Open top menu
Huesos II – Adozione del cuore. Nuove foto di Huesos

Huesos II – Adozione del cuore. Nuove foto di Huesos

Galgo maschio

Data di nascita presunta: gennaio 2017

Mantello tigrato e bianco

 

Ciao, mi presento, sono Huesos II.  Se siete arrivati fin qui a leggere forse sapete cosa significa nascere galgo in Spagna, forse potete immaginare cosa significa essere abbandonato da cucciolo e destinato a vagare solo per le strade… la mia vita è stata molto difficile, i miei ricordi sono confusi. So solo che sopravvivere non è stato semplice, trovare cibo e riparo non sempre è possibile. Ero solo un cucciolo, ma in qualche modo ce l’ho fatta. Delle persone buone mi hanno raccolto, scheletrico e malato, mi hanno portato al sicuro, mi sono ripreso. Adesso sono un giovanotto bellissimo, dicono, mi piace stare con gli altri cani, giochiamo e dormiamo insieme.  Qui in rifugio, dove vivo, ho conosciuto alcuni umani che ogni giorno si prendono cura di me… sono gentili e pazienti. Giorno dopo giorno ho imparato a fidarmi, vado loro incontro quando li vedo, mi faccio accarezzare. So essere molto affettuoso e buffo, quando lascio andare. Ma la mia non è ancora una storia a lieto fine. Perché sono qui e aspetto, attendo che un giorno, una famiglia chieda di me….

Lo so, non sono ancora un cane perfetto, non corro incontro scodinzolando alle persone, non mi faccio accarezzare da tutti, non sono a mio agio in mezzo con gli estranei. Perdonatemi… Ho sperimentato la cattiveria degli uomini, ma ero solo un cucciolo e, invece, avrei dovuto crescere spensierato con i miei simili. Forse dovrete avere un briciolo di pazienza, all’inizio, ma sono sicuro che se sarete sensibili e pazienti, riuscirò grazie a voi a vincere le mie paure e a diventare un ottimo compagno di vita. Sogno una famiglia di persone gentili, che sappiano rispettare i miei spazi e che mi diano tempo per imparare a fidarmi. Sarebbe bello avere una casa accogliente con un bel giardino, lontano dal traffico e dai rumori delle città, dove poter muovere, al sicuro, i primi passi della mia nuova vita. Sarebbe un sogno per me, avere dei fratelli cani  che mi facciano da guida e giochino con me…

So che da qualche parte c’è la famiglia giusta per me, quella a cui aprirò il mio cuore, perché mi avranno donato il loro.

Se avete letto la mia storia, se pensate di potervi occupare di me, dandomi amore,  rispetto e la speranza di una lunga vita felice, allora fatevi avanti… io mi affiderò a voi, e saprò ripagarvi con l’amore che solo un cane sa dare.

 

Aggiornamento 8 novembre.

Abbiamo rivisto Huesos in rifugio a ottobre e novembre. E’ un cucciolone di poco meno di un anno, con un musetto tirabaci, davvero molto bello, anche se ancora leggermente sottopeso. Quando arrivi al recinto che delimita la casa dove vive in foster, corre alla rete con la sua amica del cuore Dahlia.

Nella casa foster  in cui vive da qualche mese, Huesos si è ormai ambientato e si sente sicuro. Ha imparato a fidarsi di Melissa e del presidente del rifugio e  mostra tutta la spensieratezza e l’allegria di tutti i cuccioloni.

Huesos, tuttavia, non si avvicina agli esseri umani sconosciuti. E’ incuriosito, ma si tiene a distanza di sicurezza.

Quando qualcuno cerca di fargli indossare  collare e guinzaglio, si spaventa, anche se a condurlo è una delle persone di cui si fida.  Non è stato, quindi, possibile testarlo in passeggiata e con i gatti.

Huesos ha bisogno di aiuto per poter finalmente arrivare a vivere una vita piena e serena. Per lui, cerchiamo una famiglia adottiva o foster, che abbia un giardino sicuro e viva in una zona non metropolitana.  Una famiglia che con pazienza e amore sia in grado di aiutarlo a recuperare fiducia negli esseri umani.  Passo passo, Huesos  potrà imparare che il guinzaglio non è una cosa spaventosa e potrà, per gradi, affrontare con serenità il mondo anche al di fuori dell’ambiente conosciuto.

Huesos è stato testato per la leishmaniosi a inizio novembre. Anche i terzo test, come il secondo,  ha dato risultato negativo.

 

……………………………………………………………………………….

A fine aprile, è stato segnalato al rifugio Scooby Medina un cucciolo di galgo che vagava nei pressi di un vicino villaggio. I volontari si sono messi subito in movimento per cercare di recuperarlo, prima che finisse investito. Per i cuccioli abbandonati, ancora inesperti dei pericoli e che non sanno come procurarsi il cibo, le speranza di cavarsela sono scarse e, nella migliore delle ipotesi, possono riportare gravi fratture.

Huesos è stato, dunque, prontamente catturato e portato in salvo nel rifugio Scooby Medina. Le sue condizioni apparivano preoccupanti. Le ossa erano talmente sporgenti da bucare la pelle, il pelo in pessimo stato. Era anche pieno di parassiti. Eppure, questo cucciolo scodinzolava e non mostrava paura degli umani, anzi ne cercava il contatto e ne chiedeva l’aiuto con lo sguardo. Ha conquistato immediatamente il cuore di tutti i volontari

Considerato il suo stato, Huesos non è stato inserito in un paddock del rifugio, luogo non adatto a un cucciolo sfinito, come era lui in quel momento. Il presidente della protectora Scooby, Fermin Perez, l’ha, invece,  portato a casa sua in foster, Cosi’ Huesos ha potuto riprendersi in  un luogo protetto.

A Huesos è stato subito somministrato il test rapido per le malattie mediterranee, ed è risultato inizialmente positivo alla leishmaniosi.

 

Profilo del rifugio.

Man mano che il tempo passava, grazie alle cure ricevute, Huesos ha fatto grandi progressi e cambiamenti. Ha preso sempre più peso, il pelo è ricresciuto.  Ora è un cucciolone di strepitosa bellezza, felice e giocherellone con i can che vivono insieme a lui.

Non si puo’ resistere, quando ti osserva con quegli occhioni monelli e dolcissimi allo stesso tempo! Oltre che bellissimo Huesos è anche molto affettuoso e intelligente con le persone … è  un cucciolone adorabile che sa farsi perdonare ogni marachella.

Dopo qualche mese in casa di Fermin Perez, curato e ben nutrito, Huesos appare ora un cucciolone in piena salute anche se deve recuperare ancora un po’ di peso..  Il test per la leishmaniosi  è stato appena ripetuto, perchè non era evidente alcun sintomo della malattia. L’esito del secondo test è stato negativo.  Ripeteremo il test una terza volta per avere la sicurezza in merito alle sue condizioni.

 

 

Per adottare o per informazioni più dettagliate potete contattarci
– scrivendo a: adozioni.petlevrieri@gmail.com o stefania.petlevrieri@gmail.com
– telefonando ai seguenti numeri cell. 3389541011 – 3454543054
– compilando direttamente il modulo “Domanda di adozione” che trovate sul nostro sito a questo link http://adozioni.petlevrieri.it

 

 

a/a/

Gaudenzia
Written by Gaudenzia

1 Comment responses

  1. Avatar
    febbraio 05, 2018

    Questo galghetto è una meraviglia! Ti auguro di trovare una bellissima famiglia Huesos!!!

    Reply

Leave a comment