Open top menu
Mags, una greyhound irlandese

Mags, una greyhound irlandese

Mags è una greyhound irlandese, ma proveniente da una linea di sangue paterna australiana, nata a settembre di otto anni fa; Mags ha corso 34 gare nel circuito Open, ne ha vinte 10, 4 volte è arrivata seconda e 4 volta terza. Una bella carriera, si direbbe, e forse per questo, oltre che per il suo carattere, è stata usata come fattrice.

L’industria non le ha fatto mancare niente dunque: una bella vita in un box a generare soldi, poi una bella vita da fattrice a generare cuccioli buoni per fare soldi, pochi o tanti che siano. In Irlanda, quando si può, un greyhound si spreme come un limone, anche qualche euro è meglio di niente.

Poi finalmente un colpo di fortuna per Mags, un colpo di fortuna che si chiama Limerick Animal Welfare, e dunque la salvezza, e poi l’Italia e l’inizio di una nuova vita. Come direbbero alcuni salva greyhound nostrani poco informati, o forse molto informati e abbastanza bugiardi, dopo una vita da atleta la meritata pensione.

Cardiomiopatia dilatativa, stenosi subaortica endocardiosi mitralica, questa è la diagnosi del cardiologo, con tanto di esami mandati in Germania, del problema di Mags. Tradotto in poche parole, se va bene qualche mese di vita.

Non una robetta, insomma, ma nessuno negli anni di carriera e in quelli da fattrice se ne è accorto, o forse no, qualcuno se ne è accorto, ma Mags non è un’atleta, Mags è una merce, una cosa, un bene agricolo, un modo per fare soldi.

Il veterinario italiano che l’ha seguita dice che la vita da racer ha contribuito largamente a ridurla in questo stato, e noi gli crediamo perché è abituato a curare i cani e non ad ammazzarli come molti, non tutti, i veterinari irlandesi che lavorano nel greyhound racing, e che dunque non sono così raffinati nelle loro visite. Sempre che abbiamo modo di fare delle visite accurate: i manuali per trainer e i forum dei trainer abbondano di consigli pratici di tipo veterinario. Risparmiare a spese della salute dei greyhound è importante nel greyhound racing.

Ovviamente partiamo dal presupposto, magari sbagliato, che a Mags non siano state somministrate schifezze di varia natura per farla correre più veloce

Questa è una piccola storia, una delle tante, e va già bene che Mags abbia avuto un poco di tempo per vivere con dignità, circondata da amore, attenzione e rispetto, grazie Eva e Stefano, perché molti semplicemente scompaiono più o meno legalmente.

Mags è una greyhound irlandese, una delle tante, e come lei ce ne saranno molte, fino a quando il governo irlandese continuerà a foraggiare con soldi pubblici questa vergogna che è l’industria del greyhound racing. Un’industria che fa scomparire più di diecimila greyhound ogni anno e che tratta gli altri come Mags; un’industria crudele che deve chiudere.

Massimo Greco
Written by Massimo Greco

No comments yet.

No one has left a comment for this post yet!

Leave a comment