Open top menu
Levrieri tenuti in condizioni “INACCETTABILI” presso il Cottage Kennels a Winwick Lane!

Levrieri tenuti in condizioni “INACCETTABILI” presso il Cottage Kennels a Winwick Lane!

(Traduzione integrale dell’articolo)

Levrieri tenuti in condizioni “INACCETTABILI” presso il Cottage Kennels!

25.4.2018 – Scritto da: Adam Everett Reporter

I cani sono stati tenuti in condizioni “inaccettabili” nei kennel a Croft.
Presso il Royal College of Veterinary Surgeons si è tenuta un’udienza disciplinare in base alle segnalazioni di un veterinario nei confronti di Natalia Oakes.
Il Vet ha scoperto che i levrieri alloggiati presso il Cottage Kennels, con sede a Rough Farm, a Winwick Lane, vivevano  in condizioni “non idonee”.
La sig.ra Oakes ha quindi ricevuto un avvertimento formale dall’RCVS dopo essere stata giudicata colpevole di “condotta vergognosa”, complice anche il veterinario che aveva falsificato le valutazioni sul benessere dei suoi levrieri,  nell’agosto 2016.
La Commissione ha raccolto anche la seguente indicazione e cioè che a quel tempo, l’allenatore della Greyhound Board of Great Britain (GBGB)  Mr.Louise Eccles aveva lasciato più di 80 levrieri nelle mani del marito Rod, dopo la rottura del loro matrimonio.
Poco tempo dopo, la sig.ra Oakes aveva firmato un modulo che attestava che, presso il Cottage Kennels, vivevano ben 55 levrieri “in condizioni accettabili”.
Ma, all’RCVS, è stato detto che “nessuna delle due asserzioni” poteva corrispondere a verità, vista la considerevole quantità di altri cani alloggiati nei locali di una struttura non idonea perchè trovata  “non in condizioni accettabili”.
La Commissione inoltre ha appreso che la signora Oakes era a conoscenza del fatto che, presso la struttura, fossero presenti almeno 80 levrieri e, che proprio questi kennel “inadatti”, venissero utilizzati per ospitare i cani.
La stessa Sig.ra Oakes ha descritto le condizioni dei kennes come “inadeguate, di ripiego e inadatte” ma, ha anche detto, che lei “ha mantenuto la struttura esistente e che tutto ciò che ha fatto, lo ha fatto nel migliore dei modi e nell’ interesse del benessere degli animali”.
Ha poi asserito di aver firmato i moduli sulla base del fatto che Mr. Eccles le aveva promesso di togliere circa 30 cani nel canile che sarebbero stati destinati ad altri kennel di differente proprietà, o che sarebbero stati destinati al re-homing (inserimento in famiglia dopo il “pensionamento”).
La Commissione dell’RCVS ha quindi dichiarato: “il modulo è stato firmato perché ha tentato di tenere Mr.Eccles dalla sua parte, nella speranza che non avrebbe cambiato idea in merito allo spostamento e al ricollocamento dei cani.
“La Commissione  reputa che lei abbia pemesso alla sua passione e al benessere dei levrieri che stava tentando di salvare, di offuscare la sua capacità di giudizio.

La Commissione ritiene che si sia trattato di un singolo ed isolato incidente; la parte interpellata ha in attivo una lunga e impeccabile carriera (circa 14 anni) e ha ben dimostrato di comprendere la pessima e vergognosa condotta che ha tenuto.

“La Commissione non ha dubbi : la parte in causa si è completamente dedicata al benessere degli animali e non si presenta rischio alcuno per il futuro degli animali.

“Per le ragioni esposte, la commissione ha deciso che sarà sufficiente per la parte interpellata, ricevere un avvertimento formale in merito alla sua condotta futura”.

 

 

 

     

 

 

Link: http://www.warringtonguardian.co.uk/news/16179613.Dogs_housed_in____unacceptable____conditions_at_greyhound_racing_kennels/

Fonte: Warrington Guardian

© Riproduzione Riservata

Written by Catia Cartabia

No comments yet.

No one has left a comment for this post yet!

Leave a comment