Open top menu
Altro episodio di violenza inaudita. Scendiamo in campo per i greyhound cinesi. Ecco come!

Altro episodio di violenza inaudita. Scendiamo in campo per i greyhound cinesi. Ecco come!

ATTENZIONE! Vi consigliamo di leggere esclusivamente l’articolo e di NON GUARDARE il video e le immagini, che sono di una crudeltà inaudita. 

I greyhound in Cina vengono importanti, allevati in loco e sfruttati per le corse clandestine, la caccia e la riproduzione. Sono esposti a crudeli maltrattamenti e ad un’esistenza misera e spesso subiscono violenze in vita, vengono torturati e quando non rispondono alle aspettative di guadagno dei proprietari vengono ammazzati in maniera violenta oppure venduti per l’orripilante mercato della cane di cane (DMCT – Dog Meat Trade).

Come molti sanno in alcune regioni della Cina è diffuso il consumo di carne di canee peraltro il trattamento riservato ai cani che finiscono in questo giro è veramente abominevole e indegno, ancor prima che vengano macellati.

Tuttavia ci sono molti cittadini cinesi, coraggiosi e virtuosi, che si battono attivamente per salvare i cani destinati al consumo di carne e per cambiare la situazione: a loro va la nostra stima, il nostro rispetto e nei limiti del possibile il nostro aiuto.

Dagli attivisti cinesi è arrivato nei giorni scorsi la segnalazione di un altro episodio, e non isolato, di violenza verso un greyhound, episodio che è stato filmato dalla stesso autore e fatto girare viralmente.

Un greyhound, reo per il suo proprietario di non avergli fatto vincere nelle corse i soldi sperati, è stato ucciso sbattendolo ripetutamente a terra, con inaudita violenza. Questo omicidio è avvenuto nella provincia di Hebei, in Cina, lo scorso 3 dicembre.

L’omicida avrebbe scommesso i suoi soldi sul suo levriero durante una corsa clandestina, in cui gareggiava. Il suo cane avrebbe perso.

La sua BRUTALE reazione è stata quella di afferrare il cane e di gridare “mi hai fatto perdere i soldi“!! Poi ha preso l’animale indifeso per le zampe posteriori, facendolo oscillare ripetutamente e sbattendo il suo corpicino con forza a terra.

Alla fine del video, l’uomo è in piedi accanto all’immagine sfocata del cane morto.  L’uomo ha poi dichiarato e giurato che lo avrebbe mangiato.

Ecco cosa può succedere ai levrieri esportati in Estremo Oriente (Cina, Macao, Corea, Vietnam, Pakistan).

I greyhound in Cina vengono importati dall’Australia ma anche dall’Irlanda. 
Tramite il lavoro di indagine svolto dai gruppi e associazioni antiracing inglesi e irlandesi (BGP, CNW, e ICABS) si sono ottenute prove dell’esportazione di greyhound irlandesi in Cina, contrariamente a quanto   l’IGB, l’ente corse irlandese, sostiene e dichiara.

Sono stati esportati negli anni non soltanto greyhound non competitivi, ma anche ex campioni.

I greyhound irlandesi dalle linee di sangue più pregiate sono venerati come i migliori al mondo e molto richiesti da una nuova generazione di allevatori e proprietari cinesi.

Vanno bloccate e vietate ogni tipo di esportazione di greyhound dall’Irlanda e UK per fini commerciale. 

Vi invitiamo dunque a firmare e divulgare la seguente petizione: 

https://www.change.org/p/say-no-to-all-live-greyhound-exports-for-commercial-use-with-exception-of-all-shipments-between-ireland-and-the-uk-all-shipments-for-legitimate-rescue-purposes

che fa parte di una campagna internazionale più ampia e organica, portata avanti da tutto il movimento antiracing internazionale, di cui Pet levrieri fa parte, per ottenere il divieto dell’esportazioni di greyhound da Irlanda e UK. 

Potete anche aiutare la charithy inglese Candy Cane Rescue, istituita da Kerry Elliman, fondatrice di Birmingham Greyhound Protection,  il 25 giugno 2017, che si dedica a soccorrere e garantire un rifugio sicuro e tutte le cure necessarie ai levrieri che vengono salvati dal commercio della cane di cane e a trovare loro una famiglia adottiva in Europa, con l’aiuto delle associazione alleate, tra cui la nostra, che si occupa delle adozioni in Italia. 

Candy Cane Rescue ha bisogno di donazioni per le cure veterinarie e la gestione del rifugio, di cappottini per proteggere i cani dal freddo, di mangime per nutrirli. Potete donare dal nostro sito, inserendo la causale “Candy Cane”. Tutti i soldi raccolti saranno devoluti alla charity e vi daremo ricevuta e traccia dell’avvenuta donazione. 

 

VI AVVISIAMO di NON GUARDARE IL VIDEO LE CUI IMMAGINI SONO DAVVERO FORTI ED DI UNA CRUDELTA’ INAUDITA.

Articolo nel quale visualizzare il link del video:

https://petrescuereport.com/…/horrifying-cruelty-man-china…/

Link: https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=529305520760881&id=349766525381449

Fonte: China’s Rescues and Shelters 中国大陆和避难所

© Riproduzione Riservata

 

Stefania Traini
Written by Stefania Traini

No comments yet.

No one has left a comment for this post yet!

Leave a comment