Open top menu
RSPCA crede che il levriero gettato nelle gelide acque del mare a Hartlepool, non sia un caso isolato!

RSPCA crede che il levriero gettato nelle gelide acque del mare a Hartlepool, non sia un caso isolato!

La notizia del levriero gettato nelle gelide acque del mare a Hartlepool, non crediamo possa essere la sola e che questo sia stato un incidente isolato.

“Gli ufficiali di RSPCA  stanno ora indagando su due rapporti che coinvolgono animali che vengono letteralmente gettati nel mare: si sospetta una connessione tra i due casi.

Per questa razza può essere davvero potenzialmente letale essere messi in mare in questo periodo dell’anno.”

Rita James

Le fotografie che immortalano l’accaduto, nella zona del Tunnel a Brus, è stato vissuto dagli amanti dei cani come un oltraggio nazionale.
Gli ufficiali di RSPCA stanno nel frattempo chiedendo e raccogliendo informazioni a chiunque possa fornirne.
“The Mail” riferisce nel frattempo che una persona aveva visto tre uomini con nove levrieri muserulati al mare, proprio nella zona del Tunnel di Brus.
E, uno di questi uomini, dopo aver camminato sulla struttura, aveva lanciato ripetutamente il cane nell’acqua, tirandolo su ogni volta attraverso una lunga corda.

Una seconda persona, che era abbastanza lontana accompagnata suoi figli, si è fatta avanti con fotografie di quello che si credeva potesse essere lo stesso incidente.
Tuttavia, più tardi emergerà che le fotografie erano state scattate una settimana prima.

Un portavoce di RSPCA ha dichiarato: “Giovedì 2 Novembre scorso, abbiamo ricevuto notizia di un gruppo di uomini con un certo numero di cani; uno di questi uomini è stato visto lanciare ripetutamente nell’acqua ad Hartlepool uno dei cani – un levriero. Al momento stiamo facendo ricerche sull’accaduto.

“Un ispettore è giunto sulla scena ma il gruppo non era più lì”.

“Poi siamo stati contattati da un cittadino che ci ha fornito foto di quello che sembra essere un uomo che getta un levriero nell’acqua. Le foto risalgono a una settimana prima, ovvero al 26 Ottobre”.

“Chiunque abbia informazioni su uno di questi incidenti, o che possa avere maggiori informazioni, è pregato di contattarci al numero 0300 1234 999”

Rita James, portavoce di CAGED (Campaign Against Greyhound Exploitation and Death) dice che questo incidente avrebbe potuto causare facilmente la morte del cane.
Aggiunge:
“I levrieri non sono affatto una razza resistente, e il loro corpo è sprovvisto di grasso corporeo che fornisce l’isolamento.
Loro sono molto sensibili alle temperature e soffrono di molte malattie.
Mettendoli in acqua in questo periodo dell’anno, hanno messo potenzialmente in pericolo la loro vita.”
Rita spiega anche che i levrieri hanno il collo lungo e sottile, e se uno di loro viene trascinato fuori dal mare attraverso una corda legata al collo, potrebbe subire terribili lesioni.
Il testimone che ha fatto le foto, vuole rimanere nell’anonimato; dice che lui ed i suoi figli sono rimasti sconvolti da quanto hanno visto fare a questi cani.
Racconta:
“sono stati portati alla fine della struttura e senza tante cerimonie sono stati lanciati da un’ altezza di circa 4 piedi, ad una distanza, attraverso il vuoto, di circa 6 piedi. Le onde erano piuttosto forti”.

 

Written by Catia Cartabia

No comments yet.

No one has left a comment for this post yet!

Leave a comment