il modulo “Domanda di adozione” che trovate sul nostro sito a questo link http://adozioni.petlevrieri.it

Angus in famiglia foster:

Angus al suo arrivo in Italia:

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Presidente e socio fondatore di Pet levrieri dalla data di fondazione. Svolge questo ruolo in maniera totalmente gratuita. Nella vita svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Per crescita personale si è formata e diplomata come educatrice cinofila presso la scuola SIUA. Ha svolto il corso professionalizzante per la gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti, organizzato da Pet Detective. Ha iniziato a scoprire quello che accade ai greyhound nel racing in seguito all’adozione della sua prima grey, Silky, nel 2008. Da qui il suo impegno civile antiracing e anticaccia in difesa dei greyhound, dei galgo e dei lurcher. Sposata con Massimo Greco, altro socio fondatore di Pet levrieri, condivide con lui questo impegno.
Insieme condividono la loro vita con sette cani, tutti adottati: Cabana, galgo spagnolo, Zen, grey salvato dal cinodromo di Macao, King, grey salvato dal mercato della carne in Cina, Babe, grey irlandese, Barney, grey irlandese, Lucy, grey irlandese, e Adhara, una meticcia. Nel cuore sempre presenti i tre grey Silky, Blackie e Rob, che sono stati straordinari amici e ambasciatori della causa.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è Direttore delle Risorse Umane di una multinazionale del settore IT. Per passione personale a luglio 2020 conseguirà il titolo di educatore cinofilo presso la scuola Il Mio Cane.net. Ha partecipato al corso di gestione della ricerca e del soccorso di animali smarriti organizzato da Pet Detective. Nel marzo 2014 adotta “per caso” Sandy, greyhound irlandese e scopre la dura realtà dei levrieri sfruttati nelle corse e nella caccia decidendo così di impegnarsi concretamente nell’Associazione.
Coordina lo Shop Online, collabora con il gruppo Adozioni nelle visite di pre-affido e nelle attività post-affido, partecipa come portavoce di Pet levrieri ad eventi di informazione e divulgazione delle attività dell’associazione. Vive a Milano con il marito Massimiliano, i figli Giorgia e Marco, la grey Sandy, la lurcher Robin e Yughi, un meticcio di oltre 15 anni. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri a titolo assolutamente gratuito.

×

Vice Presidente e socio fondatore di Pet levrieri, laureata in scienze politiche internazionali, gestisce un’impresa di consulenze turistiche. In Pet Levrieri si occupa in particolare delle relazioni con la Spagna e dei profili dei galgo e si reca più volte all’anno nei rifugi spagnoli per conoscere i cani e stilarne i profili. Fa parte del team che amministra sito e pagine Fb dell’associazione.
Ha adottato la galga Debra nel 2011. Venire a contatto con la realtà dei levrieri rescue l’ha spinta ad approfondire il discorso e a impegnarsi attivamente a favore dei grey, galgo e lurcher sfruttati e maltrattati in tutto il mondo. Oltre a Debra vive con due cani meticci, salvati da situazioni di abbandono.
Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo e socio fondatore di Per levrieri, dove si occupa dell’organizzazione logistica degli eventi e del merchandising. Nella vita è titolare di un laboratorio odontotecnico dal 1990. Da sempre appassionato di cani, il suo primo cane è stato un setter irlandese. Sposato con Marianna Capurso, anche lei socia fondatrice di Pet levrieri, condivide con lei l’impegno antirancing e anticaccia in difesa dei levrieri. Accanto al presidente di Pet levrieri, ha partecipato alla prima conferenza mondiale sui greyhound in Florida nel 2016. Ha partecipato a molti corsi organizzati da Think Dog e Siua. Perle è stata la sua prima greyhound. Nella sua vita ora ci sono Peig e Inta, due lurcher, e Karim, greyhound salvato dal cinodromo di Macao, e Ricky, un pinscher, che è la mascotte di tutto il gruppo. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×

Membro del consiglio direttivo di Pet levrieri. Nella vita è una pasticciera. Dal 2014 a seguito dell’adozione di Rosie, una greyhound irlandese ha conosciuto la realtà dello sfruttamento dei levrieri. Da qui l’impegno in associazione. Coordina il gruppo facebook di Pet levrieri, gestisce il canale istituzionale Twitter, ed è membro del gruppo adozioni. Condivide la vita con il compagno Stefano, socio e volontario di Pet levrieri, James greyhound salvato in Irlanda e Jasmine greyhound sopravvissuta al cinodromo di Macao, nel cuore portano Rosie e Mags greyhound salvate in Irlanda. Svolge i suoi incarichi in Pet levrieri in maniera totalmente gratuita.

×